ASSALTO GAY A HOLLYWOOD

di

Los Angeles, la polizia arresta numerosi assalitori di omosessuali grazie alle tempestive segnalazioni dei malcapitati. Che, finalmente, sono stanchi di subire. E a volte restituiscono le percosse.

771 0

LOS ANGELES – Un ragazzo omosessuale è riuscito a ribaltare la situazione e disfarsi di due potenziali assalitori. E’ successo la settimana scorsa a West Hollywood, Los Angeles, quando il ragazzo non si è ritirato davanti agli insulti omofobi dei due e ha reagito ai loro tentativi di picchiarlo.

Nella mattina di venerdì 25 ottobre, due uomini, Fidel Serrano di 23 anni e Martin Hernandez di 21, sono stati arrestati per aggressione e per crimini di odio, dopo aver tentato di assalire un gay fuori da un bar di West Hollywood sul Santa Monica Boulevard. L’uomo, le cui generalità non sono state rese note, ha risposto all’assalto quando Serrano e Hernandez sono saltati già dalla maccina e hano cominciato a picchiarlo sul volto e alla testa con le mani. Con una mossa a sorpresa, la vittima ha colpito Serrano, stendendolo a terra.

Serrano e Hernandez hanno così cercato di saltare sulla loro macchina, e hanno cercato di darsi alla fuga, ma sono stati fermati dai sostituti dello Sceriffo della contesa di Los Angeles a meno di un isolato di distanza. Alcuni passanti che erano stati assaliti dai due uomini nelle ore precedenti, avevano già chiamato la polizia, così i vice-sceriffi erano già sulle tracce della loro macchina.

La cosa fa scalpore perché testimonia un’importante inversione di tendenza nella comunità omosessuale. «La nostra comunità ha risposto agli attacchi e si è difesa – ha detto il vice Sceriffo dichiaratamente gay Don Mueller, al sito internet PlanetOut/Gay.com – L’ufficio dello Sceriffo, come parte di questa comunità, ha risposto in maniera piuttosto veloce per acciuffare questi sospetti violenti prima che potessero nuocere a qualcun altro».

Per Mueller, la velocità con cui i testimoni dei crimini di odio hano chiamato la polizia ha fatto la differenza nella cattura degli assalitori: «E’ esattamente ciò che noi continuiamo a incoraggiare a fare».

Serrano è stato ricoverato in ospedale per essere curato dalle ferite riportate nella lotta: «Gli hanno messo tre punti in testa» ha riferito Mueller. La vittima, invece, non ha avuto bisogno di cure mediche.

Serrano e Hernandez sono stati incriminati a West Hollywood e ora sono imprigionati con una cauzione di 101.000 dollari ciascuno.

Il mese scorso, gli agenti della polizia di Los Angeles hanno arrestato altri due uomini ricercati in connessione con una serie di assalti connessi con episodi di discriminazione, nelle vicinanze di Hollywood. Il 13 ottobre, Ever Wilfredo Rivera e Selvin Orlando Campos, entrambi di 19 anni, sono stati arrestati dopo che un gay e una transessuale avevano contattato la polizia dicendo di essere stati molestati.

Secondo l’agente del Dipartimento di Polizia di Los Angeles che si occupa delle relazioni con la comunità GLBT, Stacey Simmons, anche gli incidenti del 13 ottobre hanno portato a arresti veloci, perché le vittime hanno immediatamente chiamato la polizia per riferire l’accaduto.

di Gay.com

Leggi   Bologna, 21enne denuncia atti vandalici omofobi: marchiate porta e finestra - foto
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...