Anche Israele riconosce le coppie di fatto

Lo stato israeliano consegnerà la 'partnership card' anche alle coppie di fatto che, in questo modo, avranno gli stessi diritti e doveri di quelle sposate.

Anche Israele riconosce le coppie di fatto - telaviv pacsBASE - Gay.it
< 1 min. di lettura

Tel Aviv, che la comunità internazionale riconosce come capitale di Israele, ha annunciato che riconoscerà lo status delle coppie formate da persone dello stesso sesso, contro ogni parere dei vertici religiosi ebrei e dei partiti che ad essi fanno riferimento.
Tutto nasce dall’iniziativa di un gruppo che rappresenta le coppie gay e lesbiche israeliane, la New Family Organization e che ha rilasciato loro una sorta di ‘partnership card’: un riconoscimento informale della coppia stessa.

Le stesse card sono state rilasciate anche alle coppie etero di religione diversa da quella ebraica. Infatti in Israele ,l’unica forma di matrimonio riconosciuta è quella contratta con il rito religioso.
New Family fa validare l’unione delle coppie da un avvocato davanti al quale i due firmano un registro dopo avere recitato un giuramento.

La notizia è che le autorità di Tel Aviv hanno dichiarato che le coppie con la ‘partnership card’ avranno da adesso gli stessi diritti e doveri delle coppie regolarmente sposate. Tel Aviv è considerata la capitale laica del paese e conta il 40% di coppie con un rapporto diverso da quello del matrimonio religioso. E’ dello scorso anno la decisione della corte suprema di imporre il riconoscimento dei matrimoni gay contratti all’estero e di eventuali figli adottati.
La reazione di uno dei partiti religiosi, lo Shas, non si è fatta attendere: la minaccia da parte loro è quella di passare ad atti di violenza se l’ordinanza dovesse essere realmente attuata.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Antoine Dupont, il capitano francese di rugby "pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi - Antoine Dupont - Gay.it

Antoine Dupont, il capitano francese di rugby “pronto ad interrompere una partita” per insulti omofobi

Corpi - Redazione 20.6.24
11 sportivi lgbt

Sport e comunità LGBTIQ+: 14 storie che devi conoscere

News - Gio Arcuri 18.6.24
Foggia Sit In Omofobia Giugno 2024

Foggia reagisce all’aggressione di Alessandro: “Se questa terra non ci ama, noi la ameremo ancora più forte”

News - Francesca Di Feo 20.6.24

Leggere fa bene

And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi? - and just like that - Gay.it

And Just Like That 3, Sara Ramirez licenziata perché ha criticato Israele ed espresso sostegno ai palestinesi?

Serie Tv - Redazione 19.1.24
Dawah Man Israele Palestina Gayy

‘La Palestina non vincerà per colpa dei gay’, la tesi del predicatore islamico Dawah Man

News - Redazione Milano 25.3.24
striscia di gaza

Governo Netanyahu e Hamas sono entrambi estremisti: cessate il fuoco sulla Striscia di Gaza

News - Lorenzo Ottanelli 11.3.24
Tel Avviv Pride 2024 cancellato

Tel Aviv cancella la Pride Parade 2024. Motivazioni di lutto o semplicemente politiche?

News - Lorenzo Ottanelli 10.5.24
comunita-lgbtq-nazismo-israele

330 artisti LGBTQIA+ non si esibiranno in Israele fino al cessate il fuoco a Gaza

News - Federico Boni 27.12.23
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Bandiere LGBT ebraiche al Pride

Pride spaccato dalla polarizzazione: le comunità ebraiche non partecipano alle parate di Roma, Torino e Bergamo perché “c’è una caccia al carro di Israele”

News - Giuliano Federico 15.6.24