Romania: una petizione per bandire il matrimonio gay è passata con 3 milioni di firme

Si conferma il clima di profonda regressione culturale che si respira in questo paese: l'ambasciata rumena a Roma ha rifiutato proprio ieri un nulla osta per unione civile.

Romania: una petizione per bandire il matrimonio gay è passata con 3 milioni di firme - romania omofobia - Gay.it
2 min. di lettura
La Corte Costituzionale del paese cede di fronte a una petizione firmata da 3 milioni di cittadini e sostenuta dalle chiese ortodossa e cattolica in cui si chiede di inserire in costituzione il divieto di riconoscere matrimoni e unioni civili.

La decisione della Corte adesso deve passare al vaglio del Parlamento che, per modificare la costituzione inserendo l’articolo nel quale si stabilisce che l’unica unione è quella tra un uomo e una donna, deve votarla con il 75% dei voti e sottoporla a referendum confermativo.

Il referendum confermerebbe sicuramente il risultato visto che il 53% dei rumeni, secondo alcune statistiche, vorrebbe che l’omosessualità fosse di nuovo un reato.

 

Evelyn Paradis, direttore esecutivo di ILGA Europe si è detta profondamente turbata dalla decisione della corte che mina a questo punto tutta la legislazione a tutela delle persone LGBT introdotta in questi anni nel paese. Sul fronte opposto, i vincitori adesso vogliono proporre un divieto assoluto di aborto, divorzio, di educazione sessuale nelle scuole e pure sulla pornografia. C’è da scommettere che su quest’ultima perderanno clamorosamente. Visto il clima di regressione culturale che si respira in quei paesi ultimamente, nessuno ritiene che la Romania possa salvarsi da sola, vista la potenza della chiesa ortodossa locale. Avevamo parlato solo ieri della triste storia di Michel e Silviu: quest’ultimo è rumeno (mentre Michel  è italiano) e si è visto rifiutare il nulla osta per l’unione civile dall’ambasciata rumena di Roma. Stando però al parere del Consiglio di Stato, “la dichiarazione, resa dall’autorità competente dello Stato di appartenenza, di nulla osta all’unione civile, che lo straniero deve presentare all’ufficiale dello stato civile qualora intenda costituire in Italia un’unione civile, non va interpretata nel senso di includere nelle “leggi cui è sottoposto” lo straniero medesimo anche quelle eventuali disposizioni dell’ordinamento dello Stato di appartenenza che vietino le unioni civili tra persone dello stesso sesso. Difatti il diritto di costituire un’unione civile tra persone dello stesso sesso, in forza dell’entrata in vigore della legge, è divenuta una norma di ordine pubblico e, dunque, prevale, secondo l’articolo 16 della legge 31 maggio 1995, n. 218 sulle eventuali differenti previsioni di ordinamenti stranieri”. In teoria quindi, nonostante la negazione del nulla osta, non ci dovrebbero essere problemi. Staremo a vedere.

PER APPROFONDIRE, LEGGI LA LORO STORIA > > 
L’ambasciata rumena nega il nulla osta per l’unione civile a Michel e Silviu

michel_silviu

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Boggongino 23.7.16 - 4:49

il 53% per cento di rumeni dovrebbe farsi una passeggiatina a Termini o Repubblica

Avatar
Giovanni Di Colere 22.7.16 - 12:14

Si per il diritto comunitario anche se il Paese di origine non dà l nulla osta il cittadino rumeno ha gli stessi diritti del cittadino italiano in Italia. In Romania chissà quando. È l'ennesima dimostrazione che prima di allargare l'unione europea ad est occorreva completare l'unione tra i 12 stati e approvare la costituzione europea vincolante per chi in futuro volesse aderire.

Trending

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24

Leggere fa bene

meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
roccella-teoria-del-gender

Il Consiglio d’Europa all’Italia: “Gli attacchi alla comunità LGBTQIA+ sono violazioni dei diritti umani”

News - Federico Boni 19.12.23
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Insulti a Carolina Morace dopo l'annuncio della candidatura alle europee: "Pedofila devi stare in carcere" - Carolina Morace - Gay.it

Insulti a Carolina Morace dopo l’annuncio della candidatura alle europee: “Pedofila devi stare in carcere”

News - Redazione 2.5.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Roberto Vannacci

500.000 voti spediscono Roberto Vannacci in Europa, il generale eletto con la Lega

News - Redazione 10.6.24
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Il Liechtenstein ha legalizzato il matrimonio egualitario

News - Redazione 17.5.24