Foto

Valencia LGBTIQ+ e i suoi dintorni, microcosmo sorprendente per i weekend d’autunno tra bellezza, gusto e cultura

Incastonata sulla meravigliosa costa est della Spagna, Valencia è la destinazione ideale per una fuga di qualche giorno nella stagione più cozy.

ascolta:
0:00
-
0:00
valencia lgbtiq
valencia lgbtiq
12 min. di lettura

Moderna eppure antica, Valencia è una città di contrasti che incanta ad ogni angolo. Situata sulla costa est della Spagna, la città si estende tra acque cristalline e un entroterra ricco di storia e cultura.

E se il mare è un richiamo irresistibile, le suggestive strade, i musei e i monumenti invitano alla scoperta, in quella che è la città LGBTQIA+ friendly per eccellenza in Spagna. 

Gettando lo sguardo verso il mare in direzione di Palma di Maiorca, Valencia pare avvolta da un’aura mediterranea che fa da contrappunto alla sua smagliante modernità.

Una passeggiata lungo il lungomare è un’esperienza quasi mistica, dove il tempo sembra fermarsi, con le onde che accarezzano delicatamente la costa mentre il vento marino porta con sé il profumo inconfondibile della salsedine e invita a rallentare. 

In questa atmosfera, è facile dimenticare le preoccupazioni quotidiane e immergersi nel qui e ora, contagiati dalla rilassatezza che solo una città di mare sa offrire. Valencia è una meta che seduce sia il viaggiatore in cerca di avventure, sia quello più incline al relax.

Con una varietà di attrazioni che spaziano dalla fenomenale Città delle Arti e delle Scienze ai piccoli e incantevoli vicoli del Barrio del Carmen, Valencia è un microcosmo di ciò che la Spagna ha da offrire – in tutte le stagioni. L’autunno, qui, è però imperdibile.

valencia autunno

Perché visitare Valencia d’autunno

Mentre l’opinione comune potrebbe relegare le città di mare al ruolo di semplici mete estive, Valencia sfata con audacia questo stereotipo.

La città, con il suo clima mite che pervade ogni stagione, diventa un rifugio ideale per chi desidera una pausa dal caos autunnale e dai ritmi frenetici della vita quotidiana.

Dopo i bagordi estivi e l’affaccendarsi tipico del rientro, Valencia offre un contesto nel quale è possibile tornare a respirare profondamente, riflettere e riconnettersi con sé stessi.

Non solo un luogo di relax e introspezione, Valencia è anche un’esplosione di stimoli culturali, sociali e artistici. La città riesce a mantenere una vivacità e un fascino che non scemano con il cambiare delle stagioni.

Anche quando i boschi circostanti assumono le sfumature del rame e le foglie si tingono di arancione, Valencia continua ad affascinare e a stupire. Le strade, i musei, i parchi e le piazze diventano teatri di un autunno vibrante, che sa accogliere visitatori di ogni età e preferenza con una proposta di attrattive incredibilmente variegata.

Spiagge a Valencia

valencia autunno

Mentre in molte altre località le spiagge diventano deserte con l’arrivo dell’autunno, a Valencia la stagione balneare si protrae ben oltre le aspettative.

Fino a ottobre inoltrato e talvolta anche oltre, il mare invita a immergersi nelle sue acque miti. Per questo motivo, lə turistə farebbero bene a riservare sempre un po’ di spazio in valigia per il costume da bagno, non importa in quale mese decidano di visitare.

Nella meravigliosa città aperta di Valencia, la calorosa accoglienza spagnola è riservata anche alla comunità LGBTQIA+, con spiagge sicure e inclusive in ogni angolo della costa.

Per gli amanti del naturismo e per chi desideri uno spazio esclusivo, o magari l’opportunità di fare incontri interessanti, la spiaggia La Platja de l’Arbre del Gos, che si trova tra Pinedo e El Saler, è un luogo magicamente queer, da non perdere.

Ma non è solo il piacere di un bagno ristoratore a richiamare: le spiagge valenciane sono il palcoscenico di tramonti straordinari che sembrano accendersi per restare scolpiti nella memoria e nel cuore.

La sabbia, fine come zucchero a velo, e l’acqua dal riflesso ipnotico e cristallino, creano un’atmosfera quasi surreale, ideale per chi è alla ricerca di momenti di assoluto relax o di spunti fotografici mozzafiato.

