L’ORGASMO CHE NON VIENE

di

"Quando sono solo, nessun problema. Ma con i miei partner sessuali non riesco mai a concludere. Ho qualche problema?" L'esperto: "Niente che non funzioni. Ecco i miei consigli".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1443 0

Sono consapevole della mia omosessualità da qualche anno nel corso dei quali ho avuto qualche esperienza in campo sessuale con altri ragazzi..non ho avuto moltissime esperienze ma purtroppo in ogni rapporto sessuale che ho avuto non sono mai riuscito ad avere un orgasmo..mai….e questo mi infastidisce, lo so che non è obbligatorio arrivare fino in fondo ma il fatto è che vorrei provarlo almeno una volta…ho orgasmi solo masturbandomi da solo…mai con un altro. Lo so che ho solo 23 anni e che ho ancora molto da imparare ma un piccolo consiglio non mi guasterebbe.
Grazie per la vostra attenzione Winnie

Caro Winnie,
vorrei subito rassicurarti su un dubbio che, pur non trasparendo dalla tua lettera, potrebbe essere sottinteso. Il solo fatto che tu quando sei solo riesci ad avere un orgasmo mi basta per poter affermare con certezza che “non c’è niente che non funziona nel tuo corpo”. La causa quindi del mancato raggiungimento dell’orgasmo con gli altri può dipendere da varie cose. Forse, come tu stesso ipotizzi, può entrarci l’inesperienza o forse le stesse condizioni ambientali possono influire (per es. un conto è fare l’amore in una macchina ed un conto è farlo nell’intimità della propria cameretta…).
A proposito di intimità molte persone hanno bisogno, per lasciarsi andare totalmente, di avere una grande intimità con il partner e di sentire che possono fidarsi e questa è una condizione che potrebbe non esserci con partner occasionali, forse tu hai bisogno di conoscere meglio la persona con cui hai dei rapporti e dunque ci vuole più tempo di una serata in discoteca…L’esperienza dell’orgasmo per alcuni può essere paragonata all’apertura di una valvola che abbatte bruscamente la tensione che si accumula dentro, una esplosione insomma…ma per altri può essere paragonata alla sensazione di liquefarsi, di perdita del proprio sé nel corpo dell’amato, cioè di non avere più confini corporei e dunque di essere vulnerabili, per questo ci vuole molta intimità e fiducia nel partner. Vedrai che troverai la tua strada ed avrai una vita sessuale felice ed appagante ma il mio consiglio è di riflettere di più non sul mancato orgasmo ma sulla qualità della scelta del tuo partner.
Approfitto per farti i miei auguri di buone feste e, attraverso te, di farli a tutti i lettori di questa Rubrica 🙂
dott. Francesco Allegrini

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...