Il Vaiolo delle Scimmie si diffonde in Europa, focoloaio tra la comunità gay?

Gli esperti temono che il virus si stia rapidamente diffonfendo "tra gruppi di uomini che mantengono relazioni omosessuali”.

ascolta:
0:00
-
0:00
Il Vaiolo delle Scimmie si diffonde in Europa, focoloaio tra la comunità gay? - Gay.it
2 min. di lettura

Si chiama Monkeypox, ovvero Vaiolo delle Scimmie, e da giorni sta ‘allarmando’ l’Europa. Una ventina di casi sospetti in Portogallo, una decina in Spagna, quattro nel Regno Unito. Tutti riguarderebbero uomini omosessuali o bisessuali.

Ma partiamo dal principio. Il vaiolo delle scimmie ha un tasso di mortalità variabile dall’1% al 10%, il periodo di incubazione va dai 6 ai 21 giorni e tra i sintomi si denunciano eruzioni vescicolari “senza una causa spiegabile”, febbre superiore a 38,5 gradi, forti mal di testa, dolori muscolari e articolari e infiammazione dei linfonodi. La malattia generalmente dura da due a quattro settimane.

L’Uksa (United Kingdom Security Agency) ha annunciato che sta lavorando per risalire velocemente alla “fonte di queste infezioni perché le prove suggeriscono che potrebbe esserci una trasmissione del virus del vaiolo delle scimmie nella comunità, diffusa da uno stretto contatto”. L’invito fatto soprattutto a uomini gay e bisessuali è di “prestare attenzione a eventuali eruzioni cutanee o lesioni insolite e contattare un servizio di salute sessuale senza indugio”, come precisato dalla professoressa Susan Hopkins, consulente medico capo dell’Uksa.

Il vaiolo delle scimmie, così chiamato perché scoperto nelle scimmie da laboratorio nel 1958, è più comunemente diffuso tra gli animali selvatici, principalmente ratti o scoiattoli dell’Africa occidentale e centrale. Tra persone si può contrarre per via orale durante il contatto diretto prolungato, oppure tramite il contatto diretto con i liquidi organici di un infetto (saliva, sangue, sperma) o con oggetti contaminati dal virus quali biancheria o abbigliamento.  Le autorità spagnole e portoghesi hanno decretato l’allerta sanitaria nazionale, sottolineando comunque come sia una malattia rara. Nella notte il primo caso anche negli USA, con un uomo nel Massachusetts da poco tornato dal Canada.

Ma secondo quanto riportato da El País, gli esperti temono che il virus si stia rapidamente diffonfendo “in comunità tra gruppi di uomini che mantengono relazioni omosessuali”. Una sorta di “focolaio” all’interno della comunità. L’OMS non ha invece raccomandato “alcuna restrizione per i viaggi e gli scambi commerciali con la Nigeria o il Regno Unito sulla base delle informazioni disponibili in questo momento“. Il primo caso accertato inglese riguarda un uomo tornato proprio dalla Nigeria.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
Roberto Vannacci

Roberto Vannacci avrebbe truffato lo Stato secondo l’indagine della procura militare

News - Giuliano Federico 24.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24

Hai già letto
queste storie?

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23
vaiolo-delle-scimmie-firenze

Firenze, 11 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ma nessun allarmismo: la situazione è sotto controllo

Corpi - Francesca Di Feo 2.2.24