È morto Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers Club e Big Little Lies

Il regista canadese aveva diretto anche "C.R.A.Z.Y.", cult LGTBQ+, e Sharp Objects.

È morto Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers Club e Big Little Lies - Jean Marc Vallée regista di Dallas Buyers Club e Big Little Lies - Gay.it
È morto Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers Club e Big Little Lies
3 min. di lettura

Santo Stefano di lutto ad Hollywood per la morte di Jean-Marc Vallée, regista, sceneggiatore e montatore canadese deceduto all’età di 58 anni. Le cause della morte non sono state ancora rese note. “Jean-Marc rappresentava creatività, autenticità nel provare le cose in modo diverso“, lo ha ricordato l’amico Nathan Ross. “Era un vero artista e un ragazzo generoso e amorevole. Tutti coloro che hanno lavorato con lui non hanno potuto fare a meno di vedere il talento e la visione che possedeva. Per me era un amico, un partner creativo e un fratello maggiore. Il maestro ci mancherà molto, ma è confortante sapere che il suo bellissimo stile e il lavoro di grande impatto che ha condiviso con il mondo continueranno a vivere”.

Vallée debutta al cinema nel 1995 con Liste noire, drama candidato a nove Genie Award. Hollywood si interessa subito a questo giovane canadese, che in California gira Posse II – La banda dei folli (1997) e Loser Love (1999). Ma è C.R.A.Z.Y., film ambientato nel Québec degli anni sessanta e settanta, che lo fa conoscere al grande pubblico. Il protagonista, interpretato da Marc-André Grondin, deve riuscire a farsi accettare dall’omofobo padre. Successivamente il regista gira The Young Victoria con Emily Blunt, Café de Flore con Vanessa Paradis e soprattutto Dallas Buyers Club, titolo spartiacque della sua carriera. La pellicola ottiene sei candidature ai premi Oscar 2014, tra cui miglior film, miglior montaggio di Vallée e migliore sceneggiatura originale, vincendone tre, inclusi miglior attore protagonista e miglior attore non protagonista, assegnati rispettivamente a Matthew McConaughey e Jared Leto.

È morto Jean-Marc Vallée, regista di Dallas Buyers Club e Big Little Lies - jared leto dallas buyers club1 - Gay.it
Jared Leto as Rayon in Jean-Marc Vallée’s fact-based drama, DALLAS BUYERS CLUB, a Focus Features release. Photo Credit: Anne Marie Fox / Focus Features

Dallas Buyers Club racconta la storia di Ron Woodroof, elettricista, omofobo e cowboy da rodeo che vive un’esistenza secondo le proprie regole, indipendente. Ma come un fulmine a ciel sereno, nel 1985 scopre di essere sieropositivo con una prognosi che lo condanna a trenta giorni di vita. Ron rifiuta di accettare questa sentenza di morte e, di fatto, reagisce. Ricerche rapide sulla sua grave condizione lo portano a scoprire una serie di medicinali e terapie non ancora approvate dal ministero. Decide così di oltrepassare il confine. In Messico impara le procedure per alcuni trattamenti alternativi che comincia a esportare di contrabbando, andando contro la comunità scientifica e i medici specializzati. Ron trova un improbabile alleato in un paziente malato di AIDS, Rayon, giovane transessuale con spirito imprenditoriale: per evitare sanzioni governative dovute alla vendita non autorizzata di farmaci e articoli sanitari, fondano un “buyers club” (un ufficio acquisti), per cui i sieropositivi pagano quote mensili adeguate per avere accesso alle forniture di nuova acquisizione. Nel cuore del Texas, l’iniziativa del collettivo clandestino ideata da Ron prende il via, presto aumentano i clienti e i sostenitori. Ron si batte per la dignità, l’informazione e l’accettazione.

Costato appena 5 milioni di dollari, Dallas Buyers Club ne incassa 56 in tutto il mondo e catapulta Jean-Marc, che nel 2014 gira Wild con Reese Witherspoon, candidato a due premi Oscar, e a seguire Demolition – Amare e vivere con Jake Gyllenhaal. Questo è il suo ultimo film per il grande schermo, perché il regista canadese esplode in tv. Nel 2017 Vallée gira Big Little Lies – Piccole grandi bugie e sbanca gli Emmy, vincendone uno per la regia e uno come produttore. Nel 2018 tenta il bis immediato con Sharp Objects, altra serie trainata da Amy Adams e Patricia Clarkson.

Jean-Marc Vallée è stato un regista brillante, un talento davvero fenomenale che ha infuso in ogni scena una verità profondamente viscerale ed emotiva“, ha ricordato la HBO. “Era anche un uomo estremamente premuroso che ha investito tutto se stesso accanto a ogni attore che ha diretto. Siamo scioccati dalla notizia della sua morte improvvisa e porgiamo le nostre più sentite condoglianze ai suoi figli, Alex ed Émile, alla sua famiglia allargata e al suo socio produttore di lunga data, Nathan Ross“.

Vallée doveva dirigere un’altra serie per la HBO, “Gorilla and the Bird“, basata su un libro di memorie di Zack McDermott su un difensore d’ufficio che soffre di un improvviso crollo psicotico. Lascia due figli e tre fratelli.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Drag Race Italia 4 si farà? E se sì, dove andrà in onda? - Drag Race Italia - Gay.it

Drag Race Italia 4 si farà? E se sì, dove andrà in onda?

News - Redazione 20.6.24
Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: "Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi" (VIDEO) - Guglielmo Scilla 2 - Gay.it

Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: “Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi” (VIDEO)

Corpi - Redazione 19.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24

Leggere fa bene

Elliot Page: "Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia" - close to you 01 - Gay.it

Elliot Page: “Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia”

Cinema - Redazione 19.3.24
Colton Haynes: "Dopo il coming out mi offrono solo la parte dell'amico gay. Prima quasi sempre ruoli etero" - Colton Haynes - Gay.it

Colton Haynes: “Dopo il coming out mi offrono solo la parte dell’amico gay. Prima quasi sempre ruoli etero”

Culture - Redazione 22.3.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24