Colton Haynes shock: “mio padre si è suicidato quando ha saputo che sono gay”

La star di Teen Wolf e di Green Arrow ha parlato dei suoi problemi di ansia relativi al fatto di aver nascosto per anni la sua omosessualità e della terrivile

Colton Haynes, in una toccante intervista per Out Magazine, ha parlato della sua adolescenza difficile, rivelando in particolare il trauma vissuto per il suicidio del padre, avvenuto per l’incapacità, questo almeno è quanto gli è stato detto dai suoi parenti, di accettare l’omosessualità del figlio.

Durante la lunga intervista, la star di Teen wolf e di Green Arrow ha parlato dei suoi problemi di ansia relativi al fatto di aver nascosto per anni la sua omosessualità, dopo aver vissuto le pesati ripercussioni dell’aver rivelato alla sua famiglia e ai compagni di classe di una cittadina del Kansas, a 14 anni, il suo orientamento sessuale.

In un momento particolarmente intenso dell’intervista, Haynes ha raccontato dello shock subito quando i familiari gli dissero che il padre si era suicidato a causa della sua omosessualità. Haynes racconta che la reazione rabbiosa della madre al suo coming out gli ha provocato una forte spinta alla ribellione, sfociata in un periodo di sperimentazione di droghe e sesso. Tutto ciò fino alla fuga da casa, durata più di 3 settimane. E fu proprio durante la fuga, che a Colton venne data la notizia del suicidio del padre.

“Sono l’ultima persona al mondo a poter dire “oh, mio padre – sto male”: infatti il padre di Heynes si è sposato sette volte e non è mai stato vicino al figlio. “Ma quando morì mi dissero che si era suicidato perché ero gay. La mia reazione fu “Ma come è possibile? che prove hanno per dirlo?” finché mia madre e mio fratello sono andati a prendere le sue cose e l’unica foto che aveva era una mia foto durante il diploma. E così, capii”.

Haynes racconta di come il suo coming out tardivo con i media sia stato l’esito della pressione da parte dei manager di Hollywood, i quali non volevano sentir parlare della sua omosessualità, considerata di fatto un intralcio per la carriera dell’attore.

Ti suggeriamo anche  Frosinone, il sindaco Ottaviani sui manifesta di FN: 'omofobia è la prova provata di alcune sacche di stupidità ancora presenti nell'uomo'

“Sono stato male per anni” ha detto. “Ma mi dicevano che era l’unico modo per avere successo nel mondo degli attori di Hollywood (…) Quando entri nel mondo dello spettacolo da giovane ci sono decine di persone che si approfittano di te e controllano ogni aspetto della tua vita con la promessa che i tuoi sogni diventeranno veri. Se ci credi, fai di tutto. E ci credi, soprattutto se vieni dal Kansas come me.