Non mancano inoltre opportunità per gli amanti degli sport acquatici. Dalla vela al windsurf, dalle immersioni al paddle surf, i servizi offerti sono numerosi e ben organizzati. Per chi ama le emozioni forti, non mancano nemmeno i servizi di noleggio moto d’acqua, per un’esperienza adrenalinica in pieno stile mediterraneo.

valencia autunno

La tradizione culinaria di Valencia

Non si può parlare di Valencia senza immergersi nella sua ricchissima tradizione culinaria, che rappresenta uno dei pilastri dell’identità culturale della città. Dalla classica paella, con i suoi sapori e profumi irresistibili, al meno conosciuto ma altrettanto delizioso arroz del senyoret, la cucina mediterranea valenciana è un vero e proprio viaggio sensoriale.

Ogni piatto, tapas o cocktail, racconta una storia, ogni aroma evoca una tradizione, rendendo l’esperienza gastronomica tassello essenziale del viaggio in questa affascinante città.

L’autunno, con il suo clima più temperato e le sue giornate ancora luminose, rappresenta la stagione ideale per approfondire questa scoperta culinaria.

valencia autunno

I ristoranti sul lungomare

valencia autunno

Immaginatevi seduti in uno dei numerosi ristoranti che costellano il lungomare, magari in un tavolino all’aperto. Mentre degustate le prelibatezze locali, la linea dell’orizzonte si estende dinanzi a voi, unendo cielo e mare in un panorama che cattura lo sguardo e riempie l’anima di meraviglia. Ecco qualche consiglio su dove fermarsi per gustare la cucina tradizionale:

  • Casa Carmela
  • Casa Isabel
  • El Coso Del Mar
  • Destino Puerto
  • Vlue Arribar
  • La Alegría de La Huerta
  • Tridente
  • La Marítima de Veles e Vents

Le tapas al quartiere dei pescatori

valencia autunno

Uno degli artisti che ha meglio catturato l’essenza di Valencia è senza dubbio Joaquín Sorolla, rinomato pittore spagnolo noto per i suoi affascinanti dipinti marini e le sue raffigurazioni di vita quotidiana.

Tra le sue tele, spicca l’antico quartiere dei pescatori di El Cabanyal, immortalato come un luogo sospeso nel tempo, dove le tradizioni e le usanze di un passato ancora vivo si fondono con la modernità.

El Cabanyal oggi è un microcosmo che esemplifica la convivenza tra passato e presente. Se da un lato il quartiere ha conservato il fascino e le usanze delle sue origini, dall’altro è diventato una delle zone più trendy di Valencia, meta ineludibile per chi è in cerca di autenticità combinata con una spruzzata di contemporaneità.

È qui che si possono gustare alcune delle tapas più deliziose della città, servite in locali che oscillano tra taverne storiche e ristoranti d’avanguardia.

La scena gastronomica del quartiere è un amalgama di tradizione e innovazione: mentre alcuni ristoranti offrono piatti tradizionali che raccontano storie di generazioni, altri puntano su una cucina d’autore, dove la sperimentazione e la creatività sono di casa. Ecco qualche consiglio sui locali più rinomati del quartiere:

  • La Bodega Casa Montaña
  • La vermoutheria Anyora
  • La Pascuala
  • La Paca

I quartieri del Carmen e Ruzafa. L’Agua de Valencia

valencia autunno

Non appena il sole cala all’orizzonte e il cielo si tinge di sfumature crepuscolari, Valencia si trasforma. Il centro storico, con i suoi monumenti e palazzi secolari, si accende di un’illuminazione soffusa che dona un fascino particolare alla città.

Nelle fresche sere d’autunno, vagare senza meta tra i vicoli e le piazze è già di per sé un’esperienza memorabile, ma per chi è in cerca di una notte indimenticabile, i quartieri LGBTQIA+ friendly di Carmen e Ruzafa sono delle mete imperdibili.

Entrambi sono teatro della vita notturna valenciana, ma con sfumature diverse. Carmen è più bohémien, una sorta di culla dell’arte e della cultura locale, mentre Ruzafa è il quartiere hipster per eccellenza, con un’atmosfera giovane e dinamica.

In entrambi, potrete gustare l’Agua de Valencia, il cocktail simbolo della città. Questa bevanda è emblema dei sapori valenciani: succo d’arancia fresco, vodka, gin e cava si uniscono in un drink dal sapore corposo e dalla personalità decisa.

Per chi è alla ricerca di un’esperienza autentica, sono due i locali che raccolgono consensi sia tra i residenti che tra i visitatori: il Cafè Lisboa e il Cafè de Las Horas. Entrambi i locali non solo offrono l’autentica Agua de Valencia, ma godono anche di una posizione privilegiata che li colloca tra i luoghi più suggestivi della città.

