UN TRIANGOLO TUTTO ITALIANO

di

Veronica ama Enrico, ma Enrico ama Matteo. E Matteo, chi sceglierà? "Pazzo di te", fumetto italiano che si svolge a Bologna, è la prima vera storia made in...

1708 0

Titolo: “Pazzo di te”

Costo: £15000

Casa editrice: Kappa Edizioni

e-mail: info@kappanet.it

Reperibile in fumetteria o presso la casa editrice

Veronica ha un debole per Enrico, ma Enrico ama Matteo. La domanda è:

per chi batterà il cuore di Matteo quando Francesca partirà per la Francia? Per scoprirlo non resta che seguire la storia del gruppo di ragazzi bolognesi protagonisti di “Pazzo di te”. La prima vera storia made in Italy che presenta un ragazzo gay (Enrico

) vero e credibile, alle prese con amici etero (e non) altrettanto veri e credibili.

Era quasi un obbligo inaugurare questa rubrica con questo titolo. Per la prima volta un giovane omosessuale non è una spalla o, peggio, una macchietta, ma un protagonista di primo piano. Alle prese con l’apparente incompatibilità della sua vita gay col re

sto dei suoi rapporti sociali, vittima di una contorta vendetta e delle avances di Veronica, alle prese con la frugalità dei rapporti mordi e fuggi e con la sincera amicizia che gli offre Matteo. .Al quale è riuscito a far superare un difficile momento ne

l precedente volume della serie (dal titolo “Gente di notte”). Tutto questo e molto di più è “Pazzo di te” che, mi auguro, non sia un punto di arrivo, ma un punto di partenza per qualcosa di nuovo, a riprova del fatto che le cose, forse, qua e la stanno c

ambiando davvero…Il disegno di Andrea Accardi è andato via via perfezionandosi, diventando più essenziale e immediato rispetto a “Gente di notte”, tanto da rendere al meglio il gioco delle emozioni e l’essenza dei momenti. Bravo anche allo sceneggiatore

Massimiliano de Giovanni, che ha saputo tratteggiare personaggi a tutto tondo senza cadere nelle solite situazioni “di comodo”…Ma la cosa veramente “storica” è il finale, quando si scoprono tutte le carte e Matteo ed Enrico, forse…

Un finale a

perto verso quegli sviluppi che per anni la nostra editoria (almeno quella a fumetti) ha semplicemente ignorato, se non peggio.

di Valeriano Elfodiluce

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...