Addio Ulay, l’arte attraverso il corpo, oltre i generi

I temi di genere nell'arte gli devono molto: riscopriamo Renais Sanse, del 1974.

Addio Ulay, l'arte attraverso il corpo, oltre i generi - ulay gender - Gay.it
2 min. di lettura

Frank Uwe Laysiepen (Solingen, in Germania, 1943), detto Ulay, fotografo e performer, è mancato ieri, 2 Marzo 2020 presso la sua casa di Lubjana.

Laysiepen è probabilmente è conosciuto dal grande pubblico soprattutto per l’emozionante e celeberrimo video della performance al Moma di New York in cui, inaspettatamente, si sedette davanti all’ex compagna, la ben più nota Marina Abramovic.

La performance consisteva proprio nel relazionarsi attraverso il contatto visivo con sconosciuti che le sedevano davanti, e il “re-incontro” con il primo amore – nonchè partner artistico- è ancora oggi un momento destinato a restare nell’immaginario collettivo.

https://youtu.be/OS0Tg0IjCp4

In realtà Ulay, più che compagno della Abramovic, è stato tra i fondatori di quella performing art della quale Marina è divenuta poi icona, ed è proprio dalla sua idea di esplorazione del corpo e della sua esistenza che si dipana il percorso dell’artista tedesco.

Il sostrato culturale è quello della Germania del dopoguerra, pervasa del senso di colpa che la generazione dei “figli” interiorizzò verso i padri, colpevoli di aver permesso l’incubo nazista. Proprio una sorta di contrappasso corporeo, di rivisitazione delle sensazione extra ordinarie che l’olocausto causò nei corpi, spinse ad indagare sulle possibilità espressive della carne vivente, in primis dell’artista stesso.

Il corpo dunque è utilizzato come recettore e medium centrale nel processo creativo, con il distacco da forme e materia inerte e da consuetudini rappresentative: il discorso artistico avviene invece nel qui ed ora, nel contesto spaziale e sociale attraversato dal corpo dell’artista. In questo percorso, potremmo dire inevitabilmente, Ulay anticipò moltissimi temi legati all’arte queer, proprio per la sua relazione con il concetto di identità.

Nel 1974, in Renais Sense (replicataBoers-Li Gallery di New York, nel 2018) combinò due elementi “effimeri” dell’identità. La polaroid, allora avanguardia tecnologica nella rappresentazione dell’identità. E il travestimento, ugualmente temporaneo, ma non per questo meno rivelatore. L’obiettivo era lo scardinamento degli stereotipi dalla costruzione dell’identità. In anticipo di oltre 40 anni rispetto a quel che stiamo vivendo, con colpevole ritardo, al giorno d’oggi.

https://www.instagram.com/p/B4410p2lZpz/?utm_source=ig_web_copy_link

https://www.instagram.com/p/B9ReNNJq1GN/

https://www.instagram.com/p/B9Rd6xdF70c/

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

Sono nata libera: intervista a Eva Robin’s - Sessp 39 - Gay.it

Sono nata libera: intervista a Eva Robin’s

Culture - Federico Colombo 23.2.24
Lino Guanciale in "Ho paura torero": un’occasione sprecata - Sessp 19 - Gay.it

Lino Guanciale in “Ho paura torero”: un’occasione sprecata

Culture - Federico Colombo 15.1.24
Il corpo del maschio: intervista a Maurizio Fiorino - Matteo B Bianchi 10 - Gay.it

Il corpo del maschio: intervista a Maurizio Fiorino

Culture - Federico Colombo 7.9.23
Adinolfi a Muschio Selvaggio con Fedez: "L'indottrinamento gender è un elemento pervasivo della nostra società". VIDEO - Sacro e profano con Mario Adinolfi e Avvocathy - Gay.it

Adinolfi a Muschio Selvaggio con Fedez: “L’indottrinamento gender è un elemento pervasivo della nostra società”. VIDEO

Culture - Redazione 20.11.23
Un Bagno di Folla: al Teatro Arcimboldi arriva il primo bagno genderless - Schermata 2023 10 02 alle 13.28.46 1 - Gay.it

Un Bagno di Folla: al Teatro Arcimboldi arriva il primo bagno genderless

Culture - Redazione Milano 2.10.23
Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album - settembre queer - Gay.it

Settembre 2023, un mese di uscite LGBTQIA+ tra cinema, teatro, serie tv e album

Culture - Federico Boni 6.9.23
unreleased photoshoot by Herb Ritts (2001)

The Woman in Me: Britney Spears racconta tutto e ringrazia la comunità LGBTIQA+

Culture - Redazione Milano 25.10.23
foto: Annick Donkers

Cassandro: chi era Saúl Armendáriz, il wrestler gay che fece coming out

Culture - Redazione Milano 11.10.23