Moderna dà il via alla ricerca per un vaccino contro l’HIV

Dagli studi sull'mRNA portati avanti per il Covid da Moderna, si pensa ora a un vaccino contro l'HIV. Ma i primi risultati si avranno solo nel 2023.

hiv gene sieropositive contagi cancro dei gay
HIV Nuova vaccino in arrivo
2 min. di lettura

Nuove modalità, nuovo studi e nuove speranze dietro la sperimentazione di un possibile vaccino contro il virus dell’HIV. Lo ha annunciato Moderna, una delle case farmaceutiche più famose nella battaglia contro il Covid-19.

E proprio il coronavirus ha dato l’idea ai ricercatori, che hanno deciso di tentare una nuova strada per combatte l’HIV, realizzando il primo vaccino del suo genere che utilizza l’RNA messaggero (mRNA), proprio come in quello realizzato per il Covid-19.

Parte la sperimentazione su 56 pazienti

I primi studi inizieranno nei prossimi giorni, esattamente il 19 agosto. Proseguiranno sicuramente per tutto il 2021 e il 2022, e i primi dati significativi si noteranno solo nel 2023. Alla ricerca parteciperanno 56 partecipanti che non hanno contratto l’HIV, di un’età compresa tra 18 e 56 anni. A loro verrà somministrata una o due forme di mRNA che dovrebbero dare l’impulso al corpo di formare le difese contro il virus dell’HIV.

Questo nuovo tentativo fornisce molte speranze, soprattutto dopo anni di studi e ricerche. Fino ad oggi, nelle ricerche veniva iniettato nel paziente il virus inattivo, sperando che il corpo reagisse studiando il nuovo “ospite indesiderato” e producendo gli anticorpi adatto. In realtà, c’era il rischio che l’infezione colpisse il paziente, con la possibilità di contagiare altre persone.

Il nuovo studio di Moderna basato sull’mRNA

Lo studio di Moderna utilizzerà l’mRNA-1644 e mRNA-1644v2. Entrambi dovrebbero produrre un picco proteico sulle loro superfici, simili a quelli creati dal virus dell’HIV quando infetta una cellula. Quando il corpo nota questi picchi, dovrebbe iniziare a produrre gli anticorpi per combatterli.

L’uso dell’mRNA ha anche un duplice scopo, ovvero  la possibilità di modificare il vaccino più facilmente, per renderlo più resistente o forte contro un’infezione. Lo ha spiegato anche il dottor Rajesh Gandhi, medico di malattie infettive del Massachusetts General Hospital e presidente dell’HIV Medicine Association:

La piattaforma mRNA semplifica lo sviluppo di vaccini contro le varianti perché richiede solo un aggiornamento delle sequenze di codifica nell’mRNA che codificano per la variante.

Cosa importante, dato che l’HIV ha mutato in 16 varianti. Ovviamente, è sbagliato dire che tra due anni avremo un vaccino contro l’HIV, poiché Moderna sta ultimando la seconda fase dello studio solo ora. Sicuramente, però, è un buon passo in avanti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
"La Nostra Raffaella", sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video) - La Nostra Raffaella spot - Gay.it

“La Nostra Raffaella”, sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video)

Culture - Redazione 21.5.24
Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L'annuncio video - Alfonso Signorini - Gay.it

Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L’annuncio video

Culture - Redazione 21.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
Chemsex testimonianza di Filippo

Sono un utilizzatore di chemsex, la testimonianza (VIDEO)

Corpi - Daniele Calzavara 23.4.24
eyes wide shut

Durante le feste si fa più sesso?

Lifestyle - Riccardo Conte 18.12.23
"Hiv, ne parliamo?", al via la campagna ispirata a storie vere - HIV. Ne Parliamo - Gay.it

“Hiv, ne parliamo?”, al via la campagna ispirata a storie vere

Corpi - Daniele Calzavara 28.11.23
Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: "Porno di basso livello" - tom pelphrey b31035 - Gay.it

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: “Porno di basso livello”

News - Redazione 15.5.24
Vivere con hiv - la testimonianza di Enrico

Vivere con il virus: “L’Hiv è stato una grande occasione per prendermi cura di me stesso”

Corpi - Daniele Calzavara 22.3.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24