Veterano delle Falkland riottiene le medaglie al merito che gli strapparono via perché bisessuale

Fino al 2000 era illegale essere gay o bisex nell'esercito inglese. Migliaia le persone cacciate. Ora Joe Ousalice ha ottenuto giustizia.

Veterano delle Falkland riottiene le medaglie al merito che gli strapparono via perché bisessuale - Joe Ousalice - Gay.it
2 min. di lettura

Joe Ousalice, 68 anni, prestò servizio come operatore radio nella guerra delle Falkland, nel 1982, oltre a prestare servizio in Irlanda del Nord e Medio Oriente durante i suoi 18 anni di carriera nella Royal Navy britannica. Peccato che nel 1993 la marina inglese abbia  trascinato Ousalice fino alla corte militare, perché trovato a letto con un altro uomo. Joe negò ma la marina lo scaricò, in modo da ‘non corrompere’ gli altri, privandolo persino delle sue medaglie al merito.

Nel maggio dello scorso anno Joe Ousalice ha annunciato di voler fare causa al Ministero della Difesa (MoD), pur di riavere le sue medaglie, conquistate sul campo. Ebbene il mese scorso Ousalice ha ricevuto le scuse ufficiali dal Ministero della Difesa, che ha ripristinato le sue onorificenze militari, compresa quella per il lungo servizio e la buona condotta, riassegnatagli il 22 gennaio, nel corso di una cerimonia.

Penso che questi ultimi 27 anni di vita siano giunti a una conclusione. Ho recuperato le medaglie. Sono felice ma anche leggermente confuso, perché sono successe così tante cose. Avevo bisogno di togliermi così tanti sassolini dalle scarpe. È stata una vergogna. Non sono riuscito a trovare un lavoro, dopo quel che è accaduto. Ero ben preparato per ogni posizione che ricoprivo, ma venivo rifiutato perché le forze armate mi avevano punito, e tuttavia eccomi qui, 27 anni dopo. È stato solo con l’aiuto dell’avvocato Emma Norton, e della minaccia di portarli fino all’Alta Corte di Londra, che ha fatto cambiare le cose.

Solo nel 2000 l’omosessualità è diventata ‘legale’ anche nell’esercito britannico. Oltre 150 persone hanno ufficialmente chiesto un risarcimento alle forze armate britanniche, sostenendo di essere state licenziate a causa del loro orientamento sessuale. Ma Peter Tatchell, attivista per i diritti LGBT +, ha affermato che il vero numero di persone che sono state respinte per essere LGBT + è probabilmente vicino alle “migliaia”, perché “la caccia alle streghe ai militari gay è continuata senza sosta dalla fine degli anni ’40 fino al 1999“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Renzo Loi 25.1.20 - 19:00

una cosa è certa : resistere ad uno cosi nonè semplice.:))

Avatar
Franzc Dereck 25.1.20 - 10:27

Sotto le armi il cameratismo è sempre stato favorito ed apprezzato , ma un'eventuale relazione deve essere nascosto da complicità omertosa . Bill Clinton ha emessa la infelice DADT , opportunamente abolita da Obama , dopo l'approvazione del matrimonio per tutti. Certo gli Inglesi , molto ipocritamente , fingevano di non sapere che gli antichi Greci mettevano nella stessa fila di combattimento gli amanti , perché si aiutassero e sostenessero a vicenda.

Trending

Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24

Leggere fa bene