Cinema: Daniel Craig vorrebbe uno 007 più gay-friendly

di

Secondo il nuovo 007 Daniel Craig nel prossimo film della serie ci dovrebbero essere anche delle scene di nudo frontale per accontentare il pubblico femminile e quello gay.

799 0

LONDRA – James Bond, icona del cine-spionaggio internazionale, potrebbe in futuro riservare delle novità che non dispiacerebbero al pubblico gay. Per Daniel Craig, il nuovo attore che veste i panni di James Bond nel nuovo film della serie “Casino Royale”, i produttori dovrebbero pensare di rendere un po’ più moderno il personaggio, rendendolo più gay-friendly. Craig (nella foto durante le riprese del film) ha fatto sapere a mezzo stampa ai produttori della serie che per la prossima avventura lui sarebbe disposto a interpretare senza inibizioni una scena di nudo frontale, che certamente risulterebbe gradita sia al pubblico femminile che agli ammiratori gay della celebre superspia.
La scena, da quello che pare di capire, dovrebbe avvenire in un qualche tipo di contesto gay perché il biondo attore ha detto: «Perché no? Penso che al giorno d’oggi i fan l’accetterebbero. Voglio dire, guardate a “Doctor Who” (serie televisiva fantascientifica, famosissima in Gran Bretagna, ndr) ci sono state scene gay e nessuno ha battuto ciglio.»
Il 38enne Craig, primo Bond biondo della serie, non ha neanche avuto problemi ad interpretare in prima persona personaggi gay, cosa che ha già fatto nei film “Love is the devil” (1998) e “Infamous” (2006). Chiamato a sostituire Pierce Brosnan ha fatto centro: “Casino Royale”, che in Italia uscirà il 7 gennaio 2007, naviga già oltre i 100 milioni di dollari d’incasso nei soli Stati Uniti, e la critica ha unanimemente riconosciuto che la sua interpretazione è una delle cose migliori del film. Prossimamente lo vedremo anche al fianco di Nicole Kidman in “The Invasion” e nei panni di Lucifero in “I, Lucifer”. (Roberto Taddeucci)

Leggi   Per la prima volta un ‘madrino’ al Festival di Venezia: è Alessandro Borghi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...