Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

Gasperini definì su Facebook l’attività di Arcigay e di Arci nelle scuole “finocchista”. Ora dovrà pagare.

ascolta:
0:00
-
0:00
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it
2 min. di lettura

Lorenzo Gasperini, ex consigliere comunale della Lega a Cecina (Li) e vice coordinatore di Anci Giovani Toscana, è stato condannato al risarcimento dei danni (di 1000 euro) a favore di Arcigay Livorno per il reato di diffamazione aggravata. Gasperini dovrà versare anche la quota di 2800 euro per le spese processuali.

Il 17 settembre 2018 l’allora consigliere leghista, augurando un buon inizio d’anno agli studenti delle scuole superiori, definì su Facebook l’attività di Arcigay e di Arci nelle scuole “finocchista”.

Più precisamente, come si legge nella sentenza, Gasperini scrisse che Lega Giovani avrebbe cercato “di mettere fine alle deformazioni di chi per troppo tempo ha cercato di usare la scuola pubblica per fare politica e per creare un “nuovo senso comune” (espressione di Antonio Gramsci), con progetti e attività di ARCI, ARCIGAY e compagni vari per diffondere tra i ragazzi e i bambini l’ideologia relativista, immigrazionista, islamista e soprattutto – negli ultimi anni – finocchista (addirittura insegnando nelle scuole che non si nasce né maschi né femmine, secondo l’ideologia gender). “Noi ci siamo e continueremo a combattere, come abbiamo sempre fatto soprattutto a Livorno e a Cecina”.

Le parole del politico sono state ritenute dal Tribunale di Livorno offensive e denigratorie, quindi diffamanti.

Oltre a condividere pienamente la sentenza, con la condanna di Gasperini si coglie l’occasione per ricordare che da anni è costante l’impegno dell’associazione nella promozione della cultura delle differenze, dell’educazione all’affettività e alla sessualità nelle scuole del territorio, lavorando per sensibilizzare gli studenti e formare docenti e personale Ata“, il commento di Martina Cardamone, Presidente L.E.D. Libertà e Diritti Arcigay Livorno Comitato Territoriale. Che ha poi aggiunto.

In un contesto politico e sociale dove i diritti delle persone Lgbtqia+ sono sempre più sotto attacco, questa sentenza conferma che le attività dell’associazione non mirano a diffondere l’inesistente “teoria gender”, ma piuttosto la promozione di diritti e buone pratiche affinché le persone Lgbtqia+ siano sempre meno marginalizzate, anche e soprattutto nei contesti scolastici. Non si è mai negato a nessun soggetto la possibilità di criticare l’operato dell’associazione, ma si è certi che le parole d’odio non debbano avere spazio nel dibattito pubblico. Arcigay Livorno continuerà con determinazione il proprio lavoro utilizzando l’importo del risarcimento per proseguire con i percorsi formativi già avviati nelle scuole di tutta la provincia di Livorno, anche grazie alla fondamentale collaborazione e sinergia con il Centro Antidiscriminazione per persone Lgbtqia+ Approdo di Livorno. Si ringrazia l’ex presidente dell’associazione Luca Mazzinghi per aver portato avanti questa azione legale, così come l’avvocata Gioia Elisabetta Comisso per l’impegno e la passione con cui ha seguito questo processo“.

Gasperini non è il primo leghista ad essere condannato per diffamazione nei confronti di un’associazione LGBTQIA+. Prima di lui Simone Pillon, condannato in via definitiva dalla Corte di Appello di Firenze per aver diffamato l’associazione Omphalos LGBTI. Lo stesso Pillon ha difeso Silvana De Mari, a sua volta condannata in Cassazione per diffamazione aggravata per la frase “il movimento LGBT vuole diffondere la pedofilia“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Continua a leggere

Roberto Vannacci: "Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans" ( VIDEO) - Roberto Vannacci - Gay.it

Roberto Vannacci: “Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans” ( VIDEO)

News - Redazione 13.3.24
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
Famiglie Arcobaleno: "Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore" - Augusto Barbera 4 - Gay.it

Famiglie Arcobaleno: “Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore”

News - Redazione 19.3.24
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Lesbiche di tutta Europa

Lesbiche di tutta Europa sabato a Roma per protestare contro il Governo Meloni: “Anche noi siamo madri”

News - Redazione 25.4.24
gran-bretagna-giovani-trans

Scozia, 1 giovane trans su 3 non si sente al sicuro negli spazi pubblici

News - Francesca Di Feo 12.4.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Samuele Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
omofobia ragazzo giovane gay

Pontedera, 18enne cacciato di casa dopo il coming out: “Niente figli gay, vattene”

News - Francesca Di Feo 27.3.24