Rassegne e festival italiani di cinema LGBTIAQ+ e cultura queer che nel 2024 dovresti conoscere

Gli eventi multidisciplinari che esplorano identità, diritti e creatività: da Milano a Lecce, da Palermo a Cagliari, per celebrare la comunità LGBTIAQ+ attraverso l'arte.

ascolta:
0:00
-
0:00
festival di cinema gay in italia e queer culture
23 min. di lettura

In questo articolo

Nel panorama culturale italiano, le rassegne e i festival di cinema gay, lesbico, bisessuale, trans*, intersessuale, asessuale e queer rappresentano un elemento fondamentale per la diffusione di una cultura inclusiva e la rappresentazione della comunità LGBTIAQ+.

Questi eventi non sono solo occasioni per la visione di film di qualità legati a temi legati alla queerness, ma anche spazi di incontro, riflessione e celebrazione delle diverse identità di genere e orientamenti sessuali.

Nel 2024, l’Italia offre una ricca varietà di festival che spaziano dal nord al sud del Paese, ognuno con le proprie peculiarità e con un forte impegno nella sensibilizzazione e nell’educazione a una maggiore apertura culturale e sociale.

Questo articolo si propone di esplorare alcuni dei principali festival italiani di cinema LGBTIAQ+ e cultura queer, evidenziandone le caratteristiche uniche, i programmi, le location e le opportunità di partecipazione, offrendo una panoramica completa per tutt3 coloro che desiderano immergersi in questa realtà culturale. Prosegui ora nella lettura

LOMBARDIA

MiX Festival Internazionale di Cinema LGBTIAQ+ e Cultura Queer – Milano (tra settembre e ottobre) 

festival mix milano, festival di cinema gay in Italia 2024

Il MiX Festival Internazionale di Cinema LGBTIAQ+ e Cultura Queer di Milano, che negli ultimi anni si svolge tra settembre ed ottobre, rappresenta una vera e propria istituzione nell’ambito del cinema queer e dei festival di cinema gay in Italia. Con una storia che si estende per oltre tre decenni, il festival ha visto evolversi e crescere non solo la propria reputazione ma anche la sua offerta culturale, diventando un appuntamento imprescindibile per chi desidera trovare film LGBTIAQ+ di qualità, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari.

Fondata nel 1986, la manifestazione ha radici profonde nella comunità LGBTIAQ+, proponendosi fin dalle sue prime edizioni come un evento di rilievo, capace di mettere in luce le tendenze più innovative della cinematografia indipendente e di offrire una piattaforma di espressione e di riflessione per l’intera comunità. Questo festival non è solo un luogo dove si proiettano film; è un terreno fertile per il dibattito, l’arte e l’espressione culturale in tutte le sue forme.

Nel corso degli anni, il MiX Festival ha premiato e ospitato personalità di spicco da vari ambiti, inclusi il cinema, la musica, la letteratura e l’attivismo, rendendolo uno dei festival italiani di cinema LGBTIAQ+ e cultura queer più rilevanti e conosciuti. La presenza di ospiti del calibro di Liliana Segre, Mina Welby e artist3 come Mika e Ornella Vanoni testimonia l’importanza del festival non solo come evento cinematografico, ma come punto di riferimento culturale a tutto tondo.

Oltre alla proiezione di opere cinematografiche di rilievo, il festival si distingue per il suo approccio multidisciplinare, abbracciando aspetti vari della cultura queer, dalla danza alla musica, passando per il teatro e la letteratura. Sono iconici i dj set nel sagrato davanti al Teatro Strehler, gestiti da dj dei più importanti locali queer milanesi.

Con una frequentazione che raggiunge picchi di 12.000 ingressi, una risonanza mediatica di rilievo nazionale e internazionale e un impegno costante verso la ricerca e l’innovazione artistica, il MiX Festival si conferma come una tappa fondamentale per tutt3 l3 appassionat3 di cinema queer.

Ogni anno Gay.it copre il Mix Festival con news, recensioni e interviste. Dai un occhio agli ultimi articoli

ORLANDO – Festival multidisciplinare a Bergamo (maggio)

orlando festival a bergamo, festival di cinema gay e cultura queer

Il Festival ORLANDO, un evento multidisciplinare che esplora con profondità e sensibilità le tematiche dell’identità, delle relazioni e delle possibilità, rappresenta un’esperienza culturale di rilievo a Bergamo. Al culmine di un decennio di successi, il festival non solo ha segnato il panorama culturale della città ma si è anche trasformato, evolvendo e adattandosi ai cambiamenti sociali e culturali del tempo.

La scelta del nome ORLANDO, ispirato all’omonimo romanzo di Virginia Woolf, simboleggia il percorso del festival: un viaggio attraverso trasformazioni continue e la ricerca incessante di nuove prospettive e immaginari

Il Festival ORLANDO va oltre la sua essenza iniziale di festival multidisciplinare a tematiche queer, trasformandosi in un’indagine profonda e articolata sulle realtà contemporanee. Attraverso una varietà di medium come cinema, danza, arte, teatro e incontri, il festival invita a esplorare e celebrare la comunità queer, stimolando il pubblico a riflettere e interagire con le molteplici sfaccettature dell’esistenza umana. Questo impegno è supportato dalla collaborazione con enti prestigiosi, inclusi il Comune di Bergamo, la Provincia di Bergamo, il Tavolo Permanente contro l’Omolesbobitransfobia e l’Università degli Studi di Bergamo.

