Cassazione: gli omosessuali perseguitati hanno diritto alla protezione internazionale, anche se non europei

La sua richiesta era stata respinta ma ora i giudici gli hanno dato ragione.

Cassazione: gli omosessuali perseguitati hanno diritto alla protezione internazionale, anche se non europei - pakistan - Gay.it
< 1 min. di lettura

Nella giornata di ieri la Corte di Cassazione ha dato ragione ad un cittadino pakistano omosessuale che aveva presentato ricorso in quanto non gli era stata riconosciuta la protezione internazionale. L’uomo infatti in quanto gay incorrerebbe in dei gravi rischi qualora dovesse ritornare nel suo Paese: in Pakistan, infatti, l’orientamento omosessuale è considerato un crimine punibile per legge.

L’uomo aveva presentato ricorso contro una sentenza del marzo 2016 della Corte di appello di Cagliari che respingeva la domanda di riconoscimento della protezione internazionale, nonostante l’uomo si dichiarasse gay. La Corte di Cassazione ora gli ha dato ragione: l’uomo ha diritto ad ottenere la protezione internazionale.

Essere gay in Pakistan significa esporsi a una condizione di persecuzione e al rischio di una ingiusta detenzione: il Pakistan ha infatti una delle leggi più dure di tutto il mondo islamico, prevedendo una facile applicazione della pena di morte sulla base di semplici testimonianze, anche senza prove concrete.

La Cassazione ha inoltre precisato che, ovviamente, per evitare dichiarazioni di opportunità, devono essere acquisite le prove, necessarie al fine di confermare la circostanza dell’omosessualità del richiedente, l’effettiva condizione dei cittadini omosessuali nella società del Paese di provenienza e lo stato della relativa legislazione.

Il terreno infatti è abbastanza scivoloso e non sono pochi quelli che su questo tema sollevano polemiche, in quanto alcuni cittadini extra-comunitari – più o meno in buona fede – tentano di ottenere lo status di rifugiati o la protezione internazionale dichiarando di essere omosessuali o comunque di appartenere ad una categoria (religiosa, d’orientamento sessuale o opinione politica) osteggiata e punita dalla legge nel proprio Paese d’origine.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Vincenzo 20.4.17 - 20:55

L'articolo é intriso di inesattezze o meglio di elementi che generano confusione, a partire dal titolo! La protezione internazionale (alias asilo) si concede a coloro che vengono perseguitati secondo quanto normato dalla Convenzione di Ginevra del 1951, mica soltanto ad europei( anzi, fortunatamente gli europei (intracomunitari) in genere non ne hanno bisogno! Lo status di rifugiato lo ottiene il richiedente a cui viene concessa la protezione internazionale (asilo). Se avete bisogno di assistenza legale potete pure rivolgervi al nostro "Servizio di assistenza Migranti e Richiedenti Asilo" di Padova (servizio nato da un anno e mezzo e totalmente gratuito).

Trending

Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
intervista a la spezia pride

La Spezia Pride ostacolato dalle istituzioni, il difficile rapporto con la destra che amministra la città – intervista

News - Gio Arcuri 20.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24

Hai già letto
queste storie?

Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
"Io gay e musulmano, immigrato e cittadino: il futuro è dei meticci" Saif ur Rehman Raja racconta il suo romanzo d'esordio "Hijra" - intervista

“Io gay e musulmano, immigrato e cittadino: il futuro è dei meticci” Saif ur Rehman Raja racconta “Hijra” il suo romanzo d’esordio – intervista

Culture - Lorenzo Ottanelli 29.4.24
Omosessuali e Omocausto cancellati dal Ministero dell'Istruzione per la Giornata della Memoria - omocausto circolare ministero istruzione giornata memoria - Gay.it

Omosessuali e Omocausto cancellati dal Ministero dell’Istruzione per la Giornata della Memoria

News - Francesca Di Feo 25.1.24
I prigionieri che indossano triangoli rosa sulle loro uniformi vengono fatti marciare all'aperto dalle guardie naziste a Sachsenhausen.

Il Giorno della Memoria: un’occasione per rompere il silenzio

Culture - Alessio Ponzio 24.1.24
Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per "omosessualità" - Indonesia fustigazione gay - Gay.it

Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per “omosessualità”

News - Redazione 9.2.24