Coronavirus, in America manca il sangue ma gay e bisex non possono donare neanche in emergenza

Se sessualmente attivi, gay e bisex in America non possono donare il sangue. Neanche in piena emergenza Covid-19.

sangue
2 min. di lettura

La Food and Drug Administration è l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici. Dipende dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti d’America, e nelle ultime ore ha suscitato indignazione all’interno della comunità LGBT.

La FDA ha infatti dato il permesso agli ospedali di iniziare a usare il plasma sanguigno per curare i pazienti contagiati dal coronavirus. Coloro che sono guariti dal COVID-19 e che ora potrebbero avere l’anticorpo per il virus sono stati incoraggiati a donare sangue per aiutare gli altri. Ma non tutti. Gli uomini gay e bisessuali sessualmente attivi non possono donarlo.

La FDA ha infatti ribadito il limite sessuale di 12 mesi sulle donazioni del sangue da parte di uomini gay e bisessuali, nonostante una spaventosa carenza di sangue a livello nazionale e una lettera firmata da 17 senatori democratici che ha sollecitato l’agenzia a rivisitare la sua politica chiaramente discriminatoria. Da 4 anni in America se sei gay o bisex e vuoi donare il sangue, lo puoi fare solo e soltanto se non fai sesso da almeno 12 mesi. Fino al 2016, è stato del tutto vietato per 30 anni, ma resta una postilla indecente, che abbraccia solo uomini gay e bisex.

Sarah Kate Ellis, presidente e CEO di GLAAD, ha chiesto che l'”antiquato divieto” sia “immediatamente revocato”. “La FDA non può permettere che un divieto obsoleto e discriminatorio sulle donazioni del sangue da parte di uomini gay e bisessuali ostacoli un trattamento potenzialmente salvavita per l’attuale dolorosa crisi sanitaria del Paese. Gli uomini gay e bi che si sono ripresi dal COVID-19 e vogliono donare plasma, o che vogliono aiutare a contribuire a una carenza di sangue a livello nazionale, sono impossibilitati a farlo per volontà della FDA. Continuare a far rispettare questa politica antiquata è pericoloso, irresponsabile e contrario alle raccomandazioni degli esperti medici.

Un portavoce della FDA ha sottolineato come l’agenzia sia “consapevole che c’è stata una significativa riduzione delle donazioni di sangue e plasma in tutto il Paese”, e che è al lavoro “con le banche del sangue” per trovare una soluzione. Ma la restrizione nei confronti di gay e bisex rimane. Nel frattempo, il bilancio delle vittime da coronavirus negli Stati Uniti ha superato i 4000 decessi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
rosario_ferrara 2.4.20 - 9:43

si tratta di un "sistema", e parlo del mondo occidentale, che, per un eccesso di liberta ha fatto la sua transizione da un' epoca di paura dell' autorita ad un' epoca di paura della noia... se si va contro la regola si ha un motivo per combattere, ma se non ci sta nessuna regola, anche il combattere diventa impossibile... NOIA, si dice in chat, ANOMIA SOCIALE, afferma la scienza, PARANOIA, nel gergo quotidiano... si tratta di un non-sistema, fallimentare in partenza... LA PIANTIAMO DI VOLERLO FARE SOPRAVVIVERE PER FORZA?

Trending

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Roma Pestaggio Coppia Gay Siti In

“Guarda sti fr*c*” non è omofobia? Sit-in mercoledì 24 e polemiche sul pestaggio alla coppia gay di Roma, dopo che gli indagati respingono l’accusa

News - Redazione 22.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24

I nostri contenuti
sono diversi