Moda: Daniel Lee lascia improvvisamente Bottega Veneta.

Terremoto consensuale? Nella reticenza ad esporsi con media e social network la possibile causa di un addio che nessuno immaginava.

bottega veneta
2 min. di lettura

Di solito alle 18 gli uffici chiudono, ma evidentemente ai piani alti di Kering, proprietario anche di Bottega Veneta, hanno tirato fino alle 19 per annunciare, attraverso un comunicato di pochissime parole, l’uscita immediata del direttore creativo, il trentacinquenne inglese Daniel Lee, alla guida del brand dal primo luglio 2018. 

Leo Rongone, CEO di Bottega Veneta, ha dichiarato:

“Vorrei ringraziare Daniel per il lavoro compiuto negli ultimi 3 anni. Ha dato a Bottega Veneta una prospettiva diversa e un nuovo senso di modernità, rimanendo nello stesso tempo fedele ai 52 anni di storia del brand. La notevole crescita del marchio sotto di lui è la migliore testimonianza del suo lavoro”. 

Pare abbiano lo stesso sapore le parole di François-Henri Pinault, Chairman e CEO di Kering:

“Sono grato a Daniel per aver portato passione ed energia a Bottega Veneta. La sua visione così peculiare ha reso l’identità della maison rilevante nella realtà contemporanea, riportandola al centro della scena. Vorrei ringraziarlo personalmente per il capitolo unico che ha saputo scrivere nella storia del brand”.

 

Anche per questo nessuno si aspettava una notizia simile, tanto più se si guarda ai numeri di Lee, seppur Kering non è solita rilasciare i fatturati dei singoli brand, sembrano premiare la sua visione. Probabilmente, i motivi vanno cercati anche nella decisione di Lee di sparire letteralmente dai media: non solo lo stilista non ha quasi mai rilasciato un’intervista, ma più di un anno fa ha anche deciso di cancellare l’account Instagram del brand (che comunque vanta diversi profili devoti alle sue collezioni) chiudendo così qualunque canale di comunicazione digitale, non solo con i media ma anche con il pubblico.

daniel lee
La “Pouch”, l’emblema della direzione creativa di Lee da Bottega Veneta

Daniel, che ha stravolto il significato di comunicare la moda e ribaltato il brand ha spiegato che “Gli anni passati da Bottega sono stati un’esperienza incredibile. Sono grato di aver lavorato con un team eccezionale e pieno di talento, e sarò per sempre grato a tutti quelli che ci hanno aiutato a dare vita alla nostra visione. Grazie anche a François-Henri Pinault per avermi dato la possibilità di essere parte della storia di Bottega Veneta”. 

Il comunicato si chiude anticipando che presto il brand comunicherà il nuovo assetto creativo, e come da copione nel mondo della moda, ormai i direttori creativi si cambiano quasi come si cambiano le vetrine degli stores.

Se non fosse che in questo caso, visto lo straordinario successo di critica e vendita, nessuno aveva pensato la possibilità di una rottura. Lee, un passato da assistente di Phoebe Philo da Céline (un’estetica che lui ha preso chiaramente a esempio) non solo ha riportato in auge il brand: lo ha trasformato nel nome di riferimento dello stile di oggi, adorato tanto dallo star system quanto dalla nicchia dei modaioli più sofisticati. Se dico che Daniel Lee è stato uno tra i designer più influenti dell’ultimo decennio, credetemi non lo dico tanto per dire. Lo è veramente!

In molti già ipotizzano che Lee potrebbe tornare sotto le ali di Phoebe che a gennaio 2022 dovrebbe “debuttare” con il suo marchio omonimo. Si lo penso anch’io, ma per avere qualche informazione basterà aspettare e se volete incrociate le dita.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Arcobaleno Busca B&B discriminazione omofobia

“Non accettiamo omosessuali”: Cuneo, coppia gay rifiutata in un B&B, abbiamo telefonato, ecco cosa ci hanno detto

News - Giuliano Federico 10.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24

Continua a leggere

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Marcelo Burlon

Marcelo Burlon lascia il suo brand per godersi suo marito, i suoi cani e le nuove attività

Lifestyle - Redazione Milano 23.4.24
Stefano Belotti sogna le Olimpiadi con lo slip firmato e la cover di Dust - Stefano Belotti collage 4 1 - Gay.it

Stefano Belotti sogna le Olimpiadi con lo slip firmato e la cover di Dust

Lifestyle - Luca Diana 25.6.24
#LevisPride - Queer Rodeo

Storia di quel Rainbow Rodeos tra cowboys, drag queen e anti-machismo

Culture - Riccardo Conte 7.6.24
CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24
Sabato De Sarno (MUBI)

Sabato De Sarno, Paul Mescal e l’Apple Vision Pro

Lifestyle - Redazione Milano 19.3.24
Alessandro Michele - Creative Director Valentino

Valentino, Alessandro Michele direttore creativo dopo l’addio di Pierpaolo Piccioli che andrebbe da Chanel

Lifestyle - Mandalina Di Biase 28.3.24