Corte di Appello di Brescia: i figli hanno il diritto a vedere riconosciuti entrambi i genitori

Brescia al contrario di Milano. Nella terra di mezzo della latitanza legislativa piovono sentenze agli antipodi relative ai figli delle famiglie arcobaleno.

ascolta:
0:00
-
0:00
Buone notizie Italia 2022 Gay.it
I Tribunali di Bologna e Bari riconoscono due famiglie omogenitoriali
2 min. di lettura

A pochi giorni dalla sentenza della Corte di Appello di Milano, che ha dichiarato illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne ribaltando a sorpresa la decisione presa pochi mesi fa dai giudici di primo grado, la Corte di Appello di Brescia ha preso tutt’altra strada, rigettando la cancellazione dell’atto di nascita di un bambino con due madri. La registrazione fatta all’anagrafe dal sindaco, in sostanza, è valida.

La protratta inerzia del legislatore, pur dopo il severo monito nell’ormai lontano 2021 della Corte Costituzionale, legittima una interpretazione evolutiva guidata dalla applicazione di principi costituzionali e sovranazionali” per “superare la mancata tutela dei figli“, si legge nella sentenza. Interpretazione evolutiva “che non può bollarsi come sostitutiva del compito del legislatore, giacché il diritto vivente è appunto anche intervenire colmando lacune a fronte della inerzia protratta del legislatore“. Il collegio bresciano Castelli-Domanico-Caprioli ha ribadito che: “la posizione di attesa di un intervento legislativo non regge a fronte di situazioni di urgenza (morte del genitore biologico) nei quali l’adozione appare rimedio non praticabile, allora non si vede perché una interpretazione evolutiva della legge 40/2004, con riferimento alla parte dedicata alla tutela dei nascituri, non possa già oggi trovare ingresso, in attesa e anzi auspicando che il legislatore disciplini in modo organico la materia” per “meglio tutelare i diritti dei bambini”.

E ha concluso:

“Non è il comportamento degli adulti che deve essere valutato, così come non vengono richieste all’autorità giudiziaria valutazioni di tipo morale o sociologico, bensì compito del giudice è valutare, nel caso concreto all’esame, la condizione effettiva di un soggetto debole privo di diritti: anzitutto il diritto a vedere riconosciuto il proprio status di figlio di due genitori e il conseguente diritto del bambino alla bigenitorialità, sancito dalle norme nazionali e sovranazionali”.

I due casi di Milano e Brescia, con sentenze esattamente agli antipodi, sono stati i primi a finire in Corte d’Appello subito dopo la circolare del ministero dell’Interno Piantedosi che aveva chiesto ai prefetti di opporsi alle registrazioni, appellandosi ad alcune sentenze della Cassazione del 2022. Ora bisognerà attendere quanto deciso a Padova, dopo la decisione della Procura che aveva chiesto la cancellazione di una delle due mamme dagli atti di nascita di tante bambine e di tanti bambini della città, per poi mandare mandare gli atti alla Corte costituzionale.

Negli anni scorsi, come ricordato da Elena Tebano sul Corriere, altre Corti di Appello avevano definito ‘valide’ le registrazioni all’anagrafe dei figli con coppie dello stesso sesso, vedi Cagliari nel 2021 e Roma nel 2020. Pochi giorni fa Milano ha sparigliato le carte, tornando a quella Corte di Cassazione che nel 2022 aveva suggerito l’adozione in casi particolari per i figli delle coppie dello stesso sesso.

Alla base di simile disparità di giudizio c’è un vuoto legislativo sempre più rumoroso e inaccettabile, una terra di mezzo che inevitabilmente produce sentenze tanto differenti. Non a caso tutti i giudici, compresa la Corte d’appello di Milano, hanno chiesto per l’ennesima volta una legge, ricordando come non debbano esserci bambini di serie A e bambini di serie B, con diritti negati a causa dell’orientamento sessuale dei propri genitori e di una cecità politica che non ha più ragione di esistere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La bellezza liberatoria degli infiniti "Pride", per sempre e ovunque: storia visiva dell'orgoglio LGBTQIA+ - pride libro scripta maneant 3 - Gay.it

La bellezza liberatoria degli infiniti “Pride”, per sempre e ovunque: storia visiva dell’orgoglio LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 8.6.24
X Factor 2024, al via le audizioni della 18esima edizione - image0 1 - Gay.it

X Factor 2024, al via le audizioni della 18esima edizione

Culture - Luca Diana 6.6.24
Mahmood alla versione spagnola di Tale e quale show

Mahmood a “Tale e quale show” spagnolo duetta con il suo imitatore. La reazione del cantante è virale – VIDEO

Musica - Emanuele Corbo 10.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Tullio Cattaneo, aggressione omofoba ai danni dello scultore, in coma dopo un pugno: "Fr*cio di m*rda" - Tullio Cattaneo - Gay.it

Tullio Cattaneo, aggressione omofoba ai danni dello scultore, in coma dopo un pugno: “Fr*cio di m*rda”

News - Redazione 6.6.24
Madonna celebra il Pride Month: "Non smetterò mai di lottare per la diversità, l'inclusione e la parità di diritti per tutti" (VIDEO) - madonna truth or dare 1991 1 - Gay.it

Madonna celebra il Pride Month: “Non smetterò mai di lottare per la diversità, l’inclusione e la parità di diritti per tutti” (VIDEO)

Musica - Redazione 7.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
iran-comunita-lgbtqia-cordoglio-ue-raisi

Iran, l’indignazione della comunità LGBTQIA+ per il cordoglio dell’UE alla morte di Ebrahim Raisi

News - Francesca Di Feo 30.5.24
decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
Ilga EUrope Lettera ai Leader Italiani in vista delle Elezioni Europee

Lettera di Ilga ai leader italiani per il programma LGBTI+ #ComeOut4EU

News - Giuliano Federico 4.6.24
joe biden pride month 2023 gay pride stati uniti lgbtiq+ trans kids

Joe Biden celebra il Pride Month 2024: “In America siamo tutti uguali, promuovere l’uguaglianza è prioritario”

News - Federico Boni 3.6.24
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
deumanizzat-bambin-trans-ideologia

Deumanizzatǝ: quando la vita di unǝ bambinǝ trans vale meno della propaganda di potere

Corpi - Francesca Di Feo 10.4.24