Il Cafè Lisboa, con il suo arredamento retrò e la sua atmosfera intima, è una tappa obbligata per chi desidera vivere un momento di autentica convivialità. Il Cafè de Las Horas, invece, si distingue per il suo ambiente barocco e le serate tematiche, che lo rendono un punto di riferimento per chi ama la vita notturna più sofisticata.

In entrambi i casi, vi troverete immersi in un contesto che mescola tradizione e modernità, in una città che sa come essere contemporanea senza dimenticare le sue radici.

La huerta di Valencia e la sua horchata

valencia-autunno

Valencia è la culla dell’horchata, una bevanda dolce e rinfrescante a base di chufa, un piccolo tubero tipico della regione. Ma per gustare la versione più autentica di questo elisir, nulla vale una visita alla huerta, l’area di frutteti e campi che circonda la città.

In autunno, questi spazi si tingono di una varietà di colori che sembrano usciti da una tavolozza di un pittore, offrendo un paesaggio idilliaco che invita al relax e alla riflessione.

Oltre a essere un’area di grande bellezza naturale, la huerta è anche sede del Museo dell’Horchata. Qui, è possibile imparare tutto sulla storia e sulla preparazione di questa bevanda e poi passare una giornata all’insegna dell’attività fisica e del relax.

Immaginatevi in sella a una bicicletta, con il vento tra i capelli, mentre attraversate campi rigogliosi e scoprite angoli inaspettati di questa terra fertile.

Ma il viaggio nella huerta non sarebbe completo senza una sosta in una delle numerose horchaterie della zona. Tra le più note, spiccano Daniel e Bertal, entrambi luoghi di culto per gli appassionati di questa bevanda.

Qui, non solo potrete gustare un’horchata freschissima, ma avrete anche l’opportunità di accompagnare il vostro drink con i tradizionali fartons, dolci a forma di bastoncino ideali per intingere nella bevanda.

Storia, cultura e architettura a Valencia

Se l’idea di una città che riesce a coniugare lo splendore della natura con una cultura profondamente radicata e un’architettura mozzafiato vi affascina, Valencia è senza dubbio una meta da considerare.

valencia autunno

La città è un vero e proprio paradiso per gli amanti degli spazi aperti, fruibili anche nei mesi in cui qui siamo già con cappotto e sciarpa.

Dai Giardini del Turia, un polmone verde di 9 kilometri che attraversa la città e offre percorsi ciclabili, aree per lo sport e spazi per rilassarsi, al Parco Centrale, una moderna oasi urbana che invita alla scoperta e alla contemplazione.

Il Parco de Cabecera e i Giardini di Viveros offrono un’ulteriore fuga dalla routine quotidiana. Immaginatevi un picnic all’ombra di alberi secolari, mentre il profumo di fiori freschi pervade l’aria e le fontane cantano una dolce melodia d’acqua. Questi spazi, particolarmente romantici e rilassanti, sono il contesto ideale per una pausa dalla frenesia della vita urbana.

valencia autunno

E per coloro che desiderano immergersi nella cultura millenaria della città, Valencia è un tesoro di musei, monumenti e luoghi storici. Dal celebre Museo delle Belle Arti all’emblematico Palazzo della Musica, passando per la Cattedrale di Santa Maria, fino alla Lonja de la Seda (o Borsa della Seta), Patrimonio Unesco, le opportunità per arricchire il proprio bagaglio culturale sono praticamente infinite.

L’autunno a Valencia è una stagione ricca di fascino e di attività culturali e sportive. Uno dei luoghi più iconici in cui poter vivere un’esperienza culturale di alto livello è sicuramente il Palau de Les Arts.

Progettato come una mecca per gli appassionati d’opera, il Palau vanta un calendario artistico particolarmente ricco proprio nel periodo autunnale. Dalla lirica classica a esibizioni contemporanee, il programma di stagione è concepito per soddisfare ogni gusto e curiosità.

Ma se l’opera non fa per voi, o semplicemente desiderate diversificare la vostra esperienza, l’autunno offre anche l’opportunità di immergersi nella fervente cultura calcistica della città.

Presso lo stadio del Valencia CF, il Mestalla, potrete vivere in prima persona l’emozione del campionato spagnolo di calcio, e assaporare l’atmosfera elettrizzante che solo i tifosi “Che” sanno creare.

Per un’esperienza più storica, non mancate il Mestalla Forever Tour, una visita guidata che vi porterà nei meandri dello stadio più antico della Spagna, svelandone storie e aneddoti.

L’offerta sportiva di Valencia, però, non si limita al calcio. La città è anche casa del Valencia Basket Club, una squadra che ha fatto la storia del basket spagnolo e internazionale.

