Uomini e donne: non c’è mai stato un trono lesbico. E che fine ha fatto il trono gay?

Una favola a metà, che non ha conosciuto il lieto fine.

ascolta:
0:00
-
0:00
trono gay
Claudio Sona e Mario Serpa è stata la prima coppia formata dal trono gay di Uomini e Donne.
4 min. di lettura

“C’era una volta, negli Studi Mediaset in Roma, la storia di Claudio Sona e Alex Migliorini, i primi due tronisti gay di Uomini e Donne“.

Questo è l’incipit della favola del trono gay, andato in scena nel pomeriggio di Canale 5 per due stagioni consecutive – nel 2016/17 e 2017/18 -, appassionando milioni di italiani. Vero e proprio spartiacque nella storia della televisione italiana, prima di essere ingoiato dal buco nero del ghosting.

Una favola? Ebbene sì, tutta questa vicenda corre attraverso le emozioni tipiche di questo tipo di narrazione.

Nella storia del trono gay di Uomini e Donne, infatti, come in ogni favola che si rispetti, troviamo il cosiddetto starter nel quale vengono presentate le situazioni e i protagonisti, lo sviluppo della vicenda con annesse complicazioni e infine la conclusione, solitamente a lieto fine. Ma andiamo per gradi…

 

Claudio Sona
Claudio Sona – Foto: Instagram @realclaudiosona

 

Trono Gay: Claudio Sona e Mario Serpa

È il 26 agosto 2016 quando per la prima volta gli italiani conoscono Claudio Sona, 29enne di Verona che nella vita è proprietario di un bar, che si presenta a Uomini e Donne alla ricerca dell’amore della sua vita. Una storia travagliata, come tutte le conoscenze che si rispettino, e che porta sul piccolo schermo le vicissitudini di due persone felicemente travolte dalla prima fase dell’innamoramento: baci, abbracci, carezze, discussioni, accese, litigi, ma anche gite fuori porta e così via.

Insomma, nulla di nuovo per il dating show del pomeriggio di Canale 5, che sin dal lontano 1996 è abituato a raccontare l’amore dei giovani italiani, in tutte le sue forme. C’è, però, una sostanziale novità: per la prima volta i protagonisti della “scelta” sono due uomini apertamente omosessuali. Una vera e propria svolta, non tanto per la redazione o per Maria De Filippi che in tanti programmi, come per esempio a C’è Posta per Te, hanno sempre dato spazio alle storie LGBTQI+, quanto per il pubblico e la società italiani.

 

Alex Migliorini

 

Trono Gay: Alex Migliorini e Alessandro D’Amico

La storia si ripete, con il medesimo successo, l’anno successivo. È il 31 agosto 2017 quando il pubblico di Uomini e Donne conosce per la prima volta Alex Migliorini, un parrucchiere di 22 anni che proviene ancora una volta della provincia di Verona.

Un ragazzo introverso, a tratti persino insicuro, che appassiona i telespettatori per il suo percorso caratterizzato da pianti e risate al fianco del corteggiatore Alessandro D’Amico. Il filmato emozionale che riassume le loro esterne mostra petali di rose fluttuanti sui protagonisti, quindi il bacio di rito al saluto finale a Maria De Filippi, prima della vita insieme lontani dalle telecamere.

Come nelle migliori favole, entrambi i troni gay da subito alimentano il dibattito pubblico (e questo, di per sé, non è mai un male), provocando di fatto uno stravolgimento nelle vite dei protagonisti del dating show, che da un lato si ritrovano, forse loro malgrado, a rappresentare una comunità o quantomeno un’idea di amore omosessuale – come ci ha raccontato proprio Claudio Sona in una recente intervista a Gay.itdall’altro, si trasformano in oggetto di sfogo dell’italiano medio, frustrato nel vedere due uomini che si baciano in tv.

