Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano

Nel 2022 Ferragni pubblica la campagna #LoveFiercely con CIG Arcigay Milano. Le donazioni per il Progetto Scuola. I temi queer in oltre 100 aule.

ascolta:
0:00
-
0:00
Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano - Love Fiercely il progetto di Chiara Ferragni per celebrare lamore egualitario - Gay.it
Love Fiercely, il progetto di Chiara Ferragni per celebrare l'amore egualitario
4 min. di lettura

Nel ciclone che ha travolto Chiara Ferragni, da regina di Sanremo a reietta di Instagram, la stampa ha parlato del pandoro Balocco e delle Uova di Pasqua. Qualche giornale ha, però, notato che situazioni simili sono accadute anche in altri casi. Repubblica e il Giornale hanno parlato di #LoveFiercely, una campagna social che Chiara Ferragni ha portato avanti a febbraio 2022 a sostegno della comunità Lgbtq. Oltre a video-interviste condotte da Paolo Armelli a Nick Cerioni e Leandro Emede, a Francesco Cicconetti e Chiara Pieri e a Loredane Tshilombo e Sara La Pignola, la campagna prevedeva un sostegno al progetto Scuola di CIG Arcigay Milano, che nel 2023 è cresciuto proprio grazie a queste donazioni. Da 50 incontri nelle scuole, Arcigay è passata alla possibilità di organizzarne 100, e in futuro pianificherà nuovi corsi formativi per i docenti.Con i fondi ricevuti è riuscita a creare anche dei laboratori post-teatro.

Ma perché si parlava di possibile pratica scorretta su #LoveFiercely?

Il motivo non è tanto nella campagna di febbraio, perché in quel caso alla campagna social non è associata alcuna vendita di oggetti o gadget. Tuttavia, qualche mese dopo, nel giugno 22, il brand di Chiara Ferragni ripropone l’hashtag #LoveFiercely, e questa volta il sostegno a Arcigay Milano si accompagna alla vendita di un ciondolo arcobaleno con la scritta True Love. Chiara Ferragni dona 50mila euro nella prima fase, quella di febbraio, per poi donare altri 10mila euro a ottobre, dopo la vendita del ciondolo. In entrambi i casi si tratta di donazioni liberali che Chiara Ferragni fa a Arcigay Milano. Nella seconda fase, però, la donazione non si accompagna a una percentuale delle vendite, ma avviene in modo univoco da parte di Ferragni.

Interpellata da Gay.it, CIG Arcigay Milano ci fa sapere che “non ci sono mai stati comunicati i dati di vendita”.

Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano - Love Fiercely il progetto di Chiara Ferragni gay - Gay.it

Abbiamo chiesto ad Arcigay Milano come si sia sviluppato l’accordo con Ferragni. Dal CIG ci dicono che

Il team Ferragni ci ha contattati perché interessato a conoscerci e a sostenere il nostro lavoro. Da qui si è avviato il dialogo. Abbiamo fatto alcune riunioni e abbiamo poi definito insieme per iscritto le condizioni della collaborazione e la comunicazione riguardo alla stessa.

Per quanto riguarda, invece, la campagna di giugno…

Ci è stata proposta a seguito del lancio della prima parte della campagna, come ulteriore sostegno al nostro lavoro nelle scuole, e ha riguardato un gioiello specifico – ciondolo True Love – all’interno di una collezione a tema Pride.

Abbiamo, poi, chiesto se la donazione proveniente dalle vendite di giugno è avvenuta sempre come “donazione liberale”, se c’era un accordo siglato tra Arcigay e il brand di Chiara Ferragni su una percentuale rispetto alle vendite e se Ferragni ha mai specificato quanti gioielli con la scritta True Love ha venduto.

È stata una ulteriore donazione liberale, esatto. Sono stati donati all’associazione altri €10.000, nell’ottobre 2022, parte del ricavato delle vendite del ciondolo “True Love” (di cui alla risposta precedente) da lei realizzato in occasione del Pride di quell’anno. Non ci sono stati comunicati i dati di vendita.

