Matrimonio egualitario in tutti i territori britannici – scatta la richiesta parlamentare

Irlanda del Nord ma anche Anguilla, Isole Vergini britanniche, Isole Cayman, Montserrat e Isole Turks e Caicos. Matrimonio gay per tutti!

Ben 4 territori d’oltremare britannici su 14 non hanno ancora una legge sul matrimonio gay.

Una relazione parlamentare del comitato ristretto degli affari esteri ha ufficialmente invitato il governo britannico a estendere il matrimonio egualitario a tutti i territori britannici d’oltremare.

Territori che sono stati esentati dall’introdurre il matrimonio gay quando Inghilterra e Galles lo hanno legalizzato, nel 2013. Di questi 14 territori, nove hanno esteso il diritto, mentre cinque no.

Stiamo parlando di Anguilla, Isole Vergini britanniche, Isole Cayman, Montserrat e Isole Turks e Caicos. In un rapporto ufficiale, pubblicato giovedì scorso, la commissione ha definito la situazione “insostenibile”. “È ora che tutti i territori d’oltremare legalizzino il matrimonio tra persone dello stesso sesso e che il governo britannico vada oltre il semplice sostegno in linea di principio. Deve essere pronto ad intervenire, come nel 2001 quando ordinò la depenalizzazione dell’omosessualità in tutti quei territori d’oltremare che si erano rifiutati di farlo”.

Amnesty International ha approfittato della relazione per invitare il governo del Regno Unito a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso anche in Irlanda del Nord. Patrick Corrigan ha dichiarato: “La commissione per gli affari esteri ha giustamente osservato che la mancanza di matrimoni tra persone dello stesso sesso è problematica al punto da essere fonte di attrito tra il Regno Unito e i territori britannici d’oltremare. Questo dovrebbe essere affrontato con urgenza, dai Territori stessi o dal governo del Regno Unito. Ma il governo e il parlamento del Regno Unito si troveranno sempre in una posizione debole finchè un divieto di matrimonio tra persone dello stesso sesso continuerà ad esistere proprio nel Regno Unito – precisamente in Irlanda del Nord. Il governo dovrebbe porre fine alla discriminazione contro le persone LGBT + nel Regno Unito, in modo da avere una posizione più forte e autoritaria per assicurare l’uguaglianza matrimoniale anche all’estero. Chiediamo al governo di estendere la legislazione per i matrimoni tra persone dello stesso sesso anche in Irlanda del Nord, senza ulteriori indugi”.