Il Marito di Mio Fratello, il manga LGBT è diventato serie tv in live-action

Celebre manga LGBT, Il Marito di Mio Fratello è diventato serie tv in live-action.

Quattro anni dopo l’arrivo in libreria Il Marito di Mio Fratello, manga di Gengoroh Tagame edito in Italia da Panini, è diventato miniserie tv in live-action.

Da uno degli autori più celebri del mondo LGBT, una riflessione straordinaria sul vero significato dell’amore e su come, per trovare la felicità, il segreto sia vivere senza pregiudizi. Un uomo, che abita con la figlia piccola, ospiterà in casa il marito del fratello defunto. Questa la trama del fumetto originale, che ha preso vita sul piccolo schermo grazie al canale satellitare NHK BS Premium, della rete pubblica NHK. Ryuta Sato indossa gli abiti di Yaichi, l’ex-lottatore di sumo Baruto Kaito quelli di Mike Flanagan e la bimba di nove anni Maharu Nemoto quelli della piccola Kana.

Sui social giapponesi grandi elogi sono stati riservati ai 3 episodi, già andati in onda. Una storia che parla di omofobia, amore e accettazione, con Yaichi che vive da solo con la figlia Kana dopo aver litigato con il fratello gemello, perché omosessuale. Tutto cambia quando un giorno, alla sua porta, si presenta un omone con la barba: è Mike Flanagan, marito canadese del defunto fratello gemello di Yaichi.

La speranza è che Netflix, o chicchessia, possa acquistarlo regalandolo a tutti i suoi abbonati. Italia compresa.