“Angelo Azzurro”: il progetto romano per le persone lgbt anziane

Inizia oggi il progetto nato dalla collaborazione tra il Mieli, il Municipio e l’ASL

Iniziano oggi le attività dello sportello “Angelo Azzurro”, a Roma. Il progetto, nato dalla collaborazione tra il circolo Mario Mieli, il Municipio VIII, la Asl Roma E e altri servizi territoriali, offre servizio di ascolto e orientamento alle persone lgbt in terza età. Dal 4 marzo, poi, saranno attivati dei laboratori che hanno lo scopo di migliorare la qualità delle persone lgbt anziane cercando di supplire alla carenza di reti sociali, la solitudine e i problemi di autosufficienza.

“Attività, laboratori e uno sportello d’ascolto e orientamento dedicato – fanno sapere dal Mieli – favoriranno la conoscenza e l’interazione fra coetanei ma anche gli scambi generazionali con i più giovani. Particolare attenzione sarà dedicata a sensibilizzare e promuovere la qualificazione dei servizi territoriali per rispondere ai bisogni delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans in terza età”.

Il progetto è finanziato dalla Regione Lazio tramite l’Avviso pubblico “FRATERNITÀ” – PROMOZIONE DI NUOVE FRONTIERE PER L’INTEGRAZIONE SOCIALE, ed ha registrato l’adesione di Roma Capitale, Assessorato Pari opportunità e comunicazione, Municipio Roma VIII, e della ASL RME.

“La nostra associazione ha potuto raccogliere e seguire centinaia di richieste da parte di persone anziane LGBT, durante lo svolgimento delle sue attività e dei suoi servizi di aiuto e di sostegno – raccontano i volontari del Mieli -.Grazie a questa esperienza il Circolo ha deciso di proporre un progetto specifico con lo scopo di migliorare la vita delle persone anziane LGBT”.

Ti suggeriamo anche  Stonewall, arriva il 2° Festival LGBTQ+ dell’Università La Sapienza di Roma

Molte persone lgbt anziane, infatti, hanno vissuto il loro orientamento sessuale in clandestinità, condizione che amplifica e peggiora le difficoltà che tutti incontrano in età avanzata.

Per queste ragioni, il progetto punta a favorire l’inclusione sociale delle persone LGBT anziane, sensibilizzare e promuovere la qualificazione dei servizi territoriali dedicati agli anziani sui temi e i bisogni delle persone gay, lesbiche, bisessuali e trans, promuovere la diffusione tra la popolazione anziana, di informazioni corrette riguardanti i temi di interesse della comunità lgbt.

Una parte specifica del progetto è dedicata alla persone anziane HIV positive. Lo sportello di ascolto e orientamento è attivo dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 16.00 tramite RainbowLine (Numero Gratuito) 800110611 o presso la sede del circolo il lunedì e il mercoledì, dalle 14.00 alle 16.00.