La nuova app di Gay.it: news, chat, community in un’unica piattaforma

di

Disponibile per IOS e Android, la app gay totalmente italiana per incontrare, informarsi, condividere.

Da oggi Gay.it, il maggiore media LGBTQ+ italiano, ha la sua gay app per smartphone: una nuova piattaforma per le migliaia di amici che ogni giorno ci seguono. Vantaggi: più velocità e nuovi servizi.

Per provarla subito:

Spoiler: ci sono le notizie che trovi nel sito ma anche molto di più ;-).

Notizie LGBT, Community e chat in unica app

Dentro Gay.it app troverai anche la chat e la community geolocalizzata di utenti.

Sono servizi storicamente presenti nel nostro network, totalmente rivisti e riprogettati per la navigazione da smartphone, e in un’unica piattaforma per avere in tasca il meglio del mondo gay italiano: news, incontri e chat LGBTQ+.

Gay.it App è stata sviluppata seguendo i migliori standard di stabilità, velocità e sicurezza, con una chat super veloce per condividere testi ed immagini, ma con un approccio un po’ diverso dalle “tradizionali” apps di incontro come Grindr e Gayromeo.

Le novità della app di Gay.it: meno account fake, supporto in Italiano, e la migliore informazione LGBTQ+

Mentre la sezione news è consultabile senza registrazione, per accedere alla sezione chat e community della app tutti i profili dovranno essere verificati con un numero di cellulare – che ovviamente non verrà mai reso pubblico.

Una scelta fatta per garantire maggiore sicurezza e meno account fake: i pochi secondi richiesti per verificare il profilo rendono l’ecosistema più sano e sicuro per tutti.

Dopo episodi spiacevoli (esempi qui e qui) legati ad altre app gay, vogliamo che su Gay.it ogni profilo sia possibilmente collegabile ad una persona in carne ed ossa, in modo da tenere lontani omofobi, malintenzionati o profili falsi.

Altra novità nel panorama delle app è la nostra Italianità. Un grande limite per un’azienda digitale, se vogliamo, tanto più più tra i giganti globali che hanno monopolizzato il mercato delle app Gay come Grindr: gruppo cinese da 155 milioni di $, o Hornet, gruppo di Hong Kong da 13 milioni di $.

Ma un vantaggio per offrire l’informazione più utile e pertinente per la community LGBTQ+ italiana, supporto compreso.

Il sostegno ad una vera informazione LGBTQ+

Spoiler 2: arriva la parte noiosa 🙂

Come editori di una testata, sia pur particolare come è Gay.it, siamo coinvolti nel più ampio dibattito sulla sostenibilità economica dell’informazione. Siamo un media indipendente, difendiamo una minoranza, non abbiamo grossi gruppi editoriali né associazioni alle spalle: non è esattamente una passeggiata.

Viviamo di pubblicità, ma ovviamente la competizione oggi con google, facebook e i vari giganti del web è improponibile.

Riteniamo, come altri editori, che il futuro dell’informazione passi da un incrocio obbligato: maggiori e migliori servizi ai propri utenti in cambio di contributi dalla community.

Ma prima di chiedere abbiamo deciso di dare: anzichè inserire paywall o ricorrere alla richiesta di donazioni abbiamo scelto di offrire una app che risponda alle esigenze delle persone LGBTQ rendendo disponibile anche profili premium.

App di Gay.it: i profili premium per sostenere la testata LGBTQ

Intendiamoci: la nostra app ha ampi servizi gratuiti. Ma per coloro che volessero qualcosa di più, sono accessibili delle sottoscrizioni direttamente nella app. (“in app purchase”)

Queste sottoscrizioni con abbonamento mensile o annuale, similimente alle altre app gay, in cambio di un piccolo contributo consentono di:

  1. non vedere nessuna pubblicità sulla app
  2. poter contattare un numero illimitato di utenti
  3. vedere un numero illimitato di foto
  4. Poter fruire di contenuti esclusivi, solo per abbonati premium

Gli abbonamenti possono così sostenere il valore aggiunto di una testata giornalistica che con alcune sue inchieste e prese di posizione ha contribuito ad ottenere le Unioni Civili in Italia, ad esempio, e che con più mezzi potrebbe supportare in modo più efficace la lotta per i diritti in Italia, ma anche offrire entertainment, eventi, servizi di maggiore qualità.

C’è una differenza sostanziale tra un contributo di qualche euro che può rendere più libera e forte la redazione di un media italiano che da 20 anni lotta per i diritti rispetto a quelli che vanno ad arricchire qualche fondo d’investimento speculativo in Cina o ad Honk Kong, e speriamo che venga percepita anche dal nostro pubblico.

Perciò: sostienici! in primis scaricando l’app di Gay.it

—>  Android (Samsung, LG, Huawey, HTC ecc)

—> IOS (Iphone)

E poi lasciando una buona recensione, invitando i tuoi amici a scaricarla, e continuando a seguire Gay.it su una piattaforma più veloce, divertente, coinvolgente ;-).

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...