Speciale Spiagge 2014: le 100 (e 12) spiagge gay italiane da visitare

Da nord a sud, da una costa all’altra dello Stivale, ecco le mete ideali per l’estate 2014

Sebbene l’estate, quella vera, si faccia desiderare, chi non è ancora partito per le vacanze, sogna spiagge affollate di bei ragazzi e acque limpide nelle quali tuffarsi. Come ogni anno, Gay.it vi propone il suo speciale spiagge realizzato anche grazie alle vostre segnalazioni. E di anno in anno, le spiagge dove è possibile trascorrere le proprie vacanze o anche solo una giornata lontani dalla calura delle città e, magari, in buona compagnia, aumentano sempre di più e nello Speciale Spiagge 2014 troverete ben 112 spiagge tra cui scegliere e, a dispetto di qualsiasi pregiudizio o convinzione, sono ben 18 le regioni d’Italia a poter vantare almeno una spiaggia gay, o gay-friendly.

Lo scorso anno erano solo new entry, ma quest’anno sono ormai conferme : il Piemonte e, udite udite, il Trentino Alto Adige. Sulla prima regione ci sono giunte segnalazioni di ben sei spiagge, tutte tra il Lago Maggiore e l’Isonzo, nell’area intorno a Verbania che, a quanto pare, si dimostra particolarmente accogliente per i bagnanti lgbt.
In Trentino, invece, è il lago di Caldonazzo ad offrire un angolo di paradiso gradito ai visitatori gay.
Molte le conferme, naturalmente: dalla Toscana, da sempre meta privilegiata del turismo gay con le coste versiliesi e, più a sud, quelle etrusche, all’Emilia Romagna, passando per la storica Capocotta nei pressi di Roma e le tante, tantissime possibilità offerte dalle regioni del sud.

Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna offrono anche quest’anno decine di spiagge che nulla hanno da invidiare alle spiagge tropicali di mete esotiche, almeno in termini paesaggistici, di mare e naturalistici.
Vale la pena ricordare, come sempre, che le spiagge attrezzate e dichiaratamente gay scarseggiano, eccezion fatta per il MamaDune Beach di Torre del Lago, in Toscana, e che quindi è buona regola comportarsi in base a ciò che ci circonda anche considerato il fatto che, ancora, l’Italia non ha una legge contro l’omofobia che tuteli le persone lgbt da aggressioni e violenze, siano essere verbali o fisiche. Fatta la doverosa precisazione, non resta che andare allo speciale e scoprire le nuove spiagge dell’estate 2013.

Ti suggeriamo anche  Sicilia, polemica per il questionario di Arcigay ai candidati alle comunali