Unioni civili: dove sono finiti i decreti attuativi definitivi?

La scadenza era due giorni fa.

Unioni civili: dove sono finiti i decreti attuativi definitivi? - andrea orlando - Gay.it
2 min. di lettura

Unioni civili: i decreti attuativi definitivi non sono ancora arrivati. Perché?

Le legge sulle unioni civili prevedeva che entro il 5 dicembre venissero emanati i decreti attuativi definitivi: questi sarebbero andati a regolare in modo perentorio aspetti ostici dell’applicazione della legge (nullaosta per stranieri, trascrizione di matrimoni contratti all’estero, riti e formule per l’anagrafe, solo per citarne alcuni).

Circa due mesi fa sono stati approvati in via preliminare i primi decreti dal Consiglio dei Ministri, inviati poi alle commissioni competenti di Camera e Senato: gli organi avevano 60 giorni per esprimere il loro parere. Ma come da noi chiarito allora (LEGGI >), visto che il termine per i pareri è troppo ravvicinato alla scadenza per il via libera definitivo, la scadenza per l’emanazione dei decreti definitivi era stata prorogata al 5 marzo.

Circa 3 settimane fa i primi decreti vennero approvati anche dalla Commissione Giustizia (LEGGI >): Monica Cirinnà e Sergio Lo Giudice affermarono in un comunicato che “ in pochissimo tempo, raccolti ormai i pareri delle due Camere, i decreti potranno essere finalmente emanati”. Ma dove sono finiti?

La situazione è aggravata dal terremoto generatosi dopo l’esito del referendum e dalla caduta del governo Renzi: se si dovesse andare al voto prima del 5 marzo, c’è il rischio che si blocchi l’effettiva emanazione dei decreti fino a quando il nuovo governo interverrà sulla questione. Questo genererebbe ulteriori ritardi e problemi per quelle coppie che, per complicanze legate alla loro situazione particolare, non sono riuscite a celebrare l’unione civile per l’incompletezza del decreto ponte, tuttora in vigore.

A proposito di quest’ultimo c’è da ricordare due cose: se pure esso permette di applicare la legge sulle unioni civili, scadrà perentoriamente il 5 marzo 2017, come sancito dal parere del Consiglio di Stato (LEGGI >). Se i decreti definitivi non dovessero arrivare entro tale data cosa succederebbe? Si rischierebbe di bloccare l’attuazione di una legge dello Stato. Per questo è di vitale importanza che le scadenze vengano rispettate, almeno per una volta.

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando promise che i decreti definitivi sarebbero stati emanati con grande anticipo, addirittura entro agosto (VIDEO >). Siamo a dicembre e dei decreti definitivi non c’è nemmeno l’ombra. Cosa dobbiamo fare?

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Loran 7.12.16 - 23:25

Si dove, e stasera stava da vespa a far chiacchiere.

Avatar
Giovanni Di Colere 7.12.16 - 16:04

E vabbé nel caso salti tutto dobbiamo ancora una volta ringraziare una classe politica che ha sempre cose più importanti da fare.

Avatar
Davide Sacchet 7.12.16 - 15:06

Prima del referendum costituzionale c'è stata una pausa in cui il Parlamento ha deciso di non tenere sedute, il Governo ha deciso di approvare in via preliminare degli altri decreti legislativi per metterli in sicurezza ecco perché non si è ancora arrivati ad un'approvazione definitiva dei decreti sulle unioni civili. Vale la pena ricordare però che un Governo dimissionario PUò approvare i decreti legislativi dopo aver ottenuto il parere delle Commissioni competenti per materia quindi indipendentemente dalla data delle elezioni i decreti verranno approvati ed emanati. Il problema, forse, che impedisce l'approvazione definitiva sono le mancate osservazioni della Commissione Bilancio.

Trending

Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

eredita berlusconi marta fascina unioni civili

Eredità Berlusconi, con l’unione civile Marta Fascina può restare ad Arcore ma Silvio voleva cancellare la legge Cirinnà

News - Redazione Milano 20.11.23
unioni-civili-assegno-di-mantenimento

Unioni civili, l’assegno di mantenimento in caso di scioglimento dovrà tenere conto anche del periodo di convivenza

News - Francesca Di Feo 29.12.23