Alla base del festival vi è l’Associazione Culturale Immaginare Orlando APS, fondata nel 2009 con l’obiettivo di promuovere una società più inclusiva e aperta. Attraverso iniziative culturali e formative, l’associazione si impegna a decostruire gli stereotipi, a combattere le discriminazioni e a favorire il dialogo e la comprensione reciproca. Questo impegno è stato riconosciuto dal Comune di Bergamo, che nel 2021 ha conferito all’associazione la Benemerenza Civica per il suo lavoro significativo e impattante.

Con una quota annuale di solo 10,00 euro, i soci possono contribuire alla realizzazione di un festival che si pone come un riferimento per la cultura queer a Bergamo e oltre.

Orizzonti Queer – Brescia e Bergamo (da marzo a maggio) 

orizzonti queer, festival di cinema gay brescia e bergamo

La rassegna cinematografica Orizzonti Queer è nata nel 2023, anno in cui Bergamo e Brescia hanno condiviso il titolo di Capitale Italiana della Cultura. 

Il Festival ORLANDO di Bergamo in sinergia con il Cinema Nuovo Eden di Brescia, ha lanciato questa iniziativa cinematografica unica nel suo genere. Questo progetto non solo esalta la diversità narrativa e stilistica ma si impegna anche a creare un ponte di cultura queer tra le due città.

La rassegna si distingue per la sua formula itinerante, con proiezioni settimanali alternatesi tra Bergamo ogni giovedì e Brescia ogni venerdì. Questa struttura permette di tessere una rete culturale tra le due città, promuovendo un dialogo continuo e arricchente.

Ogni film selezionato per Orizzonti Queer viene accuratamente scelto non solo per il suo valore artistico, ma anche per la capacità di aprire nuove prospettive e stimolare il dialogo sulle tematiche queer. Le proiezioni sono arricchite dalla presenza di ospiti speciali, che guidano il pubblico nell’esplorazione della poetica e dei messaggi chiave di ogni opera, trasformando ogni visione in un’esperienza collettiva di apprendimento e di condivisione.

Orizzonti Queer è realizzato grazie alla collaborazione di numerose entità e istituzioni culturali, tra cui Fondazione Brescia Musei, Fondazione Cariplo, Fondazione della Comunità Bergamasca e Fondazione della Comunità Bresciana. Questa sinergia testimonia l’importanza di creare alleanze solide per promuovere la cultura e l’arte in tutte le sue forme.

È possibile rimanere aggiornat3 su date ed orari seguendo le pagine di ORLANDO.


CAMPANIA

Omovies – Napoli (dicembre) 

omovies a napoli, festival di cinema gay in Italia

Omovies, presente nel panorama culturale queer da 17 anni, si distingue come il primo festival internazionale di cinema a tematica LGBTIAQ+ del Sud Italia. Nato nel 2007, Omovies ha una missione chiara: promuovere Napoli e la regione Campania come luoghi di socializzazione, solidarietà ed accoglienza, e favorire lo sviluppo di un turismo culturalmente ricco e diversificato. Questo festival non è solo un evento cinematografico LGBTIAQ+, ma una celebrazione delle diverse identità ed espressioni culturali, con l’obiettivo di superare i confini geografici e culturali.

L’evento è stato ideato dall’organizzazione non lucrativa iKen Onlus e ha ottenuto un sostegno significativo sia dalla Regione Campania che dalla Film Commission Regione Campania. Questo supporto sottolinea l’importanza di Omovies non solo come un festival cinematografico, ma come un evento culturale che ha un impatto profondo sul tessuto sociale e culturale della regione.

Il patrocinio dei Comuni di Napoli, Caserta, Salerno, Portici e San Giorgio a Cremano conferma il riconoscimento e il valore di Omovies a livello locale. Questo festival si impegna a essere una piattaforma per voci diverse, offrendo uno spazio in cui artist3, cineast3 e appassionat3 possono esplorare e celebrare la diversità delle esperienze e delle storie LGBTIAQ+. 

Attraverso la proiezione di film nazionali e internazionali, incontri con regist3 e attor3 dibattiti e workshop, Omovies si propone come un evento che arricchisce la vita culturale di Napoli e della Campania, promuovendo al contempo una visione inclusiva e aperta del mondo.


SICILIA

Sicilia Queer Filmfest – Palermo (maggio) 

sicilia queer filmfest, festival di cinema gay in sicilia

Il Sicilia Queer Filmfest, con la sua unica e innovativa proposta cinematografica, si pone come il primo festival internazionale di cinema LGBTIAQ+ e nuove visioni in Sicilia

Nato nel 2010, questo festival è molto più di un evento cinematografico; è una risposta alla crescente richiesta di un pensiero e una “cultura non omologata, critica e innovativa”. È un festival che si impegna a rappresentare una società “in continuo movimento” e trasformazione.

Il concetto di “Queer” per il Sicilia Queer filmfest va oltre la semplice rappresentazione delle tematiche LGBTIAQ+. È un simbolo di pluralismo, un’espressione di “pensieri critici e soggettività desideranti” che incarnano un’idea rinnovata di cittadinanza, giustizia sociale, diritti e libertà individuale. In senso cinematografico, “Queer” abbraccia tutto ciò che è eterodosso, indipendente, alternativo sia nelle poetiche che nei linguaggi, negli approcci produttivi o distributivi, opponendosi alle convenzionali logiche di mercato. Questa visione si traduce nell’amore per le “nuove visioni, un concetto che definisce l’essenza del festival.

