Lombardia, Fontana conferma il no al patrocinio per i Pride: ‘Sono divisivi, a differenza del Family Day’

di

Il neo presidente della regione Lombardia Attilio Fontana spara a zero sul Pride.

CONDIVIDI
6.1k Condivisioni Facebook 6.1k Twitter Google WhatsApp
75586 0

Presidente della Regione Lombardia da un mese, il leghista Attilio Fontana ha subito ribadito la propria posizione nei confronti dei diritti LGBT nel corso di un’intervista rilasciata a Samuele Cafasso per Lettera43.

66enne a lungo sindaco di Varese, Fontana ha confermato che non concederà il patrocinio ai Pride lombardi di fine giugno.

Non l’ho dato a Varese e non credo lo daremo nemmeno qui. Ma ne dobbiamo parlare con gli alleati. Io credo che sia una manifestazione divisiva e che quando le manifestazioni sono divisive non sono mai da sostenere. Io sono eterosessuale, ma non è che faccio una manifestazione per accreditare la mia eterosessualità. Le scelte in questo campo devono rimanere personali, sbandierarle è sbagliato‘.

Parole volgari, nella loro chiara assurdità, che si fanno ancor più provocatorie nella difesa da parte di Fontana del Family Day, anni fa segnato da un Pirellone maroniano ‘marchiato’ ad hoc.

La famiglia rappresenta uno dei principali punti di riferimento del programma dell’amministrazione precedente e di questa. È una scelta politica quella. Lo rifaremo e non credo sia una scelta divisiva. Tutti riconoscono il valore della famiglia. È nella Costituzione, è uno dei fondamenti della nostra civiltà‘.

Concetti curiosi, quelli esplicitati dal neo Presidente, visto e considerato che il Pride ha sempre ben accolto tutti, eterosessuali ed omosessuali, sposati, single, genitori, figli, fidanzati, bimbi e anziani, a differenza di quel Family Day che già dal nome si pone come discriminatorio, volendo negare diritti a chi non ce li ha. ‘Divisivo‘, Treccani docet, è un qualcosa ‘che crea divisioni o contrapposizioni‘. Caro presidente Fontana, è la lingua italiana.

Leggi   Pride, gli omofobi dell'Osservatorio Gender lanciano consigli su come boicottarli
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...