Emma batte Loredana, si conclude Amici 9

Da settimane data per vincitrice, Loredana Errore è stata inaspettatamente battuta dalla concorrente Emma Marrone. Una finale lunga in cui ognuno dei concorrenti ha avuto il suo momento di gloria.

Due ragazze salentine, l’una davanti all’altra con gli occhi chiusi per vincere un sogno. Una bionda con la voce graffiante, l’altra castana occhi-cielo, regina dell’interpretazione. We are the champions accompagna sul maxischermo la "carta" che svelerà il volto della vincitrice di questa nona edizione di Amici, una nuova vagonata di autentici talenti in erba. Il pubblico gioisce, le ragazze aprono gli occhi e scoprono il verdetto. Vince Emma. La ragazza scoppia a piangere e il primo abbraccio commosso è quello dell’amica Alessandra Amoroso, la cantante reduce della fortunata vittoria dello scorso anno. «Per la mia famiglia, per il mio paese, per il Salento, a tutte le persone che mi hanno voluto bene anche quando non ero nessuno, per il maestro Verris che e’ sempre stato con me… questa vittoria e’ nostra!», è questa la dedica della vincitrice mentre sul volto di Loredana si legge la delusione malcelata da un sorriso. Il pubblico, i professori e la stessa conduttrice Maria De Filippi, invece, sembrano soddisfatti dell’esito.

I colpi di scena, in fondo, piacciono sempre. Emma, infatti, per quanto fosse una delle favorite da tempo, nel corso della puntata non aveva ricevuto critiche negative, ma nemmeno gli elogi riservati dagli insegnanti e dagli ospiti esterni alla "collega" Loredana. Nemmeno la partecipazione di Biagio Antonacci con il suo nuovo singolo, autore del trasmessissimo Ragazza occhi cielo cantato da Loredana è servito a cambiare la sorte. Grandi soddisfazioni anche per Matteo e Pierdavide, i ragazzi che si sono classificati rispettivamente al terzo e quarto posto.

Ti suggeriamo anche  Marco Predolin shock: "Prendiamo Malgioglio e lo mettiamo sul rogo"

Il cantautore che ha fatto vincere il Festival di Sanremo a Valerio Scanu con Per tutte le volte che si è aggiudicato il premio della critica (corrispondente a una borsa di studio del valore di 50mila euro) "perché ha dimostrato che la canzone italiana non è morta, perché piace alla pancia e al cervello, perché sa essere ironico e romantico, perché pensiamo che Pierdavide possa essere un esempio per gli altri". Il cantante lirico, invece, ha ottenuto il ruolo principale in un’importante opera lirica. Anche quest’anno Maria De Filippi ha scelto i ragazzi giusti, una vera e propria classe di talenti che già da qualche settimana, su tutte le radio, si contende il titolo di singolo più venduto.