Cos’è successo alla New York Fashion Week? Molto poco, quasi niente

Jeremy Scott ed HBA e poche altre vibrazioni. Bello Wang per Adidas. La noia del guarda e compra invade gli show, gli eventi e i linguaggi.

Cos’è successo alla New York Fashion Week? Molto poco, quasi niente - NewYorkFashionweek gayit - Gay.it
4 min. di lettura

Potremmo dire che la moda è un sistema complesso e che l’hype attorno ad essa è ricorsivo, con momenti di picco e momenti di down. Questo andamento è riscontrabile a più livelli. All’interno dello stesso brand esistono stagioni su e stagioni giù. Così come più in grande la stessa cosa succede per intere categorie merceologiche. Infine succede anche, con tempi più lunghi, per le diverse fashion week mondiali.

Questo intro non effettivamente entusiasmante per dire che la New York Fashion Week è stata una non troppo discreta rottura di palle.
La rivoluzione, quasi copernicana, del see now buy now non ha più lo slancio pioneristico degli inizi. Per la prima volta è una sorta di norma, e anche Ralph Lauren, distillato di americanità, ha sfilato di fronte al flagship di Madison Avenue, rendendo poi immediatamente disponibile l’intera collezione in store e online.

YEEZY SEASON 4

 

L’unica cosa veramente divertente è che Kanye West per la presentazione di Yeezy Season 4 ha pisciato, e di molto, fuori dal vaso facendo incazzare tantissimo tutti i giornalisti di moda ‘che contano’, tipo Stella Bugbee di The Cut che non ha preso per niente bene lo show off cafonissimo di ego del nostro Re Mida.

screen-shot-2016-09-16-at-02-11-48

Un mix di ritardi clamorosi anche per il fashion system, spostamenti in autobus inattesi, imbottigliamenti nel traffico e modelle che svenivano per il troppo caldo aspettando l’arrivo di Kim Kardashian (con 76 minuti di ritardo, pare). Ne parla più approfonditamente Silvia Schirinzi qui.

E anche concentrandosi sugli abiti, cosa che nessuno alla sfilata di un rapper dovrebbe trovarsi costretto a fare, niente di nuovo sotto il sole.
E ok i cappucci, e ok i nude look, e ok le maniche lunghe. Va bene creare un’identità precisa. Ma alla quarta forse proporre qualche evoluzione non sarebbe una cattiva idea.

yeezy-3yeezy-2yeezy-1

 

ALEXANDER WANG

Restando in tema streetswear (?), il finale dello show di Alexander Wang ha confermato i rumor di una collaborazione con Adidas. E l’hype attorno al designer americano di origine taiwanese sembra impennarsi dopo l’uscita, per così dire non troppo rimpianta, da Balenciaga. Le foto del lookbook di Jurgen Teller, hanno la loro parte di merito.

wang-adidas-2

E l’ambassador d’eccezione è Rocco Ritchie, sedicenne figlio di Madonna e del regista inglese Guy Ritchie, che (per l’occasione?) si è rasato la lunga chioma.

wang-adidas

HOOD BY AIR

Un po’ di ciccia la troviamo da Hood By Air. Shayne Oliver riunisce il suo consolidato reame di club kids ed extravaganza in purezza e organizza uno show-protesta contro l’establishment di Wall Street. Date le imminenti elezioni pare proprio una presa di posizione fuori tempo massimo, un rifiuto dei due candidati in corsa: l’una considerata troppo vicina al mondo della finanza, l’altro non c’è neanche bisogno di commentarlo. Ci si consola immaginando un Bernie Sanders in total look HBA.

Gli abiti conservano le influenze bondage, ma tutto si fa più fluido. Quasi sciolto sui corpi. L’effetto è interessante, e certi insiemi di pantaloni e camici e cinghie paiono quasi macchie gocciolanti o grossi pastori bergamaschi in passerella.
Gli slogan sono cubitali. Hustler il più chiaro, so’ tutti furbetti del quartierino.
La collaborazione (altra parola fondamentale di queste ultime settimane della moda) con Pornhub sembra endorsare un unico business, l’unica vera finanza creativa. In chiusura sfila anche Wolfgang Tillmans, fotografo feticcio e bridge tra la strada, la moda alta e certi concettualismi editoriali.

hba-5hba-6hba3hba4

JEREMY SCOTT

Jeremy Scott si butta sugli anni 80 della New York da bere (e da tirare). E qui bisognerebbe capire se stiamo scavando sul fondo del barile delle reference oppure se ci troviamo di fronte a un nuovo mostro. Ossia la citazione che gli anni 2000 (Madonna, Hung Up) fecero degli anni 80. Inception della moda. Alcune uscite sono scontate come da contratto. Altre, vedi le stampe di Patrick Nagel o lo styling più prepotentemente Patricia Field, invece funzionano in un’operazione nostalgia della nostalgia quasi affascinante.

scottscott-2

Pare proprio ci sia da aspettare la Brexit London, con la fashion week dal 16 al 20. Chissà che dal marasma non possa esplodere qualcosa di veramente nuovo.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 17.9.16 - 20:08

Commento censurato

Avatar
Giovanni Di Colere 17.9.16 - 9:10

La.moda è una metafora riuscita di molta parte della cultura e dell'arte. I cosiddetti artisti i creativi distruggono il romanzo il racconto la narrazione anche poetica scrivendo e facendo pubblicare cose scritte da cani ed ecco che lo scrittore da mito vivente diventa un essere umano. Peraltro antipatico e presuntuoso. Spesso ignorante. Se nella moda una creazione uno stile diventano un vestito e una scarpa col tacco è tutto molto banale. Di più. È brutto. Han voluto fare lo street style la moda democratica e hanno distrutto il sogno il mito l'immaginazione. E come diceva il grande Hitchcock se uno vuole la realtà non va al cinema. E neanche a comprare un vestito.

Trending

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Sabrina Salerno, Ruby Sinclair e Milly Carlucci, L'Acchiappa Talenti

La Drag Queen Ruby Sinclair conquista il palco de “L’Acchiappa Talenti”

Culture - Luca Diana 25.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24

Continua a leggere

Kaiser Karl, Daniel Brühl è Karl Lagerfeld nella prima immagine ufficiale - Kaiser Karl - Gay.it

Kaiser Karl, Daniel Brühl è Karl Lagerfeld nella prima immagine ufficiale

Serie Tv - Redazione 12.1.24
hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
Alessandro Michele - Creative Director Valentino

Valentino, Alessandro Michele direttore creativo dopo l’addio di Pierpaolo Piccioli che andrebbe da Chanel

Lifestyle - Mandalina Di Biase 28.3.24
Sabato De Sarno direttore creativo Gucci - foto @tyrellhampton + @federicociamei

Sabato De Sarno non vuole controllare le emozioni

Culture - Riccardo Conte 26.3.24
BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer - Sessp 29 - Gay.it

BigMama, Lorenzo Seghezzi è il suo fashion designer

News - Federico Colombo 8.2.24
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24