USA: manifesti scandalo per "Peni sani 2002"

di

La società degli autobus non ha accettato alle fermate i cartelloni della campagna contro la sifilide, con immagini di genitali maschili senza censure.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


SAN FRANCISCO – Per contrastare il preoccupante ritorno della sifilide, il comune di San Francisco ha deciso di varare una campagna di sensibilizzazione: "Healthy penis 2002" ("peni sani 2002"). Un invito a stare attenti e un tentativo, ironico, di rassicurare: "peni sani", proprio come i… denti. Però non è andato tutto liscio. I manifesti pubblicitari realizzati per l’occasione, caratterizzati da un’immagine senza foglie di fico di genitali maschili in evidenza, hanno scandalizzato e suscitato polemiche. Tra le reazioni più negative quella di Viacom Outdoor, la società che gestisce le pensiline delle fermate degli autobus e dei tram.

In realtà il sindaco di Frisco non pensava di tappezzare tutta la città di icone falliche per quanto in versione "pubblicità progresso". Alla Viacom il comune aveva chiesto di ospitare i cartelloni della campagna "peni sani" solo in cinque fermate di autobus nel quartiere di Castro, una zona abitata in prevalenza da omosessuali. Per la Viacom, però, non se ne parla neppure. Quei poster potrebbero offendere i bambini e le famigliole del quartiere. E dice Patrick Roche, vicepresidente di Viacom Outoor, "non voglio essere sommerso da telefonate di madri indignate… siamo sensibili al nostro pubblico".

La Viacom ha quindi esposto dei cartelloni diversi, con la sola immagine delle ferite prodotte dalla sifilide ma senza i genitali. Per i pubblicitari del comune questo è uno smacco. In molti temono che ne vada dell’efficacia della campagna. Per richiamare l’attenzione su un tema grave, ma ancora trascurato, come il ritorno della sifilide ci volevano, dicono, "messaggi più forti e insoliti", diretti. Non a caso, dice Jeffrey Klausner che dirige il dipartimento sulle malattie a trasmissione sessuale del comune, avevamo chiesto di realizzare quei manifesti proprio alla comunità gay di San Fancisco.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...