Guidato da una squadra di professionist3 del mondo del cinema e dell’audiovisivo, che lavorano con dedizione e passione, il Sicilia Queer Filmfest si propone come un luogo di approfondimento teorico e cinematografico. Il festival non solo offre visibilità a opere cinematografiche di qualità, ma si dedica anche alla valorizzazione e scoperta di nuovi talenti.

Leggi anche: Locali, serate ed eventi queer friendly a Palermo 


TOSCANA

Florence Queer Festival – Firenze (ottobre)

florence queer festival firenze

Il Florence Queer Festival rappresenta una delle manifestazioni più importanti e seguite nella scena culturale LGBTIAQ+ italiana, e in particolare in Toscana. Organizzato dall’associazione IREOS di Firenze (comunità queer autogestita), questo festival è diventato un punto di riferimento significativo nella comunità queer non solo toscana.

Nato nel 2003 come una piccola rassegna di quattro giorni al Teatro Puccini, il Florence Queer Festival ha visto una crescita costante sia in termini di programmazione che di partecipazione. La sua evoluzione lo ha portato a spostarsi in diverse location, tra cui il cinema Alfieri e lo Spazio Uno, fino ad approdare all’Odeon, una delle sale più prestigiose di Firenze, all’interno della rassegna “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze”. L’edizione 2023 ha visto il Florence Queer Festival al cinema La Compagnia di Firenze. Questa crescita testimonia l’importanza e la rilevanza del festival nel contesto culturale fiorentino e italiano.

Il festival va oltre la mera celebrazione della comunità LGBTIAQ+: si propone come un viaggio esplorativo attraverso diversi mezzi espressivi come il cinema, il teatro, la fotografia, la letteratura e il costume. L’obiettivo è raccontare l’universo queer in tutte le sue sfaccettature, presentando storie nelle quali la queerness è uno degli elementi narrativi, ma non l’unico. Con un approccio che intende superare gli stereotipi tradizionali e offrire una visione più ampia e inclusiva, il Florence Queer Festival si rivolge a un pubblico variegato, cercando di parlare a tutt3 e di raccontare storie universali.


PIEMONTE

Lovers Film Festival – Torino LGBTIAQ+ Visions (aprile) 

lovers film festival, cinema gay

Il Lovers Film Festival si erge come una delle manifestazioni cinematografiche più prestigiose e longeve dedicate al cinema LGBTIAQ+ in Italia e in Europa

Fondato nel 1981 da Ottavio Mai e Giovanni Minerba con la visione di opporsi alla rappresentazione stereotipata e marginale dei personaggi omosessuali nel cinema, il festival ha radici profonde nell’attivismo e nell’arte cinematografica. 

Con il suo primo film “Dalla vita di Piero”, presentato al Festival Cinema Giovani di Torino e in vari festival internazionali, il festival ha stabilito un nuovo standard narrativo, dando vita al Festival Internazionale di Film con tematiche omosessuali “Da Sodoma a Hollywood”, oggi noto come Lovers Film Festival.

Il festival, riconosciuto a livello internazionale come una delle più importanti manifestazioni cinematografiche italiane, è il più antico festival a tematica LGBTIAQ+ d’Europa e il terzo nel mondo. La sua gestione amministrativa è affidata alla Fondazione Maria Adriana Prolo – Museo Nazionale del Cinema di Torino, un’istituzione che non solo ospita il festival, ma è anche considerata uno dei musei più importanti al mondo per la ricchezza del suo patrimonio e la varietà delle sue attività scientifiche e divulgative. Attualmente diretto da Vladimir Luxuria, il festival continua a essere un palcoscenico per il cinema LGBTIAQ+, promuovendo la comunità queer, l’inclusione e il dialogo attraverso l’arte.

In aggiunta alle competizioni, il festival offre una sezione “Eventi Speciali” fuori concorso, curata dal Comitato di Selezione, assicurando una programmazione ricca e variegata. Il regolamento del festival sottolinea l’impegno verso la promozione e la diffusione del cinema LGBTIAQ+, con premi assegnati da giurie internazionali a opere distintive in ogni categoria. Tra questi, il premio “Giò Stajano”, dedicato alla memoria di una delle figure più significative della cultura LGBTIAQ+ italiana, sottolinea ulteriormente l’impegno culturale e sociale del festival.

Ogni anno Gay.it copre il Mix Festival con news, recensioni e interviste. Dai un occhio agli ultimi articoli

Divine Queer Film Festival – Torino (aprile) 

divine queer film festival, cinema gay italia

Il Divine Queer Film Festival a Torino si distingue nel panorama cinematografico internazionale come un festival indipendente dedicato al cinema queer, con un forte impegno verso l’attivismo per i diritti e contro ogni forma di discriminazione. Giunto alla sua settima edizione, il festival si svolge nella periferia nord di Torino, negli spazi del community hub di Via Baltea 3, un luogo che riflette la sua filosofia di accessibilità e inclusione.

Questo festival esplora temi attuali e sensibili come le identità di genere, la disabilità e le migrazioni, impegnandosi a infrangere le barriere della discriminazione attraverso il potente mezzo del linguaggio cinematografico. Il Divine Queer Film Festival non è solo una vetrina per film, ma è anche un’occasione per informare, comunicare e formare il pubblico su questioni che, ancora oggi, sono oggetto di pregiudizi e marginalizzazione.

Una delle caratteristiche distintive del festival è l’accessibilità: l’ingresso alle proiezioni è libero e gratuito, senza barriere architettoniche, rendendo il cinema accessibile a tutt3. Inoltre, tutti i film sono sottotitolati in italiano e adattati per il pubblico sordo, testimoniando l’impegno del festival per l’inclusività e la partecipazione di tutt3.

