James Franco: “Sono gay? Dipende da cosa si intende con gay”

In un’intervista ad un magazine anglosassone, l’attore parla della sua sessualità.

Che James Franco sia tra gli attori più friendly d’oltreoceano, è cosa nota. E sul suo conto sono circolati spesso rumor e indiscrezioni che lo vorrebbero, in realtà, gay. In un’intervista rilasciata al magazine Four Two Nine, l’attore diventato famoso per il ruolo del fidanzato di Harvey Milk nell’omonimo film e ora nei panni dell’ex attivista “ex-gay” Michael Glatze in “I Am Michael” , ha spiegato che la sessualità dipende da come si definisce “gay”.

“Beh, a me piace pensare di essere gay nell’arte e etero nella vita – ha dichiarato -. Anche se sono anche gay nella vita finché non si arriva al rapporto sessuale, a quel punto si può dire che sono etero”.

“Quindi dipende da cosa si intende per gay – ha continuato -. Se ci si riferisce alle persone con cui si fa sesso, penso di essere etero. Negli anni ’20 e ’30, si definivano omosessuali le persone in base a come si comportavano e non in base a con chi andavano a letto. I marinai facevano sesso con gli uomini regolarmente, ma dato che avevano un atteggiamento mascolino, non erano considerati gay”.

Ti suggeriamo anche  Colton Haynes e il marito Jeff Leatham separati dopo sei mesi di matrimonio