San Severo, il comune offre ospitalità alla coppia gay discriminata

Durissima anche la replica di Airbnb all’omofoba padrona di un B&B, che non vuole affittare a coppie gay.

Ha fatto ovviamente clamore quanto avvenuto a San Severo, in provincia di Foggia, con una donna che ha negato la propria casa in affitto ad un ragazzo perché in compagnia di un altro uomo. La denuncia di Arcigay ha costretto Airbnb ad una replica immediata e dura nei confronti della padrona del B&B.

Abbiamo avviato delle indagini appena saputo dell’accaduto e siamo già in contatto con l’ospite per fornire l’aiuto e il sostegno necessari. Non c’è spazio per le discriminazioni su Airbnb, vanno contro i nostri principi e interveniamo ogni qual volta veniamo al corrente di casi di questo genere, anche rimuovendo un utente dalla nostra community.

Oggi, come annunciato da Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, una lieta notizia. L’amministrazione comunale di San Severo ha offerto ospitalità alla coppia di ragazzi gay discriminati.

Il gesto della Giunta comunale è importante non solo perché pone rimedio a una situazione grave e spiacevole ma soprattutto perché lancia un messaggio importante. Non si tratta di stigmatizzare semplicemente il singolo atto omofobico, il punto è far riflettere cittadini e cittadine sui temi dell’accoglienza e dell’inclusione, cruciali in questi tempi di ricorrente intolleranza. Quando un Comune, senza tentennamenti, indica la via, la discussione, che è sempre legittima e utile, si pone un approdo e una sintesi. Non solo: il gesto del Comune, unito a quello dei tanti cittadini di San Severo che in queste ore ci hanno contattato per offrire ospitalità ai ragazzi, smentisce l’odioso commento che abbiamo più volte incontrato sui social network e che fa risalire l’omofobia alla presunta arretratezza di una città o del sud in generale. Ci teniamo a stigmatizzare con chiarezza questi commenti, sbagliati quanto il comportamento della host, e che si scontrano con l’evidenza di un vivace tessuto di associazioni lgbti nel nostro meridione e con il fatto, simbolico ma tutt’altro che secondario, che propria la Puglia è stata una delle prime regioni italiane a eleggere, diversi anni fa, un governatore apertamente omosessuale, cioè Nichi Vendola. Infine, voglio rivolgere analogo plauso a Airbnb che tempestivamente si è fatto carico della vicenda mettendo in campo tutte le azioni necessarie”, ha concluso Piazzoni.

Ti suggeriamo anche  Cecenia, il presidente insiste: "Non una persona è stata discriminata"