Il sostegno finanziario al festival proviene da una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso, mirata a raccogliere fondi per garantire l’accesso gratuito alle proiezioni, supportare i costi del sottotitolaggio, le spese di viaggio e alloggio per regist3, e le spese per la SIAE. Questa iniziativa sottolinea l’importanza del sostegno comunitario e della partecipazione attiva del pubblico per la realizzazione di un evento così significativo.

Il Divine Queer Film Festival gode del patrocinio e del sostegno di importanti enti e organizzazioni, tra cui la Regione Piemonte, la Città Metropolitana di Torino, la Città di Torino, Amnesty International, e molti altri. La Città di Torino, in particolare, ha sostenuto l’evento fornendo unə interprete LIS (Lingua dei Segni Italiana) per le serate di apertura e chiusura, enfatizzando ulteriormente l’impegno per l’accessibilità e l’inclusione.

Leggi anche: Guida ai migliori locali queer friendly di Torino


LAZIO

Giornate di Cinema Queer – Roma (ottobre/novembre)

giornate di cinema queer, festival di cinema gay a roma

Le Giornate di Cinema Queer si affermano come un festival cinematografico d’avanguardia a Roma, focalizzato sulla promozione e diffusione di opere filmiche queer internazionali. Questo festival non è soltanto una rassegna di film, ma una vera e propria celebrazione delle narrazioni queer, intese come espressioni artistiche ampie e trasversali che attraversano e esplorano le tematiche della sessualità, del corpo, delle identità di genere e dell’orientamento sessuale.

Con una programmazione che crede fermamente nelle proposte cinematografiche innovative e originali, le Giornate di Cinema Queer si propongono di dare forma e voce a quelle visioni queer del mondo che spesso restano inesplorate o marginalizzate. Il festival offre una piattaforma per opere indipendenti che desiderano dialogare con immaginari complessi e ricchi di significato, facendo del cinema un mezzo per generare riflessioni profonde e stimolare il dibattito culturale.

Organizzato in collaborazione con Zalib e Frocya, il festival si svolge in diverse location, tra cui lo spazio polivalente e polifunzionale di Scena, gestito dall’Associazione Zalib e i ragazzi di Via della Gatta, che da anni si impegnano nella promozione di una cultura giovane e vivace. Questo spazio, collocato nello storico ex Filmstudio di Trastevere, è solitamente il cuore pulsante del festival, un luogo di incontro, di scambio e di espressione artistica.

Il festival si articola in quattro sezioni principali: Queer Short, un concorso internazionale di cortometraggi di qualsiasi genere; Prospettive, dedicato a film e documentari; Agorà, uno spazio per incontri con artist3, cineast3 e personalità del mondo della cultura; e infine Eventi collaterali, che ospita mostre, spettacoli, feste e laboratori.

Il riconoscimento del talento e della creatività è un elemento fondamentale del festival, che assegna sei premi in ogni edizione, conferiti da una giuria di espert3. La sezione Queer Short, in particolare, prevede premi per il Miglior Cortometraggio, Miglior Regia, Miglior Interpretazione e una Menzione Speciale

Le Giornate di Cinema Queer sono un evento aperto e inclusivo, con ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti, e sono facilmente raggiungibili tramite vari mezzi di trasporto. 

Immaginaria – Festival Internazionale del Cinema delle Donne – Roma (aprile) 

immaginaria, festival di cinema lesbo a roma

Immaginaria si distingue come il primo festival internazionale di cinema indipendente a tematica lesbica e femminista in Italia, un evento che si fa portavoce delle storie, della cultura, dell’arte e della politica delle donne, passate e presenti, con un focus particolare sulle figure lesbiche, femministe, audaci, coraggiose e ribelli. 

Fondato a Bologna nel 1993 dall’Associazione Culturale Lesbica Visibilia, Immaginaria si è affermato come uno spazio culturale di rilevanza, dedicato a costruire e promuovere un mondo diverso attraverso il potere del cinema.

Il festival si impegna a raccontare le vite di queste donne straordinarie attraverso lo sguardo di registe indipendenti, presentando una selezione cinematografica di film diretti da donne e provenienti da tutto il mondo. Con una particolare attenzione alle storie “di casa nostra”, Immaginaria ambisce a scoprire e lanciare a livello internazionale le narrazioni che emergono dal panorama italiano, dando spazio e voce alle filmmaker e registe italiane attraverso il concorso “Donne In Corto“.

“Donne In Corto” è un concorso di cortometraggi italiani di fiction a tematica lesbica e/o femminista, un’iniziativa che mira a promuovere la produzione indipendente delle registe italiane e a diffondere le loro opere nel circuito internazionale dei festival LGBTIAQ+. I corti selezionati saranno proiettati durante il Festival e verranno inclusi nel circuito internazionale con l’alloro “Immaginaria Selezione Ufficiale Corti Italiani“, conferendo loro una visibilità e un riconoscimento internazionali. Una giuria dedicata, inoltre, premierà il miglior cortometraggio di “Donne In Corto”.

Immaginaria celebra non solo il cinema, ma anche le figure che hanno contribuito a plasmare e definire il festival. Marina Genovese, compagna amata e figura chiave nella fondazione e nella direzione di Immaginaria, viene ricordata come una forza motrice di energia, idee e progetti, dedicata interamente all’Associazione Visibilia e al festival. La sua scomparsa ha rappresentato non solo una perdita personale ma anche un momento di riflessione politica, spingendo il festival a continuare a onorare il suo impegno e la sua visione.

