Fare shopping e mangiare a Valencia: l’accoppiata perfetta

Dove mangiare a Valencia? E quali sono le vie dello shopping? Ecco dove andare per assaggiare i tipici piatti valenciani!

valencia
4 min. di lettura

Non si può andare in Spagna, e non provare i piatti tipici valenciani e passeggiare lungo le vie dello shopping. Nella lista delle cose da fare, questi due punti non possono assolutamente mancare! Pronti per questa “avventura culinaria” e allo shopping sfrenato a Valencia? Non ne rimarrete delusi!

Cosa mangiare a Valencia

Fare shopping e mangiare a Valencia: l'accoppiata perfetta - valencia cibo - Gay.it

Partiamo con i piatti tipici da provare:

  • Paella: con il riso coltivato nelle terre del Parco Naturale de La Albufera, mescolato a carne o pesce, si cuoce in una particolare padella (da cui prende il nome il piatto). La ricetta originale prevede pollo, coniglio, “Ferraura” e “garrofón” (due tipi di fagioli autoctoni), pomodoro, riso, olio di oliva, acqua, zafferano e sale. Secondo la tradizione, si dovrebbe mangiare con un cucchiaio di legno, direttamente dalla padella.
  • Tapas valenzane: le tapas possono essere di diversi gusti, come patate con salsa brava, seppia alla piastraclochinas, telline, acciughe sott’aceto, crocchette di baccalà. Inoltre, il pesce sotto sale è molto tipico a Valencia.
  • Dolci valenzani: con una notevole influenza musulmana, i dolci più comuni hanno mandorle e miele, come ad esempio nel Arnadí (un dolce di zucca e mandorle). E poi ci sono le almojábanas, i rosegones, l’arrop, i tallaetes, le orelletes e i buñuelos (frittelle) di zucca, la coca de llanda e els fartons, le torte di patate dolci e i tradizionali “frutti di Sant Dionis”. Impossibile elencarli tutti!

E cosa bere? Giusto qualche consiglio per un’esperienza culinaria completa:

  • La Mistela: un vino valenzano che si estrae dalla varietà di uva chiamata Moscatel, con un aspetto pulito e brillante e un sapore dolce.
  • L’orzata: fatta a base di chufa (prodotto locale) assieme ai fartons, è la tipica merenda valenzana.
  • Agua de Valencia: una bevanda alcolica fatta di succo d’arancia, cava (champagne valenciano), zucchero e alcuni liquori.

Eventi e luoghi da non perdere per il tuo “giro gastronomico”

Mercato centrale: molto più di un semplice mercato. Per gli amanti della gastronomia, è un paradiso fatto di prodotti locali, coltivati a km 0, oltre ad essere il più grande mercato di prodotti freschi d’Europa, nel centro storico della città. I profumi e i colori dei prodotti si sposano con l’architettura costituita da vetrate e da colonne in ferro che ricordano la tour Eiffel. 1.200 bancarelle di frutta e verdura fresca, arance, pomodori e fagioli. Carni, formaggi, pesce e frutti di mare. Bancarelle con anguille vive, spezie, frutta secca.

Fare shopping e mangiare a Valencia: l'accoppiata perfetta - valencia shopping - Gay.it

Valencia Cuina Oberta-Restaurant Week: solitamente in primavera e in autunno, l’evento chiama a raccolta tutti i ristoranti di Valencia. Dal portale dedicato, si può scegliere un ristorante in base al menù proposto, a pranzo o a cena, a un prezzo molto più basso. Una volta deciso piatti e ora, basterà recarsi al luogo indicato. Per questi 2 appuntamenti, Valencia occuperà interi quartieri e le spiagge, dando la possibilità anche a chi non se lo può permettere di gustare i piatti tipici e pubblicizzare la qualità nazionale e internazionale della cucina valenciana.

Ultime due consigli:

Il Mercato di San Valero: uno spazio gastronomico dove sperimentare la gastronomia locale, nel quartiere Ruzafa. Uno Street Food Market, con il suo pavimento in ciottoli e le grandi finestre. Ospita dieci bancarelle di gastronomia variata e specializzata. Non solo degustazione, ma anche eventi musicali e culturali.

Ubik Café: una libreria-caffetteria situata nel quartiere cosmopolita di Ruzafa. Offre libri di narrativa, poesia, musica e libri per bambini e una sezione di seconda mano a prezzi molto convenienti. Mostre, presentazioni di libri, concerti e laboratori creativi per adulti e bambini sono all’ordine del giorno. Si può bere caffè, vini di qualità, birre artigianali e degustare le tapas italo-spagnole (formaggi e salsicce), focacce, bruschette e insalate.

Shopping a Valencia

Fare shopping e mangiare a Valencia: l'accoppiata perfetta - shopping valencia - Gay.it

E’ venuta l’ora dello shopping, per portarsi a casa un ricordo di questa magnifico Paese.

Le zone migliori per dello shopping

Ecco le sette zone principali:

  • Plaza Redonda: situato nel centro storico, è il luogo preferito dai turisti. E’ principalmente un mercato di prodotti artigianali, realizzati a mano da produttori locali. I più tradizionali sono gli oggetti in ceramica e i merletti, i ventagli, le ceste in vimini e i gioielli. Ogni domenica, nelle vie interne alla piazza si posizionano bancarelle di francobolli, monete e figurine, amate dai collezionisti e appassionati.
  • Carrer Poeta Querol: se cercate abiti di alta moda, questa via raggruppa tutti i negozi più esclusivi. Troverete tutte le marche più prestigiose, spagnole e internazionali.
  • Carrer de las Cestas: centinaia di tipiche bancarelle e negozi di artigianato locale, con prodotti realizzati a mano. Se andate a maggio, una tappa per lo shopping è la fiera de L’Escuareta, un paradiso per chi ama gli oggetti di terracotta e argilla. Se invece preferite regalare i prodotti enogastronomici, al Mercato centrale troverete i vini valenzani, l’orzata, la Agua de Valencia o la Mistela, oppure potete richiedere altri prodotti sottovuoto. Infine, il riso (Senia, Bomba e Albufera) e della chufa (zigolo dolce).
  • Carrer Colón: ecco la zona dei negozi di gioielleria più illustri. Si trovano le marche più commerciali e conosciute in tutto il mondo.
  • Ruzafa: il quartiere oltre ad essere uno dei punti di ritrovo della comunità LGBT, è ricco di negozi di vario genere, frequentato dai valenciani quotidianamente.
  • Città delle Arti e delle Scienze: un polo dedicato ai centri commerciali e negozi di vario genere. Un paradiso per chi ama lo shopping.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Leggere fa bene

Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all'occhiello della costa orientale spagnola - valencia gay games 2026 - Gay.it

Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all’occhiello della costa orientale spagnola

Viaggi - Francesca Di Feo 21.12.23
torino gay

I migliori locali gay a Torino 2024: la guida aggiornata dei bar, discoteche, saune e serate queer della città

Viaggi - Redazione 1.1.24
roma gay

Guida 2024 ai migliori locali gay di Roma

Viaggi - Redazione 1.3.24
milano gay friendly

Locali gay a Milano 2024: la guida completa alla movida LGBTQ+ milanese

Viaggi - Gio Arcuri 15.1.24