La vicinanza tra Ferragni e Arcigay è rimasta nel tempo. Abbiamo chiesto anche se Chiara Ferragni sia mai stata a uno dei progetti avvenuti nelle scuole:

Siamo rimasti in contatto con il team di Ferragni per comunicare i progressi sulle nostre attività, possibili anche grazie alle donazioni ottenute. Vi era la comune idea di coinvolgerla come ospite speciale magari in una delle nostre formazioni o convegni, ma non siamo mai riusciti ad allineare le agende in tal senso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vanity Fair Italia (@vanityfairitalia)

Alla fine, questo non è il caso di una pratica scorretta o di “una truffa”. Si può, forse, intuire una comunicazione non esaustiva sulla vendita del ciondolo, ma niente di più. Tutto ciò che riguarda il pandoro Balocco è ben distante da questa situazione. Inoltre, Arcigay Milano è contenta dell’accordo e delle donazioni fatte. Il progetto Scuola è cresciuto molto e il CIG si dice molto entusiasta dei risultati ottenuti:

Sono donazioni di cui la nostra associazione di volontariato ha senz’altro beneficiato. Il progetto Scuola è cresciuto. Prima del COVID riuscivamo a realizzare circa 50 incontri all’anno; nell’anno scolastico 2022-2023, che ha segnato la piena ripresa delle iniziative e che ha beneficiato dei fondi, ne abbiamo realizzati più di 100. Significa che abbiamo parlato con 4000 studenti. Una cosa nuova e importante che abbiamo fatto grazie alla donazione e a un lungo lavoro di progettazione della nostra squadra di volontari è stata quella di organizzare un convegno, lo scorso autunno, rivolto a educatori e insegnanti; ha visto la partecipazione di 100 persone, rappresentanti di oltre 50 scuole di Milano e provincia, e il coinvolgimento di relatori professionisti su temi come l’identità di genere, le carriere alias e il linguaggio inclusivo. I fondi ricevuti ci aiuteranno a organizzarne altri nel corso degli anni; vogliamo che il convegno docenti diventi un appuntamento fisso per permetterci di formare sempre più alleanze con il mondo della scuola. Un’altra area che abbiamo avviato grazie ai fondi è stata quella dei laboratori post-teatro; le scuole vengono invitate a vedere uno spettacolo a tematica LGBTQ+ usufruendo di un contributo da parte dell’associazione per i biglietti e, a valle dello spettacolo, in sala, si tiene un laboratorio formativo riportando le classi a una discussione guidata su quanto hanno visto, toccando temi di attualità e di educazione alle differenze. Continueremo a usare le donazioni ricevute per sostenere la crescita dei servizi dell’associazione.

Le donazioni di Ferragni, quindi, sono state utili per l’associazione milanese. Abbiamo voluto indagare per capire se tutto fosse chiaro nell’operazione Love Fiercely. Si può senz’altro affermare con certezza che grazie a Ferragni e al suo tema, la comunità LGBTIAQ+ ha potuto beneficiare di fondi utili e preziosi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

Continua a leggere

arcigay

Chi sono io? Un kit per andare a scuola senza paura

Guide - Redazione Milano 7.11.23
ARIM

Al via la XI edizione ARIM, sport e musica sostengono la lotta all’Hiv

Corpi - Daniele Calzavara 19.9.23
hiv stigma arcigay

Indagine Stigma Stop sulla comunità LGBTIQA+: le identità meno visibili riportano stato di salute e psicologico più bassi

Corpi - Gay.it 14.11.23
"La violenza ha tante forme i diritti sono l'unica cura", la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d'Italia - arcigay - Gay.it

“La violenza ha tante forme i diritti sono l’unica cura”, la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d’Italia

News - Redazione 26.10.23
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, si è unito civilmente all'amato Davide Cinquanta - Gabriele Piazzoni segretario generale di Arcigay si e unito civilmente allamato Davide Cinquanta - Gay.it

Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, si è unito civilmente all’amato Davide Cinquanta

News - Redazione 10.9.23