FLAG – Festival della Letteratura, dei Cinema, del Teatro e dei Media Arcobaleno (settembre)

flag, festival cinema gay roma

  • Pagine social: Facebook
  • Mail: info@gaycs.org (informazioni sul programma)
  • Dove: Piazza Vittorio, Roma
  • Periodo: settembre (nel 2024 dal 12 al 15 settembre)

FLAG è un festival che si tiene annualmente a Roma dedicato alla celebrazione e alla riflessione sulle espressioni artistiche e mediatiche della comunità LGBTQIA+. Questo festival annuale si svolge nella storica Piazza Vittorio, trasformandola in un vivace centro di attività culturali, dibattiti, spettacoli e incontri.

Il festival ha come obiettivo principale quello di offrire una piattaforma dove letteratura, cinema, teatro e altri media si intrecciano per raccontare e valorizzare le storie LGBTQIA+. Con un programma che spazia da letture di opere letterarie a proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali e dibattiti aperti, FLAG si impegna a fornire una visione complessa e sfaccettata della vita e delle esperienze LGBTQIA+, enfatizzando il dialogo e l’inclusione.

Ogni edizione di FLAG si distingue per il suo approccio unico e tematico, invitando artist3 e pubblico a partecipare attivamente nella costruzione di un discorso culturale ricco e variegato. Il festival non solo accoglie talenti affermati, ma è anche un trampolino di lancio per nuove voci e talenti emergenti, creando un ambiente dinamico e stimolante per lo scambio di idee e la crescita culturale.

L’edizione del 2024, che si terrà dal 12 al 15 settembre, promette di essere un appuntamento imperdibile, con un programma dedicato al tema “Venti, Vénti, Twenty”. Questa edizione esplorerà il passaggio e l’influenza dei decenni nella narrazione e rappresentazione della comunità LGBTQIA+, offrendo un’analisi profonda e riflessiva sul passato, presente e futuro di questa ricca cultura.

Leggi anche: Guida ai locali, serate ed eventi queer a Roma


PUGLIA

BiG – Bari International Gender Festival – Bari (novembre) 

bari international gender festival

BiG – Bari International Gender Festival emerge come un presidio culturale e artistico di spicco a Bari, dedicato all’esplorazione e alla celebrazione delle differenze di genere, delle identità e degli orientamenti sessuali attraverso il cinema e le arti performative. Nato nel 2015, il festival si è rapidamente consolidato come un evento multidisciplinare che utilizza diversi linguaggi artistici per indagare temi complessi quali identità, corpo e relazioni.

Con un’evoluzione costante delle sue proposte culturali, BiG ha aperto le porte a diverse forme d’arte come danza, teatro e musica, offrendo una lettura più articolata e profonda della contemporaneità. Questo festival non si limita a un’indagine sulle varie forme di espressione dell’umanità, ma estende il suo campo d’azione ben oltre, impegnandosi in una critica della prospettiva occidentale, suprematista e bianca, abbracciando un approccio decoloniale, ecologico, intersezionale, anti-coloniale e anti-specista. Ciò consente al BiG di toccare l’intera bio-diversità, includendo le dimensioni umana, animale e ambientale.

Il BiG – Bari International Gender Festival si svolge come un progetto multidisciplinare diffuso nella città, creando appuntamenti e anteprime durante l’anno e sperimentando con location non convenzionali, al fine di ristabilire una relazione armonica tra i luoghi e i corpi, e di promuovere un senso di comunità e socialità. Questo approccio riflette la volontà del festival di integrarsi e interagire con le dinamiche culturali di Bari, costruendo alleanze e percorsi di ricerca condivisi con le diverse realtà culturali della città.

Organizzato dalla Cooperativa Sociale AL.I.C.E., che promuove progetti culturali e artistici mirati a un cambiamento sociale sostanziale, BiG rappresenta una piattaforma significativa per il dialogo e l’espressione artistica. Il festival celebra la pluralità delle espressioni sessuali e umane, offrendo uno spazio per la riflessione, la creatività e l’interazione, e contribuendo a una più ampia comprensione delle questioni legate alle identità di genere, all’orientamento sessuale e alle relazioni interpersonali.

Sherocco Festival – Ostuni (giugno)

sherocco festival

Sherocco, un festival che prende il nome da un vento che emerge dalla Terra del Sud, si presenta come una manifestazione culturale unica che celebra la varietà, la bellezza e la trasformazione della comunità LGBTQIA+. Questo evento, che si svolge nella splendida cornice di Ostuni, Puglia, è diventato un appuntamento di rilievo nel calendario culturale, attirando ospiti nazionali e internazionali e offrendo un’ampia gamma di attività che includono spettacoli, musica, teatro all’aperto, mostre e laboratori.

L’ultima edizione di Sherocco Festival si è impegnata a raccontare le infinite sfumature della comunità LGBTIAQ+, dimostrando come questa possa, nonostante un’esclusione storica, culturale e politica, generare bellezza e cura, trasformare e trasformarsi, capovolgere punti di vista e creare un mondo nuovo. Questo spirito di inclusione e di apertura è riflesso in tutte le attività del festival, che vanno dagli incontri e dibattiti agli spettacoli serali, dalle visite ed escursioni ai corsi di Gender Studies offerti dalla Sherocco Academy.

Sostenuto da entità come la Regione Puglia, Pugliapromozione e il Comune di Ostuni, Sherocco si afferma non solo come un festival, ma anche come un segnale potente del potenziale del turismo LGBTIAQ+ di alto livello nella regione. La Puglia, con la sua capacità di accogliere e valorizzare le sfumature delle diverse umanità, si conferma come una destinazione prediletta dalla comunità queer, offrendo un’esperienza ricca di bellezza, gusto e cultura.

