HO TRADITO IL MIO COMPAGNO

di

"Lui era tutto per me, e ora strappa le mie lettere e dice che non mi vuole più sentire. Sono disperato". I consigli dell'esperto: "Se lui ti dava...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1027 0

Ciao caro esperto, ho bisogno di aiuto…
ho tradito il mio compagno e lui è venuto a saperlo da fonti sicure. Stavamo insieme da 3 mesi e mezzo, stavo troppo bene con lui, ma l’ho tradito!! Lui mi ha dato tutto: amore, rispetto, fiducia. tutto. Lui x me era tutto, era il mondo intero. Sono passati 6 giorni da quando mi ha lasciato, sono disperato, non faccio altro che piangere ripensando a lui, non so cosa fare. Per esempio i primi 3 gg lui non voleva neanke vedermi, poi gli ho scritto 2 lettere nelle quali gli ho raccontato tutto… le ha lette e le ha stracciate dicendo che non vuole piu’ sapere nulla di me. Poi l’altro ieri mi manda un sms, ieri mattina mi chiama, ieri pomeriggio lo vedo, ma non parliamo mi dice che ci sentiamo per telefono. Non so, ho le idee confuse, ma credo che lui ancora mi ami. Non faccio altro che piangere. Ti prego aiutami tu.
Franco 81.

Caro Franco,
credo che la prima cosa da affrontare sia la ricerca di un po’ di chiarezza in te stesso. Se davvero il tuo ragazzo ti dava tutto ciò di cui sentivi di avere bisogno, perché l’hai tradito? E che significato ha avuto per te questo tradimento? In una coppia i tradimenti sono momenti di forte crisi, che mettono alla prova la solidità dei sentimenti di entrambi i partner, ma possono anche essere un’opportunità importante per impostare un rapporto su basi nuove, più mature e consapevoli. Il risultato dipende molto da come la crisi viene gestita. E’ chiaro dalla tua lettera che sei ancora molto innamorato del tuo compagno, ed è probabile che anche lui lo sia: ciò che si prova per una persona importante non viene cancellato così facilmente. La reazione del tuo compagno – non volerti vedere, stracciare le tue lettere ecc. – è dettata dalla rabbia che prova in questo momento: quando la crisi si sarà ‘raffreddata’ potrebbe essere più facile trovarlo disponibile al dialogo, e a rimettere in discussione le sue decisioni. Ricorda che il momento delle ‘spiegazioni’ è sempre molto delicato e difficile, e va affrontato con calma: un consiglio che mi sento di darti è cercare di comprendere il punto di vista del tuo compagno, ciò che sta provando in questa situazione, che sicuramente non è facile neanche per lui. Pensa che anche lui sta perdendo una persona che ama! Se riesci a tenere in considerazione i suoi sentimenti sarà anche più facile spiegarti e riuscire a fargli capire quanto è importante per te la vostra storia, e che vale la pena di impegnarsi insieme a superare questo scoglio e andare avanti. In bocca al lupo,
Paola

di Paola Paoletti

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...