Tu sei la bellezza: tra amore queer e salute mentale

Il commovente spettacolo teatrale di Alberto Milazzo argina lo stigma della malattia mentale con umorismo e tenerezza.

ascolta:
0:00
-
0:00
tu sei la bellezza
Giuseppe Lanino e Alessandro Quattro protagonisti di Tu sei la Bellezza (Foto: Davide Maestro)
3 min. di lettura

 

Quando raccontiamo di salute mentale o relazioni LGBTQIA+ il rischio di scivolare nel pietismo è sempre dietro l’angolo. Per questo non dovreste perdervi l’occasione di vedere (o ri-vedere)  Tu sei la bellezza: la pièce teatrale di Alberto Milazzo – vincitore del premio di drammaturgia Carlo Annoni 2021 e del premio Artista per la Mente 2022 – ritorna sul palco del Teatro Litta di Milano dal 2 al 12 Maggio 2024, ed è uno di quei rari casi dove persone interne alla comunità prendono in mano le nostre storie e sanno portarle sul palco, con quell’ironia e sensibilità che vorremmo vedere sempre più spesso. Dentro e fuori dal palco.

Potete trovare tutte le date e i biglietti disponibili  a questo link.

tu sei la bellezza
Giuseppe Lanino e Alessandro Quattro protagonisti di Tu sei la Bellezza (Foto: Davide Maestro)

Racconta la storia d’amore tra il drammaturgo Andrea e suo marito Leonard – interpretati rispettivamente da Alessandro Quattro e Giuseppe Lanino – coppia sposata da dieci anni, costretta a passare la notte di Capodanno in casa, nel bel mezzo della pandemia che svuota la città e spinge all’isolamento. Ma come sottolinea Milazzo, l’amore queer non è il fulcro di questa storia: “I due protagonisti sono omosessuali, ma non si parla di omosessualità come se fosse un problema da risolvere durante la narrazione” spiega il regista “È una coppia come potrebbe essere qualunque altra“.

A fare da “terzo incomodo” nella loro relazione c’è il bipolarismo di Leonard, con i suoi occasionali periodi depressivi che Andrea mette in scena in uno spettacolo online. Ma la condizione della pandemia amplifica le difficoltà più del solito, come una pentola a pressione pronta ad esplodere da un momento all’altro. Il metateatro diventa così l’occasione per comprendere e muoversi nella realtà rendendola drammaturgia: “Andrea scrive uno spettacolo sul suo compagno perché drammatizzando, mettendo in scena, e usando l’arte è più facile parlare delle cose: perché si sta parlando di un terzo, e non solo di un rapporto a due“.

Supportato da due dipartimenti di salute mentale del Sacco del Fatebenefratelli e le associazioni di Amici della Mente,  Tu sei la bellezza racconta la depressione spogliandola di ogni stigma o retorica qualunquista, ma mostrandola in tutta la sua scomoda e irruenta presenza. Il bipolarismo prende la forma di un cane, liberamente ispirato dai diari e romanzi di Winston Churchill che chiamava la sua depressione un cane nero, alano visibile e invisibile che aleggia perennemente sulla scena e non può più essere nascosto.

Tu Sei La Bellezza è un’opera sulla cura, su cosa significa trovare bellezza nella persona che amiamo, anche quando i suoi demoni mettono in difficoltà entrambi: “È una scusa per parlare di relazioni umane” aggiunge Milazzo “Spero che qualunque tipo di pubblico possa trovare degli elementi di relazione. Parliamo di due esseri umani che si vogliono parecchio bene, fanno parecchi danni, e in qualche modo cercano di rimediare a questi errori”.

Uno spettacolo che parla di depressione senza essere deprimente, accogliendo gli spettatori in una storia che mette a nudo vulnerabilità, fatiche, e dolori, liberandoci di ogni sovrastruttura o pregiudizio: “Credo sia un tema di cui è parlato poco fino adesso, ma molto più vicino di quanto pensiamo” dice Milazzo “La cosa che spero di più è che questo spettacolo aiuti a togliere lo stigma dalla percezione dei problemi con la salute mentale. Si ha paura delle cose di cui non si parla. Qualunque occasione per parlare del tema spero faccia un buon servizio”. 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24

Continua a leggere

cena ozpetek

Come sopravvivere al pranzo con i parenti?

Lifestyle - Riccardo Conte 12.12.23
La storia d'amore tra Evan, 52 anni, e Bill, 98 anni: "Facciamo sesso almeno una volta al giorno" - La storia damore tra Evan 52 anni e Bill 98 anni - Gay.it

La storia d’amore tra Evan, 52 anni, e Bill, 98 anni: “Facciamo sesso almeno una volta al giorno”

News - Federico Boni 15.5.24
lady oscar genere non binario

Se oggi un millennial riguarda Lady Oscar, che fine fa quel buon padre che voleva un maschietto?

Culture - Emanuele Bero 28.11.23
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
Jacob Elordi Frankestein Giullermo Del Toro

Jacob Elordi sarà Frankenstein nel 2024, cosa sappiamo del cult queer diretto da Guillermo Del Toro.

Cinema - Redazione Milano 8.1.24
stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The TV Glow è il film horror trans* che aspettavamo?

Cinema - Riccardo Conte 25.1.24
Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono - intervista - Sessp 20 - Gay.it

Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono – intervista

Culture - Federico Colombo 16.1.24