F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

In Barhain l'omosessualità è considerata illegale e può essere perseguita.

ascolta:
0:00
-
0:00
Lewsi Hamilton rainbow
Lewsi Hamilton rainbow
2 min. di lettura

La stagione 2024 della Formula 1 prenderà finalmente il via questo sabato con il primo Gran Premio dell’anno, che si terrà in Bahrain sul circuito di Sakhir. Le prime due prove del mondiale quest’anno saranno di sabato e non di domenica, per rispetto del mese del Ramadam.

Attesa per l’esordio in Ferrari del pluricampione Lewis Hamilton, da sempre strenuo alleato della comunità LGBTIQ+. La scorsa settimana sulla pista di Sakhir si è svolta la tre giorni di test di inizio stagione.  si è svolta la tradizionale sessione di test pre-stagionali di tre giorni nello stesso circuito.

Polemiche sono sorte circa la posizione del Barhain sui diritti civili. Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Bild, il personale di sicurezza del circuito ha comunicato ai membri dei team di F1 e ai loro affiliati di non esporre simboli della bandiera arcobaleno, che rappresenta il sostegno alle comunità LGBT, sui loro abiti o accessori all’ingresso dell’impianto.

In Barhain l’omosessualità è considerata illegale e può essere perseguita. Il paese è retto da una monarchia costituzionalizzata e dominata dalla dinastia della famiglia al-Khalifa dal XVIII secolo.

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari? - Lewis Hamilton - Gay.it
Lewis Hamilton

Negli ultimi anni ci sono stati alcuni segni di cambiamento. Ad esempio, nel 2014, il governo del Bahrain ha respinto una proposta per vietare l’ingresso nel paese agli stranieri con orientamento sessuale non eterosessuale. Esiste dunque  un certo grado di dibattito e apertura sulla questione all’interno della società bahrainita. Al contempo, le organizzazioni e i movimenti LGBTI+ non hanno spazio per operare e sono spesso oggetto di restrizioni e ostacoli nel perseguire le proprie battaglie.

Tutte le volte in cui la Formula 1 ha avuto a che fare con la comunità LGBTI >

In vista del Gran Premio di inizio mondiale, la stessa Formula 1 ha voluto rispondere alle richieste di non esporre le bandiere di sostegno alla comunità LGBTI+. Un portavoce della Formula 1 ha dichiarato che “si è trattato di un incidente isolato che ha violato le politiche organizzative della Formula 1 e del Bahrain“. Anche un rappresentante del circuito di Sakhir dove si svolgerà la prima gara del mondiale 2024 ha confermato questa posizione, ribadendo l’impegno contro ogni forma di discriminazione e affermando che l’incidente sarà oggetto di un’indagine e verranno intraprese “azioni appropriate”.

Proprio Lewis Hamilton negli ultimi 3 anni ha più volte criticato le leggi omobitransfobiche di Ungheria, Qatar e Arabia Saudita, indossando caschi rainbow in pista. Il tema era stato affrontato anche da Sebastian Vettel (Aston Martin).

Grazie a Lewis Hamilton vedremo finalmente un arcobaleno sfrecciare su una Ferrari di Formula 1 in un paese omofobo?

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
BigMama: "La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n'erano" - BigMama - Gay.it

BigMama: “La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n’erano”

Musica - Redazione 21.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24

Hai già letto
queste storie?

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
Foto: NPR (Keeley Parenteau)

Maratoneta non binary vince la maratona di New York (ma non riceve il premio)

Corpi - Redazione Milano 23.1.24
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Johannesburg Pride 2023, in migliaia per sostenere la comunità LGBTQIA+ dell’Uganda - Johannesburg Pride 2023 - Gay.it

Johannesburg Pride 2023, in migliaia per sostenere la comunità LGBTQIA+ dell’Uganda

News - Redazione 30.10.23
Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social - Brittney - Gay.it

Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social

News - Redazione 18.4.24
Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
uganda uomo arrestato

Uganda, la Corte Costituzionale conferma la terribile legge omobitransfobica

News - Redazione 4.4.24
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23