Vaiolo delle scimmie: la nostra comunità sta reagendo, ecco le novità dalla scienza

Non è ancora chiaro perché l'epidemia stia rallentando. In arrivo nuove dosi di vaccino.

ascolta:
0:00
-
0:00
Vaiolo delle scimmie: la nostra comunità sta reagendo, ecco le novità dalla scienza - monkeypoxgayit - Gay.it
Non è ancora chiaro perché l'epidemia stia rallentando. In arrivo nuove dosi di vaccino.
3 min. di lettura

La campagna vaccinale per il vaiolo delle scimmie, iniziata nei primi giorni di agosto in Lazio, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, è stata successivamente ampliata a tutte le regioni italiane a partire dai primi giorni di settembre, con una spartizione del numero di dosi di vaccino in base all’andamento dei dati epidemiologici italiani.
La vaccinazione è consigliata a uomini che fanno sesso con uomini (MSM) e persone transgender che abbiano un profilo di rischio sessuale aumentato (sesso di gruppo, un’infezione sessualmente trasmissibile recente, frequentazione di cruising e saune oppure chemsex) di qualsiasi età: due dosi per le persone che non hanno precedenti vaccinazioni anti-vaiolo, una dose “booster” per chi è già statə vaccinatə in infanzia.

La campagna vaccinale è stata un vero successo: in poco tempo la maggior parte delle dosi disponibili sono state prenotate, come dalle migliori aspettative.
A regione Lombardia sono state assegnate la parte più consistente delle dosi di vaccino Jynneeos™, e grazie all’approvazione della somministrazione per via intradermica (con una fiala di vaccino da 0,5 ml da somministrare per via sottocutanea si ricavano 4 o 5 dosi da 0,1 ml), le 2840 dosi sono diventate almeno 11.360 inoculazioni. L’aggiornamento della campagna vaccinale lombarda della fine di settembre riportava 6438 shot effettuati e tutti gli appuntamenti disponibili già prenotati.

La comunità LGBTQ+ ancora una volta ha dimostrato una grande sensibilità e resilienza alle tematiche riguardanti la salute, in particolare di essere attenta alla propria salute sessuale.

Nella comunità le associazioni del terzo settore hanno giocato un ruolo fondamentale nella lotta all’infezione. La community si è rimboccata le maniche facendo da garante rispetto a una corretta informazione priva di stigma, aggiornando sull’andamento epidemico e promuovendo buone pratiche al fine di una maggior sicurezza e attenzione al contenimento dell’infezione da monkeypox.

Per quanto riguarda i dati italiani, l’ultimo aggiornamento del 11 ottobre 2022 dichiarava un numero complessivo di 856 diagnosi di vaiolo delle scimmie confermati a partire da maggio. La curva epidemica è in forte discesa: al 7 settembre erano 787, al 4 ottobre 851.

Sembra dunque che l’epidemia sia in fase di risoluzione, con un andamento europeo e mondiale di regressione dell’emergenza.

 

monkeypox vaiolo delle scimmie cose da sapere infettivologo

Perché l’epidemia si è fermata e il numero di casi è sceso così drasticamente?

Gli esperti stanno cercando di rispondere a questo quesito. Sicuramente i fattori sono molteplici.

Ci sono quattro principali risposte, ancora da verificare.

In primo luogo l’efficacia della vaccinazione. In Europa e nel resto del mondo le vaccinazioni sono iniziate a partire da luglio, in Italia da agosto. Già dopo 28 giorni dalla prima somministrazione, il vaccino sembra dare una protezione dell’80% dall’acquisizione dell’infezione, pertanto, con una campagna vaccinale mirata alla popolazione maggiormente colpita dal vaiolo delle scimmie, è probabile che ci sia stato un rallentamento della trasmissione. Tuttavia non può essere dovuto solo a questo, poiché la discesa dei casi è cominciata prima dell’effettiva protezione dovuta alla vaccinazione.

In secondo luogo per un cambio dei comportamenti da parte delle persone maggiormente a rischio. Alcuni esperti hanno infatti la percezione che all’interno della comunità LGBTQ+ ci sia stato un cambio delle abitudini sessuali e una limitazione del numero di partner. Questa teoria, ancora da verificare, spiegherebbe perché dal mese di agosto in poi, la curva epidemica abbia cominciato la discesa.

In terzo luogo, gli esperti ritengono che data la natura poco contagiosa del vaiolo delle scimmie, dopo un periodo iniziale dove le persone maggiormente esposte hanno acquisito l’infezione, ci sia stata una saturazione dei gruppi maggiormente esposti al rischio, che ha portato a frenare l’andamento epidemico.

Infine, la meno entusiasmante delle teorie, ovvero che vista la mancanza di un trattamento specifico in caso di diagnosi accertata se non l’isolamento e il monitoraggio, le persone preferiscano non segnalarsi alle autorità sanitarie per evitare la quarantena. Questa teoria tuttavia è già stata parzialmente smentita, poiché in ogni caso ci dovrebbero essere dei casi di persone positive con sintomi gravi (fino ad ora nel 2/11% dei casi totali era stata necessaria l’ospedalizzazione).

Che dire, non sappiano con esattezza quale sia la reale motivazione ma la buona notizia è che stiamo sicuramente osservando un forte miglioramento dell’epidemia da vaiolo delle scimmie.

L’altra buona notizia è che HERA, l’Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie, ha annunciato nei giorni scorsi l’acquisto di altre 334mila dosi di vaccino per i paesi europei, e quindi la campagna vaccinale potrà continuare.

Come Comunità, quello che possiamo sicuramente fare, è continuare a informarci, proteggerci e determinare le nostre scelte nell’ambito della salute sessuale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood per Paper Magazine

Mahmood apre il dibattito: “Sputo o lubrificante?”, e i fan si scatenano. I commenti più divertenti

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24
Foggia Sit In Omofobia Giugno 2024

Foggia reagisce all’aggressione di Alessandro: “Se questa terra non ci ama, noi la ameremo ancora più forte”

News - Francesca Di Feo 20.6.24
X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

vaiolo-delle-scimmie-firenze

Firenze, 11 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ma nessun allarmismo: la situazione è sotto controllo

Corpi - Francesca Di Feo 2.2.24