Campioni in numerose competizioni, sia in campo maschile che femminile, rappresentano un altro volto del dinamismo sportivo della città. Per sperimentare il brivido del basket dal vivo, indossate la maglia taronja, il tipico arancione valenciano, e godetevi una partita della Liga Endesa o della Eurolega nella famosa arena “La Fonteta”.

I dintorni di Valencia, tra natura e tradizione

Per gli amanti dell’avventura e della natura, l’autunno a Valencia è un periodo ideale per esplorare le meraviglie naturalistiche che circondano la città. A soli 30 chilometri dal centro urbano, infatti, si possono trovare itinerari di trekking affascinanti e panoramicamente ricchi.

Escursioni

Valencia LGBTIQ+ e i suoi dintorni, microcosmo sorprendente per i weekend d'autunno tra bellezza, gusto e cultura - valencia autunno 2 - Gay.it

Il Percorso dell’Acqua di Buñol e quello del Castello di Serra sono solo due delle molte opzioni a disposizione per chi vuole immergersi nella bellezza della natura valenciana.

Iniziare la giornata con una di queste escursioni, per poi tornare in città e continuare con le visite turistiche, rappresenta un’ottima opzione per chi ha a disposizione un weekend o pochi giorni di viaggio.

Il parco naturale dell’Albufera e la gita in barca

Valencia LGBTIQ+ e i suoi dintorni, microcosmo sorprendente per i weekend d'autunno tra bellezza, gusto e cultura - valencia autunno - Gay.it

Ma le opportunità per vivere Valencia in maniera autentica non si fermano qui. Per i sognatori e i romantici, è imperdibile l’esperienza di assistere al tramonto al Parco Naturale dell’Albufera, a bordo di un’albuferenc, tradizionale imbarcazione valenciana.

Qui, si è avvolti da un’atmosfera quasi magica, con sfumature che passano dal blu profondo al più caldo degli arancioni, il tutto accompagnato dal delicato cinguettio degli uccelli.

Il modo migliore per raggiungere queste destinazioni varia in base alle preferenze personali: sia la macchina, l’autobus che la bicicletta sono opzioni valide e comode.

Ma qualunque sia la vostra scelta, la combinazione perfetta per una giornata fuori dalla routine include la visita delle risaie locali, un pasto a base di autentica paella cotta a legna in uno dei numerosi ristoranti tradizionali della zona, e il romantico tramonto in barca per concludere l’esperienza in modo indimenticabile.

Un viaggio alla scoperta della cultura enologica Valenciana

Forse non tutti sanno che il vino valenciano, con la sua prestigiosa denominazione di origine, è esportato in oltre 100 paesi del mondo, diventando così un ambasciatore enologico di questa regione.

Se desiderate conoscere più da vicino questo prodotto d’eccellenza, avete una magnifica opportunità: un’escursione organizzata nella zona di Utiel-Requenza, che vi condurra nel cuore pulsante della produzione vinicola valenciana.

Una volta arrivati, non solo avrete la possibilità di visitare le vigne e le aziende vinicole da cui nascono questi pregiati nettari, ma anche di approfondire la storia e le tecniche di produzione attraverso un itinerario culturale ben strutturato, che passa anche per il Museo de la Redonda di Utiel o le Grotte Cuevas de la Villa de Requena.

Ma l’esperienza non sarebbe completa senza una degustazione diretta. Immersi nell’atmosfera unica di una delle cantine locali, avrete la possibilità di assaporare diversi tipi di vini, ciascuno con la sua personalità e le sue caratteristiche distintive, il tutto accompagnato da una selezione di piatti tipici della gastronomia valenciana.

Il percorso dei Borgia

Una delle famiglie più influenti e controverse della storia spagnola e, in particolare, valenciana, è senza dubbio quella dei Borgia.

Originariamente provenienti dalla Spagna, questa famiglia ha lasciato un’eredità tangibile e indimenticabile nella Comunità Valenciana, che ancora oggi può essere esplorata attraverso una serie di luoghi storici.

Uno dei modi migliori per svelare i segreti e la storia di questa enigmatica dinastia è attraverso un itinerario che vi conduce in alcune delle strutture più significative collegate ai Borgia.

Iniziate il vostro viaggio a Gandía, dove potrete visitare il sontuoso Palazzo Ducale, una residenza che fu del potente Rodrigo Borgia, divenuto Papa Alessandro VI.

Poi, dirigetevi verso il Castello di Xàtiva, una fortezza che fu testimone degli albori e delle lotte di questa influente famiglia. Altri punti di interesse includono il Monastero di Santa María de Valldigna e quello di San Jerónimo de Cotalba, entrambi luoghi di riflessione e spiritualità che i Borgia hanno frequentato e, in alcuni casi, finanziato.