Leggi anche: Le 5 top location per celebrare le unioni civili in Puglia

Persona Festival – Lecce (agosto)

persona festival a lecce, festival di cinema gay in puglia

Pagine social: Facebook | Instagram

Sito Web: https://www.de-genere.it/persona-festival/

Mail: degenere021@gmail.com

Dove: diverse location

Periodo: agosto

Persona Festival, organizzato a Lecce dall’associazione DEGENERE, è un festival multidisciplinare che si concentra sui temi dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale. Il festival si propone come un evento inclusivo, volto a promuovere il rispetto reciproco, il superamento degli stereotipi culturali e il sostegno alla parità di genere e alle pari opportunità. Attraverso un programma che unisce diverse forme artistiche e culturali, Persona Festival si impegna a creare un dialogo aperto e costruttivo sui diritti umani e civili delle persone LGBTIAQ+.

Il nome stesso del festival, “Persona”, evoca un concetto ricco di significati, richiamando l’essenzialità dell’individuo nella sua caratteristica fondamentale di essere umano, senza distinzioni di alcun tipo. Questo approccio riflette la visione del festival di accogliere e celebrare ogni persona nella sua unicità, promuovendo un ambiente di inclusione e comprensione.

Con una programmazione che include spettacoli, mostre, dibattiti e incontri, il Persona Festival si impegna a essere un luogo di incontro e di scambio per persone di ogni background, orientamento, genere e identità di genere.


EMILIA ROMAGNA

Gender Bender – Festival Internazionale Multidisciplinare – Bologna (ottobre – novembre)

gender bender a bologna, festival multidisciplinare queer

Gender Bender, il festival internazionale multidisciplinare di Bologna, si è affermato come un punto di riferimento fondamentale nel panorama culturale internazionale, che esplora da oltre 20 anni gli immaginari culturali e artistici legati al corpo, al genere, alle espressioni di genere e alle identità

Questo evento annuale è non solo un festival, ma un vivace crocevia di idee e di esperienze che si estende in tutta la città, coinvolgendo numerosi spazi e luoghi d’arte.

La vocazione interdisciplinare di Gender Bender è uno dei suoi tratti distintivi. Il festival ospita artist3 da tutto il mondo, diventando una piattaforma globale per la condivisione e l’esplorazione di nuove rappresentazioni e relazioni generate dall’espressione dei corpi, dalle differenze di genere e dagli orientamenti sessuali. Questa ricchezza di prospettive e di linguaggi artistici permette a Gender Bender di offrire un programma variegato che include proiezioni cinematografiche, spettacoli di danza e teatro, performance, mostre e installazioni di arti visive, incontri, convegni di letteratura e party notturni.

Gender Bender è un modello concreto di come le differenze possano contribuire significativamente alla costruzione di una società più ricca e accogliente sotto il profilo umano, sociale e culturale. Il festival, organizzato dal Cassero LGBTIAQ+ Center di Bologna, rappresenta un importante momento di incontro, dialogo e riflessione, promuovendo un’atmosfera di valorizzazione della comunità LGBTIAQ+.

Con una programmazione che si snoda attraverso teatri, cinema, biblioteche, auditorium, circoli, associazioni, piazze e spazi all’aperto, Gender Bender si immerge nella vita culturale di Bologna, rendendo la città un grande palcoscenico per l’espressione artistica e per il dibattito su temi di attualità e di rilevanza sociale. Dal 2003, questo festival è diventato un appuntamento annuale imperdibile per chiunque sia interessato a esplorare le dinamiche di genere, di identità e di corpo attraverso l’arte e la cultura.

Divergenti – Festival Internazionale di Cinema Trans – Bologna (novembre/dicembre)

divergenti, festival di cinema trans in italia 

Pagine social: Facebook | Instagram 

Sito Web: https://www.divergentifestival.org/

Mail: divergenti.film.festival@mit-italia.it

Ingresso: a partire da 6 euro / Riduzione con tessera MIT

Dove: Cineteca di Bologna (indicazioni Google Maps) | in streaming 

Periodo: novembre / dicembre 

Divergenti Film Festival, organizzato dal Movimento Identità Trans (M.I.T.) con la direzione artistica di Nicole De Leo e Porpora Marcasciano, rappresenta un evento unico nel suo genere in Italia e uno dei pochi al mondo interamente dedicato alla narrazione e rappresentazione dell’esperienza trans*. Fondato nel 2008, il festival è diventato un importante punto di riferimento culturale e sociale per la comunità trans* e per tutt3 coloro che sono interessat3 a esplorare questa realtà attraverso il cinema.

Il cuore di Divergenti è la selezione accurata di produzioni cinematografiche internazionali che mirano a offrire una conoscenza profonda e sfaccettata dell’esperienza trans*. Attraverso queste opere, il festival si impegna a contrastare gli stereotipi e i pregiudizi radicati nell’immaginario collettivo, stimolando al contempo una riflessione sulla storia e sulla genealogia trans*.

Oltre alla proiezione di film, Divergenti si arricchisce di convegni, workshop, presentazioni, mostre e momenti di approfondimento, nonché di occasioni di socializzazione e divertimento

Ogni edizione si focalizza su un tema specifico, scelto dal comitato del M.I.T. in base alle questioni di interesse attuale o ai temi che necessitano di maggiore attenzione.

