Foto di classe con saluto nazista, parla lo studente gay che si è rifiutato di farlo

di

Arriva dal Wisconsin l'ultima follia scolastica con protagonisti un gruppo di giovanissimi studenti. Felicemente 'nazisti' per uno scatto.

CONDIVIDI
488 Condivisioni Facebook 488 Twitter Google WhatsApp
2103 1

Se in Italia è diventato celebre il ‘bimbo con la maglietta rossa’ che si è rifiutato di sorridere alle telecamere al cospetto di Matteo Salvini nel corso del programma Rai ‘Alla lavagna’, in America simile risonanza ce l’ha avuta un ragazzo che in una foto di classe ha fatto fatica ad esplicitare gioia.

Colpa del saluto nazista che tutti gli altri compagni della Baraboo High School hanno felicemente e serenamente ostentato. Lui, omosessuale dichiarato, non ce l’ha proprio fatta a tendere quel braccio poco prima del celebre ‘ballo’ scolastico. Se il preside della scuola, nel Wisconsin, ha immediatamente fatto partire un’indagine interna, Jordan Blue, questo il nome del ragazzo, è diventato a suo modo famoso.

“Sono abbastanza sicuro che i miei compagni di classe abbiano semplicemente interpretato ‘l’alzate la mano’ detto dal fotografo come “alziamo il braccio per scherzo”. Ma non rappresentava la mia morale e non potevo fare qualcosa in cui non credo. “Penso che alcuni studenti si siano pentiti … alcune di queste persone hanno un futuro brillante davanti a loro, quindi perché fare una cosa simile?”.

La foto è stata pubblicata per la prima volta in un album online del BHS prom sul sito wheelmemories.com, gestito dal fotografo Peter Gust, ex insegnante in pensione e con un figlio nella scuola. Non è chiaro se anche il giovane sia nello scatto, presto cancellato dal sito ma diventato virale sui social grazie all’account @GoBaraboo.

 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...