Brescia, discriminata perché lesbica. Il Comune dovrà ora risarcirla

La Corte di Appello ha condannato per «discriminazione sessuale» la giunta di Calcinato, che nel 2020 non rinnovò il contratto di una propria dipendente dopo il suo coming out.

ascolta:
0:00
-
0:00
Brescia, discriminata perché lesbica. Il Comune dovrà ora risarcirla - federica lombardo Luisa Zampiceni - Gay.it
2 min. di lettura

 

Brescia, discriminata perché lesbica. Il Comune dovrà ora risarcirla - Brescia discriminata perche lesbica 3 - Gay.it

Un anno fa Federica Lombardo, ex-capo area dell’Ufficio Tecnico di Calcinato, paese di 12.000 anime della provincia di Brescia, aveva citato in giudizio i propri colleghi a causa del demansionamento alla quale era andata incontro dopo il coming out come donna omosessuale e l’unione civile con la comandante della polizia locale Luisa Zampiceni, avvenuta nel 2020. Alla dipendente non era stato rinnovato l’incarico di capoarea dell’Ufficio tecnico a causa del proprio orientamento  sessuale.

La Corte di Appello di Brescia ha condannato per «discriminazione sessuale» la giunta di Calcinato, accertando «il carattere discriminatorio della condotta tenuta dal Comune, guidato dal sindaco Nicoletta Maestri, nei confronti di Federica Lombardo sfociata nella privazione dell’incarico di responsabile di posizione organizzativa». Ribaltata la decisione del giudice di primo grado, che aveva respinto il ricorso della dipendente pubblica sostenendo che non avesse “provato la ricorrenza di una discriminazione fondata sul suo orientamento sessuale“.

Federica Lombardo ricopriva da anni il ruolo di responsabile degli uffici e dei servizi area sviluppo, governo e servizi al territorio. Oggi collega della moglie Luisa nel Comune di Bagolino, Federica venne sollevata dal suo incarico con la “scusa” della rotazione dei dirigenti. Oggi la Corte di Appello ha etichettato il tutto come pure e semplici “discriminazioni sessuali“. A darne notizia il Corriere di Brescia.

«Il Comune ha ritenuto di ricorrere alla rotazione degli incarichi per la prima e unica volta soltanto nel 2021 ed esclusivamente nei confronti della Lombardo», precisa la sentenza. L’allora vice-sindaco Vergano e l’assessore Cinquetti, tra le altre cose, mostrarono sui rispettivi canali social il loro dissenso nei confronti delle unioni civili. Il Comune di Calcinato dovrà ora risarcirla con alcune decine di migliaia di euro e dovrà pagare le spese legali a favore della donna per entrambi i gradi di giudizio, pari a circa 7000 euro.

Fondamentale, ai fini della sentenza, la testimonianza dell’ex sindaca Marika Legati. L’ex prima cittadina ha ricordato come «nel corso di una riunione della giunta nel 2018, dove era stata comunicata la notizia che la Zampiceni sarebbe stata nominata capo della polizia locale, era stata sollevata la questione dell’orientamento sessuale in un clima da bar ed erano stati fatti commenti provenienti da “uomini presenti” che avevano detto che assumere un comandante con quella tendenza sessuale avrebbe comportato il rischio di vedere scene di effusioni tra donne».

Felice della sentenza della Corte di Appello, ovviamente, la diretta interessata Federica Lombardo: «Confido che questa sentenza possa essere d’esempio per il futuro affinché le scelte private non condizionino l’attività professionale».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando - Break The Code Tour Nemo arriva in Italia - Gay.it

Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando

Musica - Redazione 13.6.24
Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24
Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: "Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni" - Pride Croisette 2 - Gay.it

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: “Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni”

News - Federico Boni 12.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Buone notizie Italia 2022 Gay.it

Corte di Appello di Brescia: i figli hanno il diritto a vedere riconosciuti entrambi i genitori

News - Redazione 9.2.24
brescia pride 2024, sabato 7 settembre

Brescia Pride 2024: sabato 7 settembre

News - Redazione 7.5.24