La Valencia gay-friendly ti sorprenderà

Valencia è il place-to-be per le vacanze friendly in Spagna nel 2019. Qui il divertimento è assicurato, per ogni tipo di famiglia!

Pensare alla Spagna per una vacanza friendly è quasi automatico: calore delle persone e del clima, grande apertura mentale, arte, cibo, costi non eccessivi, ottimi collegamenti e il temperamento latino che per noi italiani non guasta mai. E se il pensiero corre subito a Barcellona e Madrid, capitali cosmopolite e sicuramente  apertissime, ma probabilmente già viste, è Valencia la capitale che ti suggeriamo se vuoi essere davvero sorpreso in questo 2019.

La terza città della Spagna per numero di abitanti infatti, già universalmente nota per la paella, dopo la coppa America di vela di qualche anno fa ha avuto un ulteriore rilancio e oggi splende per attrattive, qualità della vita, ed offerta turistica.

Valencia conta quasi un milione di cittadini e vanta il più grande porto della costa occidentale del Mar Mediterraneo. Nel corso degli anni, sin dagli antichi romani, la città si è vista modellare da diversi popolazioni, fattore che le ha permesso di diventare un centro cosmopolita ricco di cultura e arte, e di offrire ai turisti delle bellezze uniche nel suo genere, a partire dalle diverse architetture degli edifici che caratterizzano la città spagnola.

Forse, proprio per questa sua ricca storia è considerata una delle città più liberali del Paese, più di Madrid e Barcellona.

Ma la prima cosa che ti impressionerà non sarà la celebre architettura della Città delle Arti e delle Scienze, ma l’apertura e l’empatia delle persone, un fattore che rende la Valencia gay-friendly una delle mete LGBTQ da non perdere.

Ti suggeriamo anche  Phuket: il perfetto binomio tra relax e movida gay-friendly

Pronto a partire? Ecco quello che ti aspetta nella Valencia gay-friendly

La capitale della regione autonoma dispone di una scena gay-friendly molto viva con locali dedicati alla comunità LGBTQ+ che approfondiremo nel successivo paragrafo Guida Gay di Valencia.

Valencia è famosa anche per essere stata una delle prime metropoli spagnole ad avere una sindaca lesbica, che ha governato la città dal 1991 al 2015.

Venendo agli eventi LGBTQ, il clou è tra Maggio e Luglio.

A giugno e ad ottobre, ha luogo la Mostra la Ploma, un festival internazionale di cinema e cultura dedicato alla diversità sessuale, di genere e familiare. Come ogni anno, gli incontri verranno organizzati in diversi punti della città, e prevederanno dibattiti, incontri letterari ed esposizioni d’arte.

Alla vigilia della parata del Valencia Pride, un evento molto particolare da segnalare sarà il 29 giugno. Alla sera, l’edifico che ospita il Comune di Valencia verrà illuminato con i colori rainbow, in ricordo dei moti di Stonewall.

La parata del Valencia Gay Pride 2019 avrà luogo il 29 giugno.

L’inizio è previsto alle 19:30 a Puerta de la Mar e si concluderà a Plaza del Ayuntamiento, dove dalle 21:30 i presenti potranno riprendere i festeggiamenti, con la Festa dell’Orgoglio. Preparatevi: farete le ore piccole ballando e cantando i brani di una selezione dei migliori DJ e artisti locali.

Ti suggeriamo anche  Koh Phangan: un paradiso con le più belle spiagge (anche gay-friendly) al mondo

Guida gay Valencia 2019: i locali e le discoteche LGBT+

Valencia ha due principali punti di ritrovo: Ruzafa e Camen. Sono i due quartieri dove la comunità si ritrova, per spostarsi poi nei vicini locali o per rimanere a parlare e bere in zona.

  • Deseo54: discoteca più famosa di tutta Valencia e la musica non è per niente male!
  • The Muse: pub e discoteca che si trova a Calle Ruaya. Buona musica, scenografie esclusive e prezzi bassi. Molto consigliato!
  • Fetish Morning’s Social Club: nonostante il nome, non si tratta di un club fetish. E’ comunque un club che fa divertire i suoi associati con musica ed eventi esclusivi, ma come missione hanno quella di contribuire l’integrazione della comunità LGBT+ nella società.
  • La Matina: circolo ricreativo a Carrer de Dénia, con uno stile moderno, ottima musica, ed eventi a cui non si può mancare! Controllate la pagina social prima di partire!
  • Barberbirborbur: si trova in Carrer Mossén Feminia, è una discoteca e un locale celebre, in una zona amata dalla movida gay.
  • Piccadilly Downtown Club: a Carrer dels Tomassos, è un discoclub esclusivo dalla buona musica ed eventi molto interessanti. Molto consigliato per trascorrere una serata!
  • Turangalila: se amate i drag show, gli spettacoli di cabaret e il buon cibo, questo ristorante in Avda. Maestro Rodrigo è il posto giusto. Stile barocco, grandi statue di gesso e un arredamento molto chic fanno di questo posto un locale molto apprezzato dalla comunità LGBT+ e non solo. Si consiglia quindi di prenotare per tempo, sarà difficile trovare posto!
  • MCLUB: musica e cocktail sono il binomio perfetto in questa discoteca, che da quasi 20 anni è un punto di ritrovo della movida.
Ti suggeriamo anche  Valencia tra natura e sport: i luoghi da non perdere

Spiagge gay-friendly a Valencia

Potevano mancare in una città come Valencia, delle spiagge frequentate in particolare da persone LGBT+? Naturalmente no.

In tutte le spiagge nessuno da molta importanza all’aspetto o all’orientamento sessuale di chi si stende a prendere il sole. Ma c’è una particolare spiaggia frequentata da chi ama il naturismo e una parte di questa è “riservata” ai bagnanti gay. Si tratta della spiaggia La Platja de l’Arbre del Gos, che si trova tra Pinedo e El Saler. Caratterizzata da dune, è un ottimo luogo per abbronzarsi senza costume, senza aspettarsi dei guardoni. Tra El Saler e Pinedo, poi, si trova proprio la zona di ritrovo della comunità LGBT+.

Credits per le foto: Ente del Turismo Valencia