Video

Andrew Garfield e gli attori etero che interpretano personaggi gay

L'ex Spider-Man ha chiesto maggiori opportunità per tutti, compresi quegli attori dichiaratamente gay mai presi in considerazione per ruoli etero.

3 min. di lettura

Il 19 novembre prossimo Andrew Garfield, indimenticato Spider-Man, sarà su Netflix con l’atteso “Tick, Tick… BOOM!“, musical diretto da Lin-Manuel Miranda nonché biopic in musica di Jonathan Larson, autore che ha rivoluzionato il mondo del teatro come ideatore di Rent, capolavoro queer anni ’90.

Il film narra la storia di Jon (Andrew), un giovane compositore di teatro che fa il cameriere in un diner di New York nel 1990 mentre scrive quello che spera diventerà il prossimo musical americano di grande successo. Pochi giorni prima di dover presentare il suo lavoro in un’esibizione decisiva, Jon è sottoposto a pressioni da ogni direzione: dalla fidanzata Susan, che sogna una vita artistica al di fuori di New York e dall’amico Michael, che ha abbandonato il suo sogno a favore della sicurezza finanziaria. Il tutto nell’ambito di una comunità artistica piagata dall’epidemia di AIDS. Il tempo scorre e Jon si trova davanti a un bivio, ponendosi la stessa domanda di tutti: cosa dobbiamo fare con il tempo che ci rimane?

Intervistato da Attitude, Garfield ha preso di petto la discussione che incombe  da anni ad Hollywood, legata a “chi” dovrebbe interpretare personaggi LGBT al cinema. In “tick, tick… BOOM!” Garfield interpreta come detto Larson, compianto (ed etero) compositore e drammaturgo di Rent: “Larson era così attento alla comunità LGBT“, ha ricordato Andrew. “Sentiva un tale allineamento con queste persone che non erano solitamente incluse, supportate, amate nel modo in cui è diritto di nascita di tutti. Sapete, vedere Ronald Reagan non menzionare, non parlare di Aids per tutto quel tempo, per quanti anni e per i danni che ha provocato… Jon sentiva tutto questo come l’artista sensibile che era, ed è stato tutto quel dolore, angoscia e sofferenza ad aver creato una delle grandi opere musical del secolo scorso, che è Rent.

“Ricordo di aver sentito questa storia che, quando aveva scritto Rent, era molto nervoso perché era preoccupato che non fosse la sua storia da raccontare perché era bianco, maschio e attratto dalle donne, ma poi ha chiesto a due suoi amici gay che lavoravano in ambito teatrale e ha detto loro: “Sentire, voglio suonarvi qualcosa in privato e voglio sapere cosa ne pensate, se dovrei tirarmi indietro o no”. Ha fatto l’intera versione one-man show di Rent per tipo tre ore, solo per loro. Ovviamente entrambi si sono ritrovati a piangere, e gli hanno detto: ‘No, devi essere il nostro portavoce, tu sei una persona, non importa chi scopi, fai parte della nostra comunità, sei un grande artista, cantautore e narratore, quindi per favore'”.

In un tragico scherzo del destino, Larson è morto all’età di 35 anni per un aneurisma aortico la mattina del primo spettacolo off-Broadway di Rent. In seguito è stato insignito del Premio Pulitzer postumo. Garfield, che qui interpreta per l’appunto un uomo eterosessuale, ha in passato interpretato a teatro Prior Walter, omosessuale, in Angels of America. Una discussione, quella degli attori etero chiamati ad interpretare personaggi omosessuale (quasi mai avviene il contrario), così affrontata dal divo.

“Ora le cose sono diverse, ovviamente, rispetto a come erano tre anni fa. Ma sì, Tony Kushner… mi ha chiesto di farlo e quella era davvero l’unica rassicurazione di cui avevo bisogno, quella era la benedizione, veniva da lui. Questo ha la meglio su qualsiasi altra cosa per me, uno scrittore del suo calibro che ha scritto questa cosa e ha avuto quell’esperienza vissuta, ha pensato che fossi la persona migliore in quel momento per comunicare le idee del suo spettacolo a un pubblico. Abbiamo fatto un’intervista insieme e la sua risposta a quella domanda è stata: ‘Beh, prima di tutto, è illegale per me chiedere ad Andrew con chi va a letto mentre lo assumo per un ruolo. Quindi, non sono affari miei con chi Andrew stia facendo sesso, vedo solo un attore che penso potrebbe interpretare la parte al meglio. Se ci limitiamo, se limitiamo gli artisti a fare solo arte, questo è in linea con il loro propria identità, allora è la morte dell’immaginazione empatica”. Io sono davvero d’accordo con questo.”

Andrew, oggi 38enne, è convinto che la discussione dovrebbe virare su un altro aspetto, ovvero sulle opporunità offerte agli artisti LGBT, ai quali da sempre i grandi studios evitano i ruoli eterosessuali. “Potrebbe esserci una persona fantastica, sconosciuta, che si identifica come omosessuale, che è un attore che ha l’età giusta, il tipo di fisico giusto e ha ancora più da offrire in quella parte del sottoscritto, ma non ci sarebbe modo di sapere che quell’attore esista. Ecco dove la conversazione diventa davvero importante, sull’opportunità, sulla rappresentazione e sulla rottura di questa sorta di limitazione bigotta e omofobica che persiste ancora. Capisco che se un attore etero fa suo il ruolo di un gay, potrebbe essere percepito come un problema. È complicato. Ma io mi chiedo, come possiamo creare uno spazio culturale, creare una cultura in cui le opportunità siano davvero uguali e non così squilibrate?“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24

Hai già letto
queste storie?

Dolly Parton al Dallas Cowboys Football Game 2023

Alla faccia dell’ageismo: Dolly Parton a 77 anni si veste come le pare

Corpi - Redazione Milano 30.11.23
We Are the World, l'imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop - The Greatest Night in Pop A2021 2 4 462 1a 001 - Gay.it

We Are the World, l’imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop

Cinema - Federico Boni 1.2.24
Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore” - Marco Mengoni - Gay.it

Marco Mengoni annuncia il tour negli stadi nel 2025 e rivela: “Vorrei ma non ho ancora trovato l’amore”

Musica - Redazione 28.1.24
Paola Iezzi

Siamo tuttə regine con Paola Iezzi, ascolta il nuovo singolo

Musica - Redazione Milano 13.11.23
marina cicogna gay it

Addio a Marina Cicogna, la donna più queer, androgina e anticonformista del cinema

Cinema - Chiara Zanini 4.11.23
Annette Bening in difesa della comunità trans: "Paura e ignoranza alimentate in modo spaventoso" - VIDEO - Annette Bening - Gay.it

Annette Bening in difesa della comunità trans: “Paura e ignoranza alimentate in modo spaventoso” – VIDEO

Culture - Redazione 16.1.24
Jennifer Lopez in un locale gay di Los Angeles fa una sorpresa alla sua sosia drag. Il video è virale - Jennifer Lopez and Jo Lopez header - Gay.it

Jennifer Lopez in un locale gay di Los Angeles fa una sorpresa alla sua sosia drag. Il video è virale

Musica - Redazione 19.1.24
timothee sul

Timothée Chalamet interpreta Troye Sivan al Saturday Night Live

Culture - Redazione Milano 13.11.23