Francesco, parla il ragazzo napoletano cacciato di casa perché gay: ‘ora sono felice, finalmente un arcobaleno dopo la tempesta’

Francesco, parla il ragazzo napoletano cacciato di casa perché gay: 'ora sono felice, finalmente un arcobaleno dopo la tempesta'

Francesco, parla il ragazzo napoletano cacciato di casa perché gay: 'ora sono felice, finalmente un arcobaleno dopo la tempesta' - dirittigay - Gay.it
2 min. di lettura

Cacciato di casa insieme al compagno Giuseppe perché omosessuale, Francesco dovrà essere ora mantenuto dalla madre (150 euro mensili) e dal padre (250 euro), colpevoli di averlo buttato in mezzo ad una strada.

Una vittoria in tribunale che è finita sulle prime pagine di tutti i giornali, dopo che questa storia era andata in onda anche all’interno del Grande Fratello Vip grazie a Cristiano Malgioglio, che si era detto scioccato per quanto avvenuto.

Intervistato da LaRepubblica, il 18enne ha così festeggiato l’ordinanza emessa ieri dal giudice.

Siamo felici, finalmente un arcobaleno dopo mesi di tempesta. Essere messo alla porta da mia madre è stato il dolore più grande. Siamo finiti in strada tutti e tre, a dormire sulle panchine dei giardinetti. Io, mia sorella grande di 22 anni e Giuseppe. Noi vivevamo soli, mia madre se n’era già andata con un altro uomo. Ma prima, quando eravamo minorenni in affido, eravamo insieme nella stessa casa col suo compagno. A 18 anni compiuti siamo tornati nella stessa casa: io, le mie sorelle e Giuseppe. Ma è durato poco. Mia madre disse che la mia omosessualità poteva rovinare la mia sorellina. Che era una malattia contagiosa. Ma io non ho mai nascosto la mia natura, mi sono sempre sentito libero‘.

A quel punto Francesco, il fidanzato e la sorella più grande si sono ritrovati in strada, dal giorno alla notte, senza più un tetto dove vivere.

La prima sera abbiamo dormito in strada. Ci siamo anche rivolti alle forze dell’ordine, nessuno ci dava retta. Da febbraio ad agosto abbiamo vissuto cercando ospitalità e vagabondando da una casa all’altra. Per poco tempo abbiamo affittato un monolocale, io lavoravo in una bottega di parrucchiere e Giuseppe faceva apprendistato in una pasticceria. Ma la casa era gelida e spesso non magiavamo. Finii in depressione, persi 10 kg e andò in crisi per qualche tempo anche la nostra relazione. Rimasi di nuovo in strada, da solo, mi feci forza, mi occupai in Puglia come animatore. Poi mi rivolsi ad Arcigay Napoli. Il presidente Antonio Sannino ci ha ospitati entrambi per due settimane. Ma ci ha anche dato una mano dal punto di vista legale. Adesso siamo a Roma, in una casa di accoglienza per persone LGBT vittime di violenza di genere. Viviamo insieme, alla luce del sole‘.

Tutto è bene quel che finisce bene, si potrebbe pensare, se non fosse che Francesco abbia giustamente un cruccio.

Mia sorella, la piccola. Vorrei incontrarla. Ma la legge non lo prevede. Ed è un’ingiustizia. I genitori hanno diritto a vedere i figli, per i fratelli dovrebbe valere la stessa cosa‘.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 7.10.17 - 20:20

Lui non ha chiesto alla madre di venire al mondo. Detto tutto.

Trending

X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: "Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi" (VIDEO) - Guglielmo Scilla 2 - Gay.it

Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: “Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi” (VIDEO)

Corpi - Redazione 19.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
kyiv-pride-2024

Ucraina, perché il primo Kiev Pride dall’inizio dell’invasione russa è durato solo 30 minuti

News - Francesca Di Feo 18.6.24
Johan Floderus, diplomatico UE rilasciato dopo 2 anni di prigionia in Iran chiede la mano al fidanzato, il dolcissimo video - Johan Floderus il diplomatico UE rilasciato dopo 2 anni di prigionia in Iran e chiede la mano al fidanzato il dolcissimo video - Gay.it

Johan Floderus, diplomatico UE rilasciato dopo 2 anni di prigionia in Iran chiede la mano al fidanzato, il dolcissimo video

News - Redazione 19.6.24

Hai già letto
queste storie?

gioco videogame lgbt queer_

Natascia Maesi, presidente Arcigay: “Il gioco è sempre più tentativo di cambiare la realtà”

Culture - Matteo Lupetti 17.4.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Arcigay Io Voto Elezioni Europee 2024

Porto 8 persone a votare contro i fascisti e poi vado a bere, la campagna di Arcigay è virale

News - Mandalina Di Biase 6.6.24
roma-pride-arcigay-mieli

Roma Pride, rottura di Arcigay: “Non scendiamo in strada per diventare un target commerciale”

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
La Lega Nazionale Dilettanti in campo contro l’omofobia: "L'amore per il pallone la batte" - Campagna social contro lomofobia 1200x686 copia - Gay.it

La Lega Nazionale Dilettanti in campo contro l’omofobia: “L’amore per il pallone la batte”

Corpi - Redazione 16.5.24