Divergenti invita il pubblico a unirsi a un movimento di cambiamento e di esplorazione, e offre l’opportunità di sostenere il festival tramite donazioni, contribuendo così alla realizzazione di un evento che celebra e dà voce alle storie trans* in un contesto di accoglienza, rispetto e inclusione.

Some Prefer Cake – Bologna Lesbian Film Festival (settembre) 

some prefer cake, festival di cinema lesbo a bologna

Pagine social: Facebook | Instagram

Sito Web: https://someprefercakefestival.com/

Mail: info@someprefercakefestival.com

Dove: Cinema Nosadella – Bologna (indicazioni Google Maps) | in streaming 

Periodo: settembre

Some Prefer Cake, il rinomato festival internazionale di cinema lesbico, offre un’esplorazione coinvolgente del cinema indipendente proveniente da tutto il mondo. Si svolge a Bologna, una città nota per il suo dinamismo e per essere un centro attivo per la comunità LGBTIAQ+ e femminista. Organizzato dall’associazione Luki Massa e diretto artisticamente da Comunicattive, il festival si impegna a creare uno spazio-tempo politico ed affettivo per la comunità, presentando una selezione curata di film lesbici e femministi.

Some Prefer Cake si distingue non solo per la sua programmazione di film, ma anche per la sua struttura inclusiva e accessibile. Il festival offre sia proiezioni in presenza presso il Nuovo Cinema Nosadella, sia una versione streaming, garantendo così la fruizione delle opere a un pubblico più ampio. Questo approccio riflette l’impegno del festival nel promuovere l’accessibilità, pur affrontando sfide economiche significative.

Il festival, descritto come un “festival di comunità“, invita il pubblico a condividere un’esperienza collettiva, offrendo non solo visioni cinematografiche, ma anche presentazioni di libri, momenti di socialità e discussione. La partecipazione attiva della comunità è incentivata anche tramite una campagna di crowdfunding, che permette di sostenere il festival e di contribuire alla sua realizzazione.

Some Prefer Cake è un festival che abbraccia una vasta gamma di generi cinematografici, dal drammatico all’horror, dalla commedia allo scifi, con un unico comune denominatore: la rappresentazione lesbica. Il festival si svolge nell’ambiente stimolante di Bologna, che è anche stata la protagonista del Rivolta Pride, dimostrando la vitalità e l’impegno della città nella lotta per i diritti LGBTIAQ+.


SARDEGNA

Sardinia Queer Film Expo – Cagliari (settembre/ottobre)

sardinia queer film expo, festival di cinema gay

Sardinia Queer Film Expo, promosso dall’ARC Associazione Culturale e di Volontariato LGBTIAQ+ di Cagliari e dal Circolo del Cinema ARCinema, si afferma come un evento cinematografico significativo dedicato ai cortometraggi e ai lungometraggi che esplorano le tematiche queer e intersezionali. Sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Fondazione di Sardegna, dalla Fondazione Sardegna Film Commission e da altri partner importanti, il festival si svolge a Cagliari.

Questo festival, attivo dal 2002, non solo offre una piattaforma per la proiezione di opere cinematografiche legate a queste tematiche, ma si impegna anche in un’attività di sensibilizzazione sulla necessità di raggiungere diritti civili uguali per tutt3. L’evento rappresenta un’occasione unica per valorizzare e promuovere produzioni cinematografiche, anche di piccola scala, dedicate alle questioni LGBTIAQ+, e per incoraggiare il confronto e lo scambio culturale tra produzioni di paesi diversi.

Inoltre, Sardinia Queer Film Expo si propone di consolidare la rete di collaborazioni tra associazioni, circoli del cinema, movimenti e realtà culturali non solo della città di Cagliari, ma anche dell’intera Sardegna.


VENETO

Padova Pride Village – Fiera di Padova (da giugno a settembre)

padova pride village, festival gay italia

Padova Pride Village, la più grande manifestazione estiva del Nord Italia e il più grande festival LGBTIAQ+ del Paese, offre una vivace combinazione di divertimento, cultura, musica e spettacolo. Con oltre un milione di presenze in tredici edizioni, il festival si è affermato come un appuntamento imperdibile per tutta la cittadinanza, da giugno a settembre, nella suggestiva cornice della Fiera di Padova.

Il Pride Village si estende su una superficie di oltre 9.000 metri quadrati, tra aree coperte e scoperte, e tre palcoscenici tematici. Questo spazio vasto e accogliente si trasforma in una piattaforma per concerti di artisti internazionali, spettacoli con noti attori comici e drammatici, set di rinomati DJ, talk show, dibattiti di approfondimento e proiezioni cinematografiche.

Il festival è un evento inclusivo che accoglie tutt3, e presta particolare attenzione all’accessibilità e all’ospitalità. L’ingresso è consentito a3 minori di 18 anni solo se accompagnati da un genitore o dal tutore legale, con l’obbligo di sottoscrivere una dichiarazione liberatoria. Gli animali domestici sono benvenuti, a patto che siano tenuti al guinzaglio e lontani dalle casse audio per rispettare il loro benessere.

Oltre all’intrattenimento, il Pride Village rappresenta un luogo di resistenza e di riflessione sui diritti LGBTIAQ+ e sulla lotta per l’inclusione e la dignità di tutte le persone. L’evento, fondato da Alessandro Zan, attivista LGBTIAQ+ e deputato, è diventato un simbolo di impegno civile e un punto di riferimento per la comunità.

Il festival si impegna a creare un’atmosfera di spensieratezza durante le serate estive, curando ogni dettaglio e collaborando con vari partner, tra cui locali, ristoranti e strutture ricettive. Questa sinergia ha trasformato il Pride Village in uno spazio ideale per il divertimento estivo, riconosciuto sia dai media che da artist3 nazionali e internazionali.