 

Uomini e donne: non c'è mai stato un trono lesbico. E che fine ha fatto il trono gay? - Alex Migliorini e Alessandro DAmico 3 - Gay.it

 

Ma non finisce qui: a complicare la situazione ecco insinuarsi alcuni assidui telespettatori che, a pochi mesi dalla fine dei due rispettivi troni, segnalano crisi e possibili tradimenti tra Claudio Sona e Mario Serpa (la sua scelta) e Alex Migliorini e Alessandro D’Amico. Come in ogni storia d’amore, l’incanto va in frantumi, con un’aggravante non di poco conto: molti telespettatori sottolineano che i tradimenti delle coppie omo siano da ascriversi al fatto che si tratti di persone gay. Come se tra le coppie eterosessuali non ci fosse il tradimento. Potere omologante della tv.

La redazione di Uomini e Donne, e la stessa Maria De Filippi, hanno successivamente portato sul trono Andrea Nicole Conte, la prima tronista donna trans. Un ultimo tentativo che, però, è caduto presto nel dimenticatoio. Di un trono lesbico, composto da due donne che amano donne, neanche a parlarne.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Nicole Conte (@andreanicoleconte)

 

Uomini e Donne: che fine ha fatto il trono gay? E perché non c’è mai stato un trono lesbico?

Dunque, dov’è il lieto fine tipico delle favole? Non c’è. Il trono gay, infatti, da quel lontano 2017 non ha più visto la luce.

E il trono lesbico? Non ha mai abbandonato la soffitta, non se n’è mai parlato: chissà se qualcun* ha mai pensato di portarlo in scena.

Una scelta produttiva, legata semplicemente agli ascolti? Non diremmo: in termini di share le due storie del trono gay hanno premiato i percorsi dei protagonisti e suscitato dibattito, soprattutto sui social. Valore assolutamente non trascurabile ai giorni nostri. Dov’è dunque la verità su questo ghosting improvviso e prolungato? Non ci sono più uomini e donne disposti a mettersi in gioco sul trono gay? E perché non è mai esistito un trono lesbico?

Al momento non è dato saperlo, ma ciò che è certo è che, nonostante siano passati anni dal suo debutto in tv, il trono gay non c’è più e il trono lesbico non c’è mai stato. Ma perché?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24
Arcobaleno Busca B&B discriminazione omofobia

“Non accettiamo omosessuali”: Cuneo, coppia gay rifiutata in un B&B, abbiamo telefonato, ecco cosa ci hanno detto

News - Giuliano Federico 10.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Real Time, non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style - Real Time non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style 1 - Gay.it

Real Time, non solo Tommaso Zorzi. Tornano anche Enzo Miccio e Federico Fashion Style

Culture - Redazione 21.3.24
Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono - intervista - Sessp 20 - Gay.it

Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono – intervista

Culture - Federico Colombo 16.1.24
Gianna Ciao GIornata Visibilita Lesbica

Gianna Ciao, le lesbiche durante il fascismo e la Giornata Mondiale della Visibilità Lesbica

Culture - Francesca Di Feo 26.4.24
Lodovica Comello e Enzo Miccio, Spose in affari

Enzo Miccio torna in tv: condurrà “Spose in affari” insieme a Lodovica Comello

Culture - Luca Diana 19.6.24
Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria non è una supereroina LGBTQIA+: è solo se stessa e ci piace tanto

Culture - Luca Diana 8.4.24
Eurovision 2024, è il giorno della prima semifinale. Ecco ospiti e ordine d'uscita (VIDEO) - Eurovision 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, è il giorno della prima semifinale. Ecco ospiti e ordine d’uscita (VIDEO)

Musica - Redazione 7.5.24
Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear - Scaled Image 43 - Gay.it

Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear

Serie Tv - Redazione 8.7.24
I film LGBTQIA+ della settimana 20/26 maggio tra tv generalista e streaming - Film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 20/26 maggio tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 20.5.24