GAY, CREDENTE E DISPERATO

"Mi aiuti, padre: non riesco ad accettarmi, rinuncio anche alla Comunione, e tutte le mie storie finiscono male". L'esperto: "Non è l'esperienza omosessuale a costituire peccato".

GAY, CREDENTE E DISPERATO - leo7 12 3 - Gay.it
2 min. di lettura

Caro Padre sono un giovane avvocato, le scrivo perchè sono disperato, sono un cattolico particante, ma in questi ultimi anni non riesco più a fare la comunione ad andare in chiesa come prima. So di essere in peccato ma cosa ci posso fare, non mi accetto completamente, vengo da una famiglia borghese tradizionalista non bigotta, ma non accetterebbero mai la mia situazione, loro pensano ancora che io possa sposarmi, si lo so posso farlo ma sarei un infelice. Ho avuto molte storie ma quando stavo per concretizzare con qualcuno tutto andava all’aria.
Mi aiuti padre sto vivendo un periodo di isolamento e di solitudine. Grazie e scusi per la mia disperazione. luca

Caro Luca,
1) penso che tu potresti cominciare da “un’operazione” preliminare e liberatrice: accantona ciò che pensa la tua famiglia, ciò che hai imparato al catechismo, le storie che sono andata all’aria. So bene che tutto questo rappresenta per te un peso schiacciante e che di fatto non si può girare pagina con tanta disinvoltura. Ma l’operazione che ti consiglio ha lo scopo di liberare il paesaggio interiore da tutte le presenze invasive ed oppressive. Infatti finché tu non riuscirai a togliere dal palcoscenico tutte queste comparse, non sarà possibile che tu metta al centro te stesso. Gli altri, ovviamente, ci sono né sempre sono oppressivi ed ingombranti, ma forse il tuo problema non è affatto l’omosessualità (che è una realtà, non un problema) ma il fatto che tu non ti accetti e, quindi, la tua disperazione deriva dal non sentirti in regola con i desideri, i modelli, gli insegnamenti che provengono dall’esterno. Finchè tu leghi la tua “felicità” al bisogno di essere in sintonia con la mamma, il papà, il parroco ., vivrai da “alienato”, cioè dipendente dall’esterno. E’ la strada più sicura per precipitare nella disperazione e per ammalarti. Che ne dici?
2) Metti al centro un cammino di accoglienza di te stesso nella consapevolezza che non sei uno sgorbio, né un malato, né un peccatore. Certo tutti siamo peccatori, ma non è l’esperienza omosessuale a costituire peccato. Sei una persona culturalmente attrezzata e, quindi, la lettura di alcuni libri ti risulterà persino gradevole. Comincia con “Amori senza scandalo” (Edizioni Feltrinelli, di Paolo RIGLIANO).
3) Se poi vuoi andare oltre il pregiudizio di un certo cattolicesimo tradizionalista, potrai leggere alcuni libri che ti documenteranno quanto sia rozzo e infondato mettere in contrappposizione la fede cristiana e l’ esperienza omosessuale. Se consulti il sito internet (www.viottoli.it) della mia comunità in particolare nella sezione “Fede e omosessualità” troverai abbondanti riferimenti bibliografici e precisi rimandi a queste opere.
Sappi che la disperazione non è affatto il tuo destino. Sei anche tu “chiamato da Dio” a costruire la tua felicità senza negarti e senza reprimere i tuoi bisogni. Proibito chiudersi o isolarsi!!
Ti abbraccio con grande affetto.
don Franco Barbero (franco.barbero@viottoli.it – www.viottoli.it)

di Franco Barbero

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24

Hai già letto
queste storie?

Marco Andriano, showREAL - la campagna a favore dell’inclusione

E se iniziassimo a mostrare la disabilità in pubblicità? Inizieremmo ad essere inclusivi per davvero

Corpi - Luca Diana 5.12.23
bisessualita-nei-maschi-studio

I maschi con la variante genetica della bisessualità fanno più figli: ecco perché

Corpi - Francesca Di Feo 8.1.24
Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə? - cover - Gay.it

Ho l’HIV. Come prendermi cura di me stessə?

Corpi - Gay.it 6.5.24
Daria Kasatkina Tennis LGBTI Russia

Chi è Daria Kasatkina, tennista LGBTI russa che critica la Russia di Putin e solleva dubbi sulla finale WTA in Arabia Saudita

Corpi - Francesca Di Feo 30.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Bingham Cup 2024, a Roma il Campionato Mondiale di Rugby per squadre inclusive - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma il Campionato Mondiale di Rugby per squadre inclusive

Corpi - Redazione 7.2.24
Stephen Laybutt, l'ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out - Stephen Laybutt header Attitude - Gay.it

Stephen Laybutt, l’ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out

Corpi - Redazione 18.1.24
catania-convegno-persone-transgender

Catania, indigna il programma di un convegno universitario sui percorsi di affermazione di genere organizzato da un’associazione cattolica

Corpi - Francesca Di Feo 3.4.24