La scena LGBTQIA+ a Valencia

Valencia si distingue anche come una delle metropoli più LGBTQIA+ friendly della Spagna. Con una scena notturna vivace e inclusiva, la città accoglie tutti, indipendentemente dalla loro identità di genere o orientamento sessuale.

valencia autunno

Ecco una panoramica dei luoghi e delle attività che rappresentano il meglio della scena LGBTQIA+ di Valencia.

A Ruzafa

  • Cómic Café (Calle Sueca, 33): Con i suoi tavolini all’aperto, è il posto perfetto per osservare la vita di strada e l’ambiente è particolarmente vivace nei weekend.
  • Pub La Seu (Calle Centelles, 40): Questo cocktail bar è noto per la sua eccellente Agua de Valencia, una bevanda tipica della regione.
  • La Boba y el Gato Rancio (Calle Cuba, 59): Elegante caffè-bar gay con una zona esterna accogliente, ideale per una serata tranquilla.
  • Barberbirborbur Club (Mossèn Femenia, 15): Un club dance gay-friendly, animato da DJ e caratterizzato da un’atmosfera divertente.
  • Picadilly Downtown Club (Tomassos, 12): Se sei fan della musica indie, pop, rock e disco, questo è il tuo luogo ideale.
  • Planet Valencia (Sueca, 63): Bar rivolto principalmente a un pubblico femminile, offre un ambiente rilassato dove gustare un drink.

Quartiere del Carmen

  • Café Trapezzio (Plaza del Músico López Chávarri 2): Situato nel cuore dello storico quartiere del Carmen, questo caffè gay-friendly dispone di una vasta area esterna.
  • Cross Meeting Bar (C/ Juan de Mena, 7): Un bar notturno aperto a ragazz* di tutte le età, con spettacoli dal vivo occasionali.
  • Café de las Horas (Conde de Almodóvar, 1): Questo locale combina un design barocco con un’atmosfera cosmopolita, offrendo una vasta scelta di cocktail e tè, oltre a torte fatte in casa.

Quartiere di calle Sagunto

The Muse (Ruaya, 48): Ideale per un ultimo drink prima di proseguire la serata in un altro locale, come il Deseo 54.

valencia autunno

Deseo 54 (Pepita, 15): È la discoteca LGBTQIA+ per eccellenza di Valencia, con due sale diverse dedicate a musica house internazionale e musica pop commerciale.

valencia autunno

Altri divertimenti

  • Fetish Morning’s Social Club (Sant Vicent Mártir, 386): Nonostante il nome, non si tratta di un club feticista. È una festa after molto popolare nella comunità LGBTI+.
  • Turangalila (Avda. Maestro Rodrigo 13): Ristorante con cucina mediterranea che offre anche eventi dal vivo e spettacoli drag durante la cena.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24

Continua a leggere

Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+ - guida lgbtqia friendly a gran canaria 8 - Gay.it

Gran Canaria tra spiagge dorate, acque cristalline e accoglienza LGBTQIA+

Viaggi - Francesca Di Feo 16.4.24
san-valentino-san-marino (4)

San Marino: un San Valentino di fascino e intimità, tra storia medievale e natura incontaminata

Viaggi - Francesca Di Feo 22.1.24
gran-canaria

Gran Canaria: paradiso tutto da scoprire tra escursioni, diving e yoga sulla spiaggia

Viaggi - Francesca Di Feo 21.5.24
Outing Festival (Media Ireland)

In Irlanda San Valentino è queer: benvenutə all’Outing Festival!

Viaggi - Redazione Milano 29.1.24
Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida” - Mario Alcalde - Gay.it

Peter Tatchell scrive al torero Mario Alcalde dopo il suo coming out: “Volta le spalle alla sanguinaria corrida”

News - Redazione 25.3.24
Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all'occhiello della costa orientale spagnola - valencia gay games 2026 - Gay.it

Gay Games 2026 a Valencia: una prospettiva unica sul fiore all’occhiello della costa orientale spagnola

Viaggi - Francesca Di Feo 21.12.23
Il Festival del Cinema Spagnolo di Roma celebra la Giornata contro l'Omobitransfobia con 3 film queer - On the Go prime immagini dal nuovo film con Omar Ayuso - Gay.it

Il Festival del Cinema Spagnolo di Roma celebra la Giornata contro l’Omobitransfobia con 3 film queer

Cinema - Redazione 10.5.24
Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo - Mario Alcalde coming out - Gay.it

Mario Alcalde, il primo storico coming out di un torero spagnolo

Corpi - Redazione 24.1.24