Willa, la bambina trans che ha convinto Malta a cambiare le sue leggi

di

La storia di Willa Naylor è così potente che è riuscita a convincere i legislatori di Malta a modificare la normativa vigente

CONDIVIDI
1.3k Condivisioni Facebook 1.3k Twitter Google WhatsApp
36111 0

Una piccola ma incredibile bimba trans è riuscita a cambiare le leggi di un intero Paese. La storia di Willa Naylor, 8 anni, è così potente che è riuscita a convincere i legislatori di Malta a modificare la normativa vigente.

 

Malta infatti ha ora la legislazione sulla questione transgender più avanzata e progressista di tutto il mondo: il Gender Identity, Gender Expression and Sex Characteristics Act è il pacchetto di norme approvato grazie alla storia della piccola Willa e giustamente è stato dedicato a lei nel momento in cui è ufficialmente diventato legge.

Willa per anni ha avuto problemi a scuola, non parlava con gli altri bambini. I dottori dicevano che soffriva di una forma di “mutismo selettivo”. Per molto tempo i genitori non hanno capito che tipo di problema avesse.

 

Quando il suo papà e la sua mamma hanno iniziato a comprendere e a permetterle di essere se stessa restava comunque il problema delle regole sociali all’esterno. Se a casa la bambina poteva contare sull’appoggio dei genitori e manifestarsi con i suoi gusti e le sue inclinazioni, a scuola ad esempio questo non era possibile.

La mamma di Willa ha detto: “Ci sono stati bambini in questo Paese che potevano essere se stessi nel fine settimana e che il lunedì mattina doveva indossare l’uniforme dell’altro genere. Questo è terribile. Io sentivo che stavo uccidendo mia figlia ogni volta che mi trovavo a fare una cosa del genere, ogni volta che le mettevo l’uniforme da maschio”.

Ora le cose sono cambiate a Malta. E se è successo il merito è in gran parte anche di Willa.

 

 

 

Leggi   Angela Ponce, la modella transgender eletta Miss Universo Spagna
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...