Leggi anche: Locali, serate ed eventi queer a Padova 

Queer Lion – Mostra del Cinema di Venezia (settembre)

queer lion, mostra del cinema di venezia, festival di cinema gay in Italia

Pagine social: Facebook | Instagram

Mail: info@queerlion.it

Periodo: settembre

Il Queer Lion Award, nato nel 2007 per iniziativa del giornalista e critico cinematografico Daniel N. Casagrande e dell’allora direttore della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Marco Müller, rappresenta un importante riconoscimento cinematografico dedicato alle opere che meglio interpretano tematiche omosessuali e la cultura queer.

Il premio è stato ideato originariamente nel 2003 da Casagrande e ha visto la luce ufficialmente durante la 64ª edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, diventando un appuntamento annuale. Il Queer Lion Award si distingue per la sua capacità di selezionare opere di rilievo artistico e di impatto sociale, che contribuiscono alla riflessione e alla discussione sui diritti civili legati ai diversi orientamenti sessuali.

L’obiettivo del premio è di offrire una visibilità maggiore alle storie LGBTQ+ presenti nelle diverse sezioni del festival veneziano: Concorso, Fuori Concorso, Orizzonti, Biennale College, Venice VR Expanded, Giornate degli Autori e Settimana Internazionale della Critica. La selezione dei film partecipanti è effettuata in collaborazione con la direzione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, garantendo così un elevato standard qualitativo.

L’esperienza del Queer Lion Award si inserisce nella cornice più ampia della Venezia gay, dove il festival del cinema si rivela una delle migliori occasioni per vivere la città da una prospettiva LGBTQ+. La partecipazione al festival richiede una pianificazione accurata, in particolare per quanto riguarda l’alloggio e l’acquisto dei biglietti per le proiezioni.


ALTRE RASSEGNE E FESTIVAL DI CINEMA GAY & QUEER CULTURE PIÙ PICCOLI

Ecco le rassegne cinematografiche a tematica queer più piccole, che meritano di essere conosciute: 

Rassegna cinematografica trimestraleCineMinimo” – Lecco (LC)

In calendario ogni 3 mesi un paio di proiezioni a tematica queer in collaborazione con l’associazione LGBTIAQ+ Renzo&Lucio di Lecco

Pagine social: Instagram (Dinamo Culturale) – Instagram (Renzo&Lucio)

Luogo: Teatro Invito a Lecco (LC) – Via Ugo Foscolo, 42. 

Queer – Storie Fuori Dal Decoro – Basilicanova (Parma) 

Conferenze spettacolo in collaborazione con il Centro Studi Movimenti di Parma

Pagine social: Instagram (Centro Studi Movimenti Parma) 

Luogo: Sala Amoretti presso Circolo il Rugantino – Via G.Falconi 2

Periodo: febbraio 

Contatti: biblioteca@comune.montechiarugolo.pr.it, 0521/687784

Scrivi a Gay.it se vuoi segnalare un festival di cinema queer mancante o una rassegna cinematografica a tematica LGBTIAQ+ che pensi meriti una menzione in questo articolo

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Adriano Proietti 2.2.24 - 15:02

Buongiorno, potete, se possibile, aggiungere all'elenco la 5a edizione di FLAG - Festival della Letteratura, del Cinema, del Teatro e dei Media Arcobaleno che si terrà a Roma - Piazza Vittorio - dal 12 al 15 settembre 2024. Il programma di quest'anno è dedicato a: Venti, Vénti, Twenty. Di ventennio in ventennio la storia cosa ci ha trasmesso e quale prospettiva ci da per il ventennio che stiamo vivendo tra Letteratura, Cinema e Teatro. Libri, film, spettacoli e dibattiti sul passato, presente e futuro culturale e non solo della comunità lgbtqia+. Il progetto è realizzato e prodotto da Gaycs Lgbt Aps e realizzato in collaborazione con L'ANEC - Sezione regionale del Lazio e prevede anche una sezione Young ed una poesia dove verranno premiate alcune opere originali. Informazioni sul programma in via di definizione a info@gaycs.org

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24

Continua a leggere

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido "il Cinema ti muove e ti commuove" - image006 - Gay.it

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido “il Cinema ti muove e ti commuove”

News - Redazione 18.1.24
Outing Festival (Media Ireland)

In Irlanda San Valentino è queer: benvenutə all’Outing Festival!

Viaggi - Redazione Milano 29.1.24
Drag Me Up, torna a Roma il festival drag, di performing art e arti queer - drag me up - Gay.it

Drag Me Up, torna a Roma il festival drag, di performing art e arti queer

Culture - Redazione 28.11.23
i migliori locali gay a bologna 2023/2024

Bologna Queer: la guida completa agli eventi, alle serate, ai locali LGBTQIA+ friendly della città

Viaggi - Redazione 2.1.24
guida ai locali gay a catania 2023/2024

Locali queer friendly a Catania: la guida 2023/2024

Viaggi - Redazione 10.11.23
chat gay gratis italiana

Chat per incontri gay: le 7 migliori app del 2024

Lifestyle - Redazione 5.1.24
Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina - famiglie arcobaleno valtellina 1 1 - Gay.it

Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina

News - Giorgio Romano Arcuri 22.2.24
@vanityfair

Bad Bunny risponde alle accuse di queerbaiting: “Anche io ho ricevuto commenti omofobi’

Culture - Redazione Milano 15.9.23