Famiglie arcobaleno, figli registrati con entrambi i genitori a Palermo

La primavera arcobaleno nei comuni italiani prosegue.

Nuova vittoria per i diritti delle famiglie omogenitoriali: anche Palermo registrerà i bimbi con due mamme o due papà.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando ha emanato una direttiva con cui dispone “la trascrizione degli atti di nascita o la modifica degli atti già trascritti per i bambini con genitori dello stesso sesso“. Oltre al capoluogo siciliano, anche il comune di Fiumicino, guidato da Esterino Montino, marito di Monica Cirinnà, ha accolto la richiesta delle Famiglie Arcobaleno.

Leoluca Orlando Palermo sindaco
Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Palermo si unisce così a Torino, dove sul caso dovrà pronunciarsi l’Avvocatura dello Stato, Roma, Catania e altri comuni italiani che hanno deciso di sostenere i diritti dei figli delle famiglie arcobaleno, recependo l’orientamento espresso dai tribunali italiani. In linea con quanto sancito in diverse occasioni dagli organi giudiziari – ha commentato Orlando – ed ancor di più in linea con la politica di questa amministrazione che riconosce i diritti di tutti e di tutte, siamo convinti che questo provvedimento non sia altro che una certificazione giuridica di uno stato di fatto”.

Alla lista dovrebbe presto aggiungersi anche Milano, con cui Famiglie Arcobaleno e Rete Lenford hanno da tempo aperto un dialogo e che sarebbe già molto avanzato.

Ti suggeriamo anche  Milano, vittoria per la coppia gay: tribunale ordina la trascrizione dell'atto di nascita