52 anni di Stonewall: la rivolta di quella notte non è ancora finita

La notte tra il 27 e il 28 giugno del 1969 siamo usciti allo scoperto. E ci siamo fatti sentire.

stonewall
< 1 min. di lettura

Dal 28 giugno 1969, la rivolta allo Stonewall Inn di New York non si è mai conclusa. Sarà cambiata, certo. Non tiriamo più bottiglie e pietre contro la Polizia, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: marciamo perché vogliamo i nostri diritti, perché vogliamo dire no a ogni forma di discriminazione, per amare senza rischiare di essere aggrediti. Vogliamo semplicemente vivere, richiedendo di essere riconosciuti come la vera famiglia che vogliamo essere.

La maggior parte di noi non ha dovuto consegnare i documenti a degli agenti durante una retata, e non ha nemmeno rischiato di essere arrestato. Nonostante questo, ogni anno a giugno ci ritroviamo nelle maggiori città italiane assieme ad amici, fidanzati e talvolta parenti, per marciare lungo le vie principali, mostrandoci alla società per quello che siamo. Senza paura. Perché non c’è nulla di cui aver paura. Il 28 giugno, così come tutti gli altri giorni dell’anno, non ci deve essere spazio alla paura. Questo è quello che dobbiamo capire. E far capire.

Stonewall e la data che ha cambiato la storia della comunità LGBT+

Forse è la data più importante per la comunità LGBT+. Sicuramente una data da ricordare, da celebrare. E come, se non andando fisicamente a uno dei tanti pride sparsi lungo la penisola italiana? Facendo scoprire la nostra storia a coloro che ancora non la conoscono, siano essi membri della comunità o meno.

Solo in questo modo, si potrà far capire quello che le persone LGBT+ hanno dovuto sopportare in passato. E per quale motivo tutti noi oggi teniamo a questa data e ai pride, che tutto sono tranne che una grande carnevalata. E’ chiedere troppo?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
wolfie 27.6.20 - 18:11

rivolta, appunto, non una carnevalata come percepita oggi quella manifestazione dall'opinione pubblica.

Avatar
Franzc Dereck 28.6.19 - 19:22

Amore mio , sono 42 anni ininterrotti che dividiamo , come dicevano i nostri padri Latini il letto ed il desco ; se lo abbiamo potuto fare è anche grazie a quella notte di 50 anni fa. Grazie .

Trending

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24

Continua a leggere

Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
padova-congresso-nazionale-arco-stonewall

Dallo Stonewall Inn a Padova: due ospiti d’eccezione per il terzo Congresso Nazionale ARCO

News - Francesca Di Feo 12.12.23