Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: “Vergogna, è un pericolo per la Costituzione”

L'omobitransfobia paga? Il Mondo al Contrario, mai titolo fu più profetico.

ascolta:
0:00
-
0:00
Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: "Vergogna, è un pericolo per la Costituzione" - Vannacci - Gay.it
Generale Vannacci
4 min. di lettura

La nomina a sorpresa, improvvisa, a dir poco improvvida e discutibile.

Il generale dell’esercito Roberto Vannacci sarà da oggi a Roma in quanto nuovo capo di stato maggiore del comando delle forze operative terrestri del comando operativo dell’esercito. A darne notizia La Gazzetta di Lucca. A pochi mesi dalla pubblicazione del libro choc Il mondo al contrario, grondante misoginia, xenofobia e omofobia, è arrivata quella che molti hanno definito “promozione” da parte del governo Meloni.

Lo scorso 17 agosto Guido Crosetto, Ministro dell’Interno, twittò con parole ferme nei confronti di Vannacci, parlando pubblicamente di “farneticazioni personali di un Generale in servizio”, di “opinioni che screditano l’Esercito, la Difesa e la Costituzione. Per questo sarà avviato dalla Difesa l’esame disciplinare previsto”.

24 ore dopo Crosetto precisò: “Il Generale Vannacci non è stato destituito. Come da prassi nelle Forze Armate è stato avvicendato nell’incarico, su decisione del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, a tutela Sua e della Forza Armata, in attesa di accertare i fatti ed ascoltare tutti gli interessati”.

100 giorni dopo quelle parole, Vannacci è andato incontro ad un nuovo incarico, suscitando lo sdegno politico delle opposizioni.

“Crosetto chiarisca come è stato possibile promuovere al vertice dell’Esercito un generale che fa politica e esalta discriminazione e odio come valori. Vannacci, come Capo di Stato Maggiore, è un pericolo per la Costituzione e per quei cittadini italiani che continua ad attaccare”, ha attaccato Alessandro Zan, deputato e responsabile diritti nella segreteria nazionale del Partito Democratico sui suooi canali social. “Giorgia Meloni e Guido Crosetto hanno premiato Vannacci, ora promosso a Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano. Non è solo una vergogna, ma ormai un concreto pericolo per tutte quelle persone bersaglio degli attacchi e delle offese di un generale che calpesta la Costituzione. Ecco la meritocrazia di questa destra”, ha concluso Zan.

“La nomina del generale Vannacci a capo di Stato maggiore delle forze operative terrestri è indegna”, ha commentato Riccardo Magi di +Europa. “Sarà stato premiato per le sue fatiche letterarie, ma è la conferma che con questo governo la xenofobia, l’omofobia e le farneticazioni complottiste rappresentano meriti e non demeriti. Invece di destituire un militare che con le sue parole tradisce i valori della Costituzione su cui ha giurato, viene confermato ai massimi vertici dell’Esercito. Il ministro Crosetto, che si era inizialmente indignato per le frasi contenute nel libro di Vannacci, smentisce se stesso e valorizza all’interno delle nostre Forze Armate la peggiore Italia. È tutto semplicemente vergognoso”, ha concluso Magi.

“”Il mondo al contrario” non è solo il titolo del libro di Vannacci ma ormai è l’imperativo del Governo Meloni”, ha cinguettato l’ex premier Giuseppe Conte. “Chi porta con onore e sacrificio la divisa, rispettando i valori della Costituzione, viene spesso dimenticato; chi scrive le sue “farneticazioni” in un libro fa carriera”, ha concluso il leader 5 Stelle.

“Mentre Salvini ospita la feccia d’Europa in una città meravigliosa, piena di storia e di impegno civile come Firenze, Crosetto e il suo ministero non trovano di meglio da fare che far avanzare la carriera di Vannacci. L’Italia merita di meglio”, ha commentato Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana.

Il diretto interessato, ovvero Crosetto, ha così replicato alle tantissime critiche ricevute:

“In merito alle pretestuose polemiche che oggi alcuni stanno provando a sollevare, sentendosi esperti di questioni e tematiche militari, mi preme solo sottolineare che il generale dell’Esercito Roberto Vannacci non è stato né promosso né retrocesso. Invito a evitare polemiche strumentali basate su scarse o superficiali informazioni e di attendere con serenità che, come sempre, la legge faccia il suo corso. Gli esiti dell’inchiesta interna sul caso sono ancora in via di valutazione”.

Successivamente, Crosetto ha aggiunto: “Spiego equivoco: Il capo di stato maggiore dell’esercito (o marina o aeronautica) e il capo di stato maggiore di un comando o ente (qualsiasi) sono cose differenti.
Il primo è il responsabile di un’organizzazione complessa e decide, il secondo il collaboratore di un comandante”.

Ma ricordiamo quanto scritto e detto da Vannacci negli ultimi 3 mesi e mezzo.

In piena estate del 2023 esce Il Mondo al Contrario, libro autoprodotto dal generale italiano, già comandante della Task Force 45 durante la Guerra in Afghanistan, ex comandante del 9º Reggimento d’Assalto Paracadutisti “Col Moschin”, comandante della Brigata Paracadutisti “Folgore” e comandante del contingente italiano nella Guerra civile in Iraq.

Ed è da queste pagine che emergono simili parole. “Cari omosessuali, normali non lo siete, fatevene una ragione!”, si legge nel libro autoprodotto, in cui Vannacci “si dissocia, sin d’ora, da qualsiasi tipo di atti illeciti possano da esse (interpretazioni del testo, ndr) derivare”. Il generale attacca “le discutibili regole di inclusione e tolleranza imposte dalle minoranze” e “il lavaggio del cervello di chi vorrebbe favorire l’eliminazione di ogni differenza compresa quella tra etnie, per non chiamarle razze”.

Tra i vari capitoli il generale attacca l’omogenitorialità, perché “se non è nella natura dell’uomo essere cannibale”, perché due papà o due mamme dovrebbero esserlo? Secondo codesto signore, la lobby gay sarebbe talmente potente dall’aver vietato l’utilizzo di “termini che fino a pochi anni fa erano nei nostri dizionari: pederasta, invertito, frocio, ricchione, buliccio, femminiello, bardassa, caghineri, cupio, buggerone, checca, omofilo, uranista, culattone che sono ormai termini da tribunale”. Non contento, il generale ha trovato tempo e modo per insultare anche le persone transgender, facendo l’esempio di tal Rocco che si fa chiamare Aurora, pur continuando “ad essere dotato di batacchio in mezzo alle gambe”. Testuale.

Esplode la bufera. Tutta Italia parla di Vannacci, invitato in tutte le trasmissioni generaliste. Il suo libro, improvvisamente, diventa un best seller, vendendo circa 100.000 copie. La destra salviniana ipotizza una candidatura alle europee, mentre il diretto interessato ribadisce quanto scritto. “Rivendico il diritto all’odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c’è chi li critica”, precisa in tv. Per poi aggiungere omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili e proseguire con i propri deliri omobitransfobici in lungo e in largo tra una presentazione e l’altra. A inizio ottobre la confessione privata: “Se mia figlia fosse lesbica cercherei di indirizzarla verso l’eterosessualità”.

Può un uomo del genere, che sappiamo ancora sotto inchiesta, essere nominato nuovo capo di stato maggiore del comando delle forze operative terrestri del comando operativo dell’esercito? Il Mondo al Contrario, mai titolo fu più profetico.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche - Sanremo 2025 - Gay.it

Sanremo 2025, a chi affidare il dopo Amadeus? Tutti i nomi in ballo, tra ipotesi concrete e utopistiche

Culture - Federico Boni 15.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming - film 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 19.2.24
James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell'amato Julio Torres - James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dellamato Julio Torres - Gay.it

James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell’amato Julio Torres

Culture - Redazione 13.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango tra le favorite dei bookmakers. Le quote ufficiali - Angelina Mango 1 - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango tra le favorite dei bookmakers. Le quote ufficiali

Culture - Redazione 14.2.24
fedez luis sal chiara ferragni fabrizio corona

“Fedez ha una relazione con Luis Sal”, a processo per diffamazione Alessandro Rosica: “Ha offeso la reputazione del rapper”

News - Redazione 19.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: "Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili" - 6D3046CB E0AC 431B 8685 F78A3416FE24 - Gay.it

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: “Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili”

News - Redazione 25.9.23
cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
lega-golinelli-difende-vannacci

“Dire che i gay vanno contro la natura non è una cosa insensata”. Anche il leghista Guglielmo Golinelli difende il generale Vannacci

News - Francesca Di Feo 21.8.23
I repubblicani d'America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica - Laurel Hubbard 1 - Gay.it

I repubblicani d’America presentano legge per bandire le atlete trans dalla squadra olimpica

News - Federico Boni 7.2.24
Monza, consiglio comunale - La protesta durante la bocciatura della mozione "Caro Sindaco, trascrivi"

“A Monza il sindaco del PD ha abbandonato le famiglie omogenitoriali, serve un coraggio radicale”

News - Giuliano Federico 15.12.23
matteo salvini roberto vannacci elezioni europee

Salvini vuole candidare Vannacci alle Europee

News - Redazione Milano 19.10.23
San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: "Non potevo restare indifferente" - San Lazzaro di Savena la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino - Gay.it

San Lazzaro di Savena, la sindaca Conti registra il figlio di PierFilippo e Nino: “Non potevo restare indifferente”

News - Federico Boni 14.12.23
Thailandia verso il matrimonio egualitario

Thailandia, ad un passo il sì definitivo del Parlamento al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 21.12.23