Woody Allen vs. Timothée Chalamet: “Mi ha scaricato per vincere l’Oscar con Chiamami col tuo nome”

Protagonista di Un giorno di pioggia a New York, il giovane divo ha rinnegato il film e preso le distanze dal regista, che ora attacca.

Woody Allen vs. Timothée Chalamet: "Mi ha scaricato per vincere l’Oscar con Chiamami col tuo nome" - Timothee Chalamet - Gay.it
2 min. di lettura

Pochi giorni fa è finalmente uscita l’attesissima biografia di Woody Allen, A proposito di niente, in cui il leggendario regista e sceneggiatore si è tolto non pochi sassolini dalle scarpe nei confronti di Mia Farrow e il (presunto?) figlio Ronan, suoi grandi accusatori. L’84enne Allen, mito di Hollywood, è stato travolto dal #MeToo a causa di vecchissime accuse già ampiamente prese in esame dalle autorità giudiziarie e mai considerate credibili, legate alla figlia Dylan, che accusò il padre di averla molestata. Apriti cielo.

Un giorno di pioggia a New York, ultimo film del regista, è stato successivamente scaricato da Amazon e rinnegato dagli stessi attori che ne hanno preso parte, a partire dal protagonista Timothée Chalamet. Il giovane attore prese pubblicamente le distanze da Woody e dalla pellicola, annunciando al mondo che avrebbe devoluto il suo stipendio, che va ricordato ammonta al minimo sindacale come per tutti i film di Allen, a RAINN, Time’s Up e al Lesbian, Gay, Bisexual & Transgender Community Center.

Passati due anni, Woody ha affrontato la questione proprio all’interno della sua autobiografia, replicando a muso duro a Timothée: “Tutti e i tre protagonisti di “Un giorno di pioggia a New York” erano eccellenti ed è stato un piacere lavorare con loro. Timothée però poco dopo ha detto di essersi pentito di aver lavorato con me e ha dato i soldi in beneficenza, ma ha giurato a mia sorella che doveva farlo perché era in lizza per un Oscar per “Chiamami col tuo nome”. Lui e il suo agente sapevano che avrebbe avuto più chance di vincerlo se mi avesse denunciato, e lo ha fatto“.

Peccato che Chalamet quell’Oscar non l’abbia mai vinto, limitandosi a strappare la nomination. Anche Griffin Newman, Selena Gomez e Rebecca Hall, altri protagonisti del film, presero le distanze dal regista, donando i propri stipendi. Un giorno di pioggia a New York, che in Italia è arrivato grazie alla LuckyRed, non ha ancora trovato un distributore americano. E forse mai lo troverà.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Dino Fetscher, vacanze d'amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social - Dino Fetscher - Gay.it

Dino Fetscher, vacanze d’amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social

Culture - Redazione 15.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24

Hai già letto
queste storie?