Campobasso, insulti omofobi sulla portiera dell’auto

L’auto di una giovane trans imbrattata con la vernice. “FR*CIO”, si legge sulla portiera. La denuncia di Arcigay Molise.

Ennesimo vergognoso caso di omofobia all’italiana, in arriva questa volta da Campobasso.

A denunciare quanto accaduto Luce Visco, Presidente di Arcigay Molise. L’auto di una giovane transessuale è stata infatti imbrattata con un indecente insulto omofobo, scritto con la vernice rossa: ‘frocio’.

Apprendiamo di un recente caso di omotransfobia avvenuto a Campobasso, dove a luglio l’anno scorso si è svolto il primo Pride del Molise. Claudia, il nome è di fantasia, è una giovane donna trans che dopo un lungo periodo a Roma è tornata a vivere in Molise, e che due giorni fa ha trovato la sua automobile imbrattata da una grande scritta “FROCIO”. Già da tempo Claudia ha registrato diversi episodi discriminatori, da insulti a minacce, vivendo in un crescente stato di allarme“.

A tal proposito – continua Luce Visco – chiediamo alle istituzioni, in particolare Comune e Regione, di attivare servizi di supporto per le persone persone LGBT (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans) e promuovere campagne di sensibilizzazioni istituzionali contro l’omotransfobia.

Eppure secondo molti, citofonare casa Mario Adinolfi, l’Italia